Qundis Q SMP: i consumi elettrici li verifichi sul Cloud

QUNDIS_Q_SMP

QUNDIS_Q_SMPVerificare i propri consumi elettrici sul Cloud è oggi possibile grazie alla rinnovata piattaforma Smart Metering di Qundis, soluzione completamente automatizzata basata sul Cloud.

Produttore di sistemi AMR, ripartitori di calore, contatori di calore e d’acqua e smart meter gateways per la gestione di dati dei consumi energetici, Qundis ha, infatti, introdotto un completo aggiornamento della piattaforma Smart Metering, sviluppando una serie di nuove funzioni nate dalle più recenti richieste dei clienti e includendo alcuni perfezionamenti che riguardano la stabilità operativa e la sicurezza.

I dati relativi ai consumi energetici raccolti vengono trasferiti al Cloud attraverso la rete di telefonia mobile e possono, inoltre, essere gestiti in qualunque luogo e in ogni momento attraverso il portale web Qundis Q SMP.

Le nuove funzioni introdotte semplificano l’operatività della piattaforma: gli amministratori che la utilizzano hanno ora la possibilità di aggiungere al proprio account ulteriori utenti che possono accedere alle informazioni oppure eventualmente eliminarne altri, se lo desiderano. I nuovi utenti inseriti dispongono di tutti i diritti necessari sia per la configurazione dei profili di trasmissione, sia l’amministrazione dei gateway, aumentando in tal modo la flessibilità in termini d’installazione delle reti di lettura a distanza AMR (Automatic Meter Reading).

QUNDIS_Systemhaus_AMR-SMPPer la configurazione di un nuovo gateway tramite la piattaforma Q SMP non sarà più necessario collegare manualmente il dispositivo a un nodo di rete specifico (nodo Q 5 o WTT), ma sarà sufficiente selezionare il numero della rete AMR: la piattaforma Q SMP assegnerà automaticamente al gateway il nodo di rete con il migliore segnale di ricezione, semplificando sensibilmente le modalità di utilizzo del sistema.

Da ultimo, con la nuova versione 1.8 del software Q SMP, il profilo di trasmissione consente maggiori opzioni di scelta, offrendo agli utenti la possibilità di adattare in modo ancora più efficace il trasferimento dei dati in base alle proprie esigenze. Ora, ad esempio, è possibile scegliere le designazioni predefinite dei dati dei file di scansione, mentre in fase di configurazione della trasmissione dati su un server SSH-FTP si può deselezionare la compressione dei dati di misura in un file ZIP e la password per il file ZIP non è più obbligatoria.

 

Informazioni su Maurizio Gambini 267 Articoli
Ingegnere elettronico, giornalista pubblicista che da molti anni lavora nel settore della comunicazione tecnica.