Le imprese italiane puntano all’innovazione tecnologica

innovazione tecnologica

innovazione tecnologicaTradizionale appuntamento di fine anno, la XIV Giornata della Ricerca organizzata da Anie ha posto l’attenzione sulle opportunità di finanziamento in Ricerca e Sviluppo offerte dal programma europeo Horizon 2020, confermando l’interesse delle aziende associate per l’innovazione tecnologica.

Il tema dell’incontro: “Progetti di ricerca finanziati: un aggiornamento e una fotografia della partecipazione dell’industria Anie”, ha consentito un momento di riflessione sulle opportunità in materia di Ricerca e Sviluppo a livello nazionale ed europeo, grazie anche alla consulenza di STS Deloitte, partner di Anie per lo Sportello Ricerca, strumento di supporto che dal novembre 2014 la Federazione offre a tutte le aziende associate.

In meno di un anno, sono già 12 gli sportelli aperti, uno al mese; alcuni hanno già raggiunto la fase di presentazione ufficiale per la richiesta di un finanziamento totale del valore di 5 milioni di euro, altri sono in pipeline per la finalizzazione delle domande. Tra le aziende coinvolte nello sportello, metà sono PMI e metà filiali italiane di multinazionali dell’industria Elettrotecnica ed Elettronica, mentre le idee progettuali si sono focalizzate attorno ai temi dell’Automazione, Energia/Smart Grid, Illuminazione e Metering.

Innovazione tecnologica e ricerca sono nel DNA delle aziende

Le aziende Anie dimostrano così di essere particolarmente sensibili all’importanza della ricerca e dell’innovazione rispetto alla media del manifatturiero italiano, investendo mediamente in R&S il 4% del fatturato totale, con punte vicine all’8% in comparti ad alta tecnologia quale, ad esempio, la microelettronica. La corrispondente quota nel manifatturiero italiano è di solo l’1%.

Uno sforzo verso l’innovazione che coinvolge anche il ricco tessuto delle PMI: il 70% delle PMI Anie dichiara, infatti, di effettuare annualmente nuovi investimenti in innovazione di prodotto e di processo.

Nemmeno la difficile congiuntura economica degli ultimi anni ha frenato la vocazione alla ricerca che caratterizza il comparto, che ha registrato una crescita media annua della spesa in R&S pari al 3% e superiore alla media del manifatturiero (+2,2%). Secondo una recente indagine condotta dalla Commissione Europea, le imprese innovatrici in questo comparto sono più del 50%. Nello specifico, le imprese che hanno introdotto innovazioni che rappresentano una novità per il mercato costituiscono nell’Elettrotecnica oltre il 40% del totale e nell’Elettronica oltre il 50%.

Informazioni su Maurizio Gambini 267 Articoli
Ingegnere elettronico, giornalista pubblicista che da molti anni lavora nel settore della comunicazione tecnica.