Illuminazione smart con l’Internet of Things

convegno assil sull'illuminazione smart

convegno assil sull'illuminazione smartIlluminazione smart e Internet of Things sono stati i due principali temi sui quali si è dibattuto durante il convegno “Alla velocità della luce. Nuovi traguardi per il mondo dell’illuminazione” organizzato da Assil – Associazione Nazionale Produttori Illuminazione federata ANIE Confindustria.

Il mondo della luce è cambiato radicalmente grazie all’avvento del led e ora l’internet of Things, la digitalizzazione e gli oggetti connessi rappresentano una nuova opportunità per l’illuminazione smart.

L’obiettivo principale dell’industria illuminotecnica è sempre stato lo sviluppo di prodotti in grado di soddisfare le esigenze visive e garantire le prestazioni migliori in termini di efficienza energetica.

Ma con la tecnologia LED è cambiato il modo di concepire la luce influenzando la progettazione illuminotecnica sia da un punto di vista di prodotto sia di impianto. Infatti, oltre all’efficienza e ai rendimenti luminosi, la miniaturizzazione e i vantaggi in termini di controllabilità, configurazione e adattabilità permettono un’integrazione delle sorgenti LED in sistemi di illuminazione evoluti.

L’illuminazione è ovunque ed è già connessa alla rete elettrica

“Il processo di Ledificazione del mercato – spiega Aristide Stucchi, Presidente ASSIL nel quadriennio 2012-2016 – ha reso possibile il raggiungimento di importanti traguardi in ambito di efficienza energetica, rappresentando senza dubbio il driver per lo sviluppo dell’industria europea ed italiana dell’illuminazione. Le scoperte scientifiche legate agli effetti biologici dell’illuminazione e l’evoluzione dell’elettronica hanno, inoltre, agevolato il passaggio ad un concetto di illuminazione dinamica, in grado di assicurare la migliore illuminazione in ogni situazione”.

Ora alla rivoluzione del LED si affiancano nuovi scenari che mettono l’illuminazione smart al centro dell’Internet of Things e l’uomo al centro della luce. 

La capillarità delle reti di illuminazione e l’evoluzione dell’elettronica consentono di sfruttare i punti luce per la trasmissione dei dati, quindi rappresentano un modo per la diffusione dell’Internet of Things.

L’illuminazione è ovunque ed è già connessa alla rete elettrica e, quindi, permette lo sviluppo di soluzioni strategiche in grado di far fronte alla nascita degli smart building e delle smart city.

Durante il convegno è stato presentato il nuovo presidente dell’Associazione Nazionale Produttori Illuminazione, Massimiliano Guzzini, che ha sottolineato come ”l’innovazione sia il motore della crescita e dell’internazionalizzazione, ed anche un fatto culturale. Promuovere il sapere e la conoscenza della luce come elemento tecnico, normativo, sociale e culturale consente di formare professionisti sempre più preparati e orientati a ricercare prodotti e aziende di qualità.

Innovazione e cultura sono valori che l’industria italiana ha nelle proprie corde più di chiunque altro; valori che vanno tutelati da normative nazionali ed europee in grado di garantire a tutti le stesse opportunità.” 

 

Informazioni su Alessia Varalda 634 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.