IP360, il videocitofono di Bpt non si pone limiti

IP360 Came BPT

IP360 Came BPTLa creazione e la gestione di una rete videocitofonica dipende generalmente dalla sua complessità ed estensione. Came ha risolto alla radice il problema realizzando IP360, il nuovo sistema videocitofonico Bpt creato per offrire prestazioni evolute in linea con i più moderni scenari residenziali, commerciali, industriali e terziari.
Basato su rete Ethernet e protocolli di comunicazione standard, IP360 non ha limiti applicativi consentendo l’utilizzo della videocitofonia Bpt all’interno di impianti multi-divisione: che si tratti di dispositivi del gruppo o di sistemi terzi, la comunicazione è assicurata grazie all’impiego di un linguaggio comune.
Tutti i dispositivi del sistema IP360 possono essere collegati su reti LAN già esistenti, senza l’obbligo di cablaggi dedicati. Il sistema utilizza la distribuzione Ethernet come struttura principale per la comunicazione, garantendo un’estensione pressoché infinita dell’impianto in termini di numero dei dispositivi collegabili, di dimensioni della rete e di chiamate in contemporanea audio/video.
Bpt ha inoltre sviluppato la app XIP Mobile per smartphone e tablet iOS e Android attraverso la quale gestire direttamente sul dispositivo mobile le chiamate audio/video provenienti da elementi del sistema videocitofonico digitale IP360. In più, con un semplice tocco, possono essere attivate le funzioni di apertura della porta, accensione luci scale, inserimento della funzione privacy video, ottenute attraverso la programmazione dei comandi ausiliari.
IP360 è completamente integrato con il nuovo sistema domotico Came Domotic 3.0, evitando così l’installazione di dispositivi aggiuntivi dal momento che il server domotico è anche il gestore delle chiamate da posto esterno.
IP360 Came BPT biancoIP360 può inoltre visionare le immagini di TVCC provenienti dal posto esterno o da telecamere sia di tipo tradizionale sia IP. Le possibilità di integrazione sono molte: in caso ad esempio di eventi di motion detection delle telecamere IP, possono essere generate azioni tipiche di un impianto di videosorveglianza (come l’accensione delle luci o la chiamata video verso smartphone e tablet).
Il sistema IP360 consente infine l’interfacciamento di dispositivi di terze parti provvisti di protocollo SIP, quali terminali domotici o centralini telefonici VoIP. Sarà così possibile ricevere la chiamata videocitofonica e attivare l’apertura di un cancello o di un varco direttamente da touch panel senza la necessità di avere un videocitofono all’interno dell’abitazione.

Informazioni su Alessia Varalda 504 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.