Come costruire le città sostenibili

città sostenibili

Città sostenibiliPer aiutare le Autorità cittadine e i responsabili dei servizi pubblici nella scelta e nella promozione delle azioni di ristrutturazione energetica ottimali per la costruzione di città sostenibili e vivibili, un progetto finanziato dal VII Programma Quadro dell’Unione Europea sta studiando, sviluppando e validando una specifica piattaforma per il supporto alle decisioni.
In particolare, il progetto URB-GRADE (URB-Grade: Decision Support Tool for Retrofitting a District, Towards the District as a Service) interviene nella modernizzazione di un quartiere in modo che diventi più efficiente dal punto di vista energetico, più efficace in termini di costi e più confortevole per i suoi cittadini, in quello che è conosciuto come un approccio “District as a Service Platform” (DaaS Platform).

Il progetto città sostenibili

La piattaforma URB-GRADE diventa così uno strumento importante per la pianificazione della città sosteniibili e per il processo decisionale grazie alla raccolta d’informazioni provenienti da un’ampia gamma di sensori, da altre fonti di dati aperti e da risorse basate su sondaggi. Una volta raccolti, i dati vengono poi gestiti usando tecniche di elaborazione di eventi complessi (CEP) per generare informazioni rilevanti, che saranno disponibili su una piattaforma di servizio comune basata sul Cloud.
Nel corso della durata del progetto, sono stati allestiti tre differenti test, in posizioni geografiche diverse tra loro: la città di Eibar, in Spagna, ha puntato a migliorare l’efficienza energetica della propria rete per l’illuminazione stradale in diverse aree urbane (commerciali, residenziali e industriali), senza compromettere il livello di comfort di quelli che beneficiano del servizio, mentre nella città di Kalundborg, in Danimarca, lo scopo era quello di ridurre il consumo energetico nelle abitazioni, aumentando la consapevolezza relativa all’utilizzo di energie rinnovabili attraverso campagne ambientali.
Per il terzo progetto pilota a Barcellona, in Spagna, l’obiettivo era quello di migliorare il profilo del consumo energetico dei negozi di strada, senza ridurre i livelli di comfort degli utenti.

 

Informazioni su Maurizio Gambini 267 Articoli
Ingegnere elettronico, giornalista pubblicista che da molti anni lavora nel settore della comunicazione tecnica.