I vincitori del Trofeo Smart Project di Omron

trofeo smart project di Omron

trofeo smart project di OmronSi è svolta a Roma – presso il Miur – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – la nona edizione del Trofeo Smart Project di Omron, la gara nazionale legata al mondo dell’automazione industriale che premia gli studenti degli istituti tecnici e professionali.

Il progetto è il linea con le direttive ministeriali che promuovono l’interazione tra la scuola e il lavoro e puntano a valorizzare le eccellenze italiane.

L’obiettivo è ambizioso: portare all’integrazione di competenze tra mondo produttivo e istruzione tracciando un cambiamento significativo nell’insegnamento e nell’approccio culturale. In questo modo si vuole colmare il “gap” che normalmente esiste tra le due realtà. 

Omron crede fortemente in questo progetto e nella possibilità di formare i ragazzi attraverso iniziative concrete”, ha detto Massimo Porta, Country General Manager di Omron Italia. “Tutto si basa su tre importanti valori: passione, rispetto e curiosità. Questi sono i motori che permettono di raggiungere obiettivi impensabili. Questa cerimonia è un importante momento di crescita personale e professionale per gli studenti e per noi, invece, è un’emozione constatare l’impegno e la voglia di creare che gli studenti riescono a mettere in campo. I progetti di quest’anno sono decisamente di alto livello”.

Il Trofeo Smart Project, coordinato da Michele Di Benedetto, mette a confronto progetti di automazione realizzati dagli studenti degli ultimi due anni degli Istituti tecnici con strumenti software e dispositivi hardware messi a disposizione da Omron. 
Vengono premiati i migliori progetti, ma anche il miglior modo di comunicare. 

Quest’anno sui 48 progetti presentati, 11 sono arrivati alla finale a Roma dove le squadre composte da un docente e da due studenti hanno sostenuto prima alcuni test legati all’automazione e poi hanno presenta a una platea – composta da professori, tecnici e giornalisti – il progetto. Importante, in questo contesto, non solo la conoscenza tecnica e la bontà del progetto, ma anche la capacità nell’esporre e comunicare. 

I premi, come tutti gli anni, consistono in buoni acquisto per le Scuole e borse di sttrofeo smart project 2016udio per gli studenti.

Il Premio “Eccellenza nella comunicazione” è stato assegnato al Progetto Scuola A++ presentato da Pietro Gori e Massimo Arcangeli dell’ITTS Fedi-Fermi di Pistoia.

Per quanto riguarda gli altri premi ricordiamo tra gli studenti il primo posto per Pietro Gori dell’ITTS Fedi Fermi di Pistoia, mentre per le scuole: primo classificato ITTS Fedi-Fermi di Pistoia, secondo ITIS Fermo-Corni di Modena; terzo classificato l’Istituto Einstein-Bachelet di Roma.

 

Informazioni su Alessia Varalda 505 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.