Futuro e tendenze della casa di domani

casa di domaniCon l’obiettivo di monitorare gli stili abitativi degli italiani e delineare il futuro della casa, Leroy Merlin, in collaborazione con Doxa, ha realizzato anche quest’anno l’“Osservatorio sulla Casa”.
 

Il progetto continuativo, giunto alla sua terza edizione, si sta affermando sempre di più come punto di riferimento autorevole in grado di cogliere i segnali che anticipano le tendenze più diffuse per la casa di domani e le percezioni e le aspirazioni degli italiani sul tema.
Comprendere il rapporto tra le persone e il proprio contesto abitativo è, infatti, la chiave per poter contribuire a migliorare la vita di tutti i giorni.
Innanzi tutto, la casa si dimostra ancora una volta un bene imprescindibile per gli italiani, tanto che il 72% degli intervistati pone la propria abitazione in cima alle priorità o la giudica molto importante, l’80% ne è proprietario e vive nella stessa casa in media da 14 anni. Un bene che soddisfa sempre di più: per gli italiani continua ad essere un posto piacevole dove vivere, circa il 55% degli intervistati si definisce molto soddisfatto della propria abitazione, e, allo stesso tempo, ha guadagnato aspetti funzionali, tecnologici, qualitativi ed ecosostenibili che la rendono ancora più vivibile.
In particolare, cresce:
– la soddisfazione per tutti gli aspetti che rendono la casa facile da gestire, sempre più autonoma e in grado di fare risparmiare;
– l’attenzione, ma anche la soddisfazione, per qualità di acqua, aria e materiali in casa, in relazione all’aumento del numero di persone con problemi di mobilità e patologie respiratorie registrato dall’Osservatorio;
– l’interesse verso la casa “bella” e “comoda”, capace di adattarsi alle esigenze di chi la abita e che sia lo specchio del nostro modo di essere.
 
È stata registrata anche una maggiore attenzione ai temi di eco sostenibilità, per una casa più rispettosa dell’ambiente e che s’integri nel paesaggio, aumentando anche l’interesse per tematiche legate al giardinaggio. Il 50% degli italiani, infatti, possiede oggi una casa con giardino.
leroy_merlin_OSSERVATORIO
 
Ma come sarà la casa del futuro?
Secondo l’Osservatorio sulla Casa si darà ancora più rilevanza ai costi di gestione e manutenzione (al primo posto in classifica), in particolare migliorando l’isolamento termico e acustico, e alla salute, puntando ad ottimizzare ulteriormente la qualità dell’aria e dell’acqua e ad eliminare le barriere architettoniche.
Per quanto riguarda, invece, la manutenzione e la decorazione della casa, le tendenze più diffuse sono quattro, fondamentali per delineare le esigenze degli italiani e lo stile delle loro case e tutti con ottime prospettive di sviluppo:
– controllo degli apparecchi di casa a distanza tramite smartphone, una tendenza non ancora molto diffusa in Italia. In media, infatti, solo il 29% degli intervistati a livello nazionale ha utilizzato almeno una volta il controllo remoto tramite smartphone degli apparecchi di casa, abitudine che risulta più diffusa al sud Italia (il 34,6% degli intervistati nelle regioni meridionali lo ha utilizzato almeno una volta);
– utilizzo di prodotti naturali e “fai da te” per la pulizia della casa. Sono più della metà (61%) gli intervistati che, fedeli ai rimedi “della nonna”, utilizzano abitualmente prodotti naturali per la cura della casa;
– liberare la casa da ciò che è superfluo, senza accumulare oggetti (decluttering). È senz’altro il trend più diffuso e “maturo” nel nostro Paese. L’85,4% degli intervistati si è liberato almeno una volta di ciò che è superfluo; di questi, il 68,4% lo fa addirittura abitualmente;
– arredare la casa con mobili vintage, recuperati e rimessi a nuovo con le proprie mani (upcycling dei mobili). È un comportamento abbastanza diffuso nel nostro Paese e che appassiona molti italiani, ed è tra le tendenze che si diffonderanno maggiormente nei prossimi mesi. In media, il 43,8% degli intervistati lo ha messo in pratica almeno una volta ed è un’abitudine diffusa soprattutto al sud (il 46,7% degli intervistati in queste regioni ha affermato di averlo praticato almeno una volta).
 
pdf-857-page-00001.jpg
 
 
Per approfondimento puoi scaricare l'articolo 
Informazioni su Maurizio Gambini 267 Articoli
Ingegnere elettronico, giornalista pubblicista che da molti anni lavora nel settore della comunicazione tecnica.