Smart Building e efficienza energetica: KNX è la risposta secondo Massimo Valerii

Le tecnologie oggi disponibili possono migliorare significativamente l’efficienza energetica, aprendo la strada alla diffusione degli edifici intelligenti?

Lo abbiamo chiesto a Massimo Valerii, Presidente di KNX Italia, l’Associazione che da oltre 15 anni rappresenta un costante punto di riferimento per costruttori, integratori di sistema, poli universitari e centri di ricerca che hanno scelto la tecnologia KNX quale standard di riferimento per la realizzazione di sistemi domotici e di automazione intelligente degli edifici.

Nei Paesi industrializzati, gli edifici commerciali e residenziali consumano circa il 40% dell’energia primaria per il riscaldamento, il condizionamento, l’illuminazione…

È possibile ridurre anche dell’80% questi consumi utilizzando sistemi di gestione intelligenti degli edifici, in grado di controllare le diverse funzionalità, integrandole tra loro a beneficio dell’efficienza energetica, della sicurezza e del comfort.

In questo momento di crisi del settore dell’edilizia, qual è l’importanza degli edifici intelligenti per il mercato?

Oggi ci troviamo in un momento di crisi economica che ha prodotto come diretta conseguenza la crisi del mercato immobiliare. L’impiego delle tecnologie nelle riqualificazioni permette di creare nuovo valore alla costruzione, rendendola più appetibile sul mercato. Inoltre, il sempre maggiore costo di gestione di un edificio, trova un efficace strumento di contenimento delle spese nei sistemi di automazione intelligenti.

Non dobbiamo, inoltre, dimenticare che le innovazioni nella gestione tecnologica delle città (Smart City) richiederanno quanto prima l’implementazione, negli edifici, di reti intelligenti al fine di poterli interconnettere alle Smart Grid.

In questa evoluzione degli edifici, quale ruolo hanno gli standard per la gestione automatizzata e decentralizzata degli impianti tecnici?

Il ruolo degli standard ha molteplici aspetti che sintetizzerei in tre affermazioni:

  • lo standard accelera la diffusione della tecnologia all’interno degli edifici;
  • rende più semplice la formazione dei professionisti e degli installatori coinvolti nelle attività di progettazione, installazione e configurazione degli impianti;
  • rende più semplice la creazione dell’impianto integrato, in quanto semplifica tutta l’attività tecnica d’integrazione dei diversi sistemi.
KNX è senz’altro uno tra i più importanti standard per l’automazione degli edifici. Quali sono le sue principali caratteristiche?

smart building knxKNX è oggi lo standard mondiale, aperto e conforme alle principali normative europee ed internazionali, che consente la gestione automatizzata e decentralizzata degli impianti tecnologici di un’ampia tipologia di strutture: edifici commerciali, industrie, uffici, abitazioni, locali pubblici, scuole e tante altre ancora.

Il sistema KNX s’inserisce naturalmente nel filone concettuale dell’edilizia più evoluta, attenta ai principi dello sviluppo sostenibile, che vede nel servizio alla persona e nel comfort il valore aggiunto e imprescindibile della costruzione moderna, innovativa, sicura.

KNX può essere utilizzato in tutte le possibili applicazioni e funzioni per il controllo delle abitazioni e degli edifici: dall’illuminazione al controllo delle serrande, dalla sicurezza al monitoraggio del riscaldamento, della ventilazione e dell’aria condizionata, dal controllo idrico e degli allarmi alla gestione energetica, eccetera.

KNX migliora il comfort e la sicurezza e contribuisce fortemente al risparmio energetico (sino al 50% per il controllo dell’illuminazione e del riscaldamento) e alla riduzione dell’impatto ambientale. Inoltre, può essere implementato sia negli edifici nuovi, sia in quelli preesistenti, qualunque sia la loro dimensione. Le installazioni KNX possono essere facilmente ampliate ed adattate in funzione delle nuove esigenze, in poco tempo e con investimenti finanziari minimi.

Tra i molteplici vantaggi di un sistema di gestione integrato vi è anche quello di facilitare l’ottenimento delle certificazioni di efficienza degli edifici?

Certamente sì! Oggi, infatti, al di là degli obblighi normativi, è impossibile realizzare un edificio con classe energetica molto elevata senza ricorrere a sistemi di monitoraggio e controllo dei parametri ambientali.

I sottosistemi tecnologici che controllano le funzioni legate all’efficienza energetica degli edifici – che vanno dalla contabilizzazione delle energie consumate alla termoregolazione al controllo della ventilazione e degli oscuramenti esterni – devono scambiarsi informazioni per operare in sinergia e questo è possibile solo attraverso l’integrazione resa disponibile dai sistemi di automazione dell’edificio.

Un buon sistema di gestione può valorizzare economicamente un edificio?

Ancora una volta, la risposta è sì! Oggi il concetto di “valore” dell’edificio sta cambiando ed acquisiscono sempre più importanza i parametri “costo di gestione” e “funzioni di servizio disponibili”. Pertanto, la presenza di un sistema di gestione buono, ricco e standard all’interno di un edificio ne aumenta sicuramente il valore economico e la sua percezione da parte dell’utente.

Quali nuove opportunità può offrire KNX ai progettisti e agli installatori degli impianti tecnici?

edifici intelligentiOpportunità di business che, da una parte, risiedono nella possibilità di offrire al cliente, all’interno del progetto dell’impianto dell’edificio, un maggior valore aggiunto.

Il progettista si trova ad impiegare una tecnologia che, per la sua flessibilità legata all’attività di programmazione, gli permette di rispondere in modo più puntuale alle esigenze del cliente, con costi e tempi ridotti, anche, una volta che i lavori sono completati, nella normale operatività dei sistemi.

Dall’altro lato, cresce la possibilità di aumentare la marginalità delle installazioni impiantistiche grazie alla semplificazione dei cablaggi, che risultano indipendenti dalle funzionalità che si vogliono ottenere dall’impianto, alla flessibilità di poter intervenire nella modifica della logica di funzionamento dell’impianto senza doverlo ricablare.

Nuove opportunità vengono anche dalla possibilità di offrire servizi sull’impianto successivamente alla sua installazione e collaudo: servizi contrattualizzati di assistenza, riconfigurazione, gestione o controllo da remoto, diagnosi predittiva di guasti e malfunzionamenti.

Quali sono le proposte formative di KNX per gli operatori del settore?

I sistemi di automazione e di gestione dell’edificio hanno maggiore complessità perché fanno uso di tecnologie elettroniche ed informatiche nuove per il mondo dell’installazione elettrica. Pertanto tali sistemi, per essere correttamente configurati, richiedono professionalità e competenze.

La formazione, che da sempre ricopre un ruolo di fondamentale importanza all’interno del mondo KNX, ha consentito lo sviluppo e la diffusione dello standard. La Scuola KNX consente di impadronirsi della tecnologia d’applicazione dei sistemi KNX per l’automazione dell’edificio attraverso l’organizzazione di corsi con uniformità di contenuti e documentazione.

Contribuisce in maniera determinante a preparare e istruire i professionisti attivi nel settore dell’installazione elettrica, fornendo loro gli strumenti per progettare e gestire gli impianti secondo i moderni canoni del nuovo sistema.

Testimonianza tangibile di tale intensa attività sono gli oltre 2.500 KNX Partner presenti nel nostro Paese. Diverse sono le possibilità offerte, che spaziano dal Corso Introduttivo, della durata di 2 giorni, in cui vengono illustrati i fondamenti della tecnologia KNX per apprendere le potenzialità del sistema, al Corso Certificato Base, della durata di 5 giorni, che affronta nel dettaglio i principi di base della tecnologia KNX con diversi esempi pratici applicativi.

Completa il percorso, il Corso Certificato Avanzato, della durata di 5 giorni suddivisi in due sessioni, dedicato a chi ha già partecipato al corso base e ha conseguito la certificazione KNX. Infine, il Corso Certificazione Tutor, della durata di 3 giorni, rivolto a chi ha già partecipato ai corsi base e avanzato e ha conseguito la certificazione KNX Partner. La certificazione KNX Tutor attesta il massimo grado di competenza nella progettazione e realizzazione di un impianto KNX.

Redazione
Informazioni su Redazione 543 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.