Verso le reti elettriche intelligenti

sunsys_pcs2-socomec per reti intelligenti

sunsys_pcs2-socomec per reti elettriche intelligentiPer soddisfare la crescente domanda di energia elettrica, è oggi in atto un processo di ammodernamento delle reti elettriche che devono sempre più essere “intelligenti” per rispondere alle nuove esigenze che si stanno affacciando nel settore, quali la maggiore integrazione delle fonti rinnovabili non programmabili.

In questa rapida evoluzione del sistema elettrico, è particolarmente apprezzato l’utilizzo di sistemi di conversione e accumulo per migliorare l’operatività della rete.

Socomec, società specializzata in soluzioni integrate di conversione di energia e sistemi di accumulo dell’energia, ha progettato e commercializza una gamma completa di sistemi modulari e flessibili in grado di offrire servizi di supporto alla rete, come la regolazione della tensione e della frequenza di rete, richiesti dalle aziende produttrici di energia elettrica.

in particolare, il sistema Sunsys PCS², già utilizzato nell’ambito di una serie di progetti dimostrativi di “smart grid” attivati negli anni a livello europeo, il sistema ha recentemente testimoniato la competenza di Socomec nelle soluzioni di conversione e accumulo di energia con i risultati ottenuti al termine di un rigoroso programma di test eseguiti presso il centro di ricerca Enel di Livorno.

Un programma che ha simulato una rete intelligente con generatore Diesel integrato, funzionante in entrambe le modalità operative: on e off grid. La serie di prove è stata condotta con un Sunsys PCS² 66TR-IM alloggiato in uno shelter realizzato specificamente per il progetto, in modo da includere sia il convertitore, sia i rack batterie agli ioni di litio da 78 kWh, un’architettura modulare che offre i massimi livelli di disponibilità, anche in caso di guasto o manutenzione.

Il test si è incentrato sull’analisi delle batterie in combinazione con il sistema di conversione Socomec ed ha confermato l’impatto positivo di quest’ultimo sulle prestazioni complessive della soluzione di accumulo di energia. I risultati hanno ampiamente superato i criteri prestabiliti da Enel, che li ha valutati “eccellenti”, grazie all’architettura flessibile e modulare e alla funzionalità del “dynamic power control”, il sistema che consente di ottimizzare il rendimento complessivo utilizzando solo i moduli di potenza richiesti effettivamente dal carico.

 

Informazioni su Maurizio Gambini 267 Articoli
Ingegnere elettronico, giornalista pubblicista che da molti anni lavora nel settore della comunicazione tecnica.