Energy harvesting e IoT: EnOcean presenta il marchio Dolphin

Energy Harvestin e IoT per EnOcean

Energy Harvestin e IoT per EnOceanEnOcean, l'azienda specializzata nello sviluppo della tecnologia wireless energy harvesting, presenta il marchio Dolphin – Self-powered IoT by EnOcean per i moduli radio senza batterie e i prodotti white label. 

Stop alla manutenzione: EnOcean produce e distribuisce soluzioni con sensori radio per applicazioni nell'ambito dell’Internet of Things (IoT) utilizzabili per l'automazione industriale e degli edifici, negli impianti di domotica e nei sistemi di comando delle luci a LED. 

I prodotti EnOcean si basano su trasformatori di energia miniaturizzati, su componenti elettronici a risparmio energetico e su un'affidabile tecnologia radio per diversi standard.

Sono posizionabili nei punti ideali: interruttori accanto alla porta, sensori termici sul luogo di lavoro e rilevatori di movimento nel centro del locale. Gli edifici – grazie a questa tecnologia –  possono essere progettati, costruiti e gestiti in modo più flessibile rispetto a edifici cablati. I sensori attingono la propria energia dall’ambiente circostante: sono sufficienti minime variazioni di movimento, temperatura, pressione, luce…

I prodotti a marchio Dolphin

La gamma di prodotti comprende moduli radio senza batterie con radio EnOcean nella frequenza sub 1 GHz: 
•    868 KHz EnOcean per l'Europa;
•    902 MHz EnOcean per il Nordamerica;
•    928 MHz EnOcean per il Giappone. 

Internet of Things (IoT) senza batterie

I moduli Dolphin sfruttano il principio dell'energy harvesting che consente di produrre energia dall'ambiente circostante per l'alimentazione di reti di sensori radio autoalimentati. I trasformatori di energia miniaturizzati trasformano il movimento, la luce o le differenze di temperatura in energia elettrica. 

In abbinamento a un sistema efficiente di gestione dell'energia, la tecnologia energy harvesting rende possibile la comunicazione fra gli apparecchi IoT sulla base di diversi standard radio come EnOcean, ZigBee e BLE.
Queste soluzioni possono essere utilizzate in diversi ambiti: dall'automazione degli edifici agli impianti di domotica, dai sistemi di comando e gestione delle luci a LED alle applicazioni industriali. 

"La base dell’Internet of Things è costituita dagli apparecchi collegati in rete, che elaborano grandi quantità di dati forniti dai sensori per configurare la nostra quotidianità in modo più semplice, sicuro e confortevole", spiega Wald Siskens, amministratore delegato di EnOcean. "I nostri moduli Dolphin sono le fondamenta per questo collegamento in rete complessivo: sensori autoalimentati su base radio che forniscono i dati ai sistemi IoT."

EnOcean: la chiave per edifici ecosostenibili e intelligenti 

La sinergia tra trasformatori di energia miniaturizzati e un’affidabile tecnologia radio consente di realizzare edifici efficienti, ottimizzati, flessibili e che non necessitano di manutenzione.
I vantaggi sono:

  • l’automazione degli edifici garantisce efficienza energetica, riduzione dei costi di gestione, miglioramento del comfort e della sicurezza;
  • la tecnologia radio senza fili consente di definire il numero, la funzione e la flessibilità dei sensori necessari, riducendo i tempi di installazione e i costi del sistema;
  • l’assenza di batterie riduce i costi per gli interventi di manutenzione. La tecnologia radio EnOcean senza batterie è ecologica e risponde ai requisiti della bioedilizia.
Informazioni su Alessia Varalda 504 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.