Fotovoltaico e accumulo: la strada per transizione energetica sostenibile

Fotovoltaico e accumulo convegno“Il fotovoltaico in Italia è tornato a crescere e continuerà a farlo anche nei prossimi anni. Tra gli sviluppi l’accumulo energetico (storage) che rappresenta il futuro del fotovoltaico. Penso che questa tecnologia sarà centrale nel raggiungimento degli obiettivi del 2030 e avrà un ritorno di interesse già nel 2017” ha sottolineato Gianni Silvestrini, presidente del Comitato Scientifico di Key Energy, durante la presentazione di Key Solar e Key Storage nuovi settori espositivi di Ecomondo.

Fiera di Rimini, dal 7 al 10 novembre, si arricchirà dunque di due nuove iniziative:  Key Solar, il nuovo settore espositivo dedicato al fotovoltaico e Key Storage, dedicato all'immagazzinamento dell'energia da fonti rinnovabili.

Nel 2016 le fonti rinnovabili hanno coperto circa un terzo dei consumi elettrici totali e il GSE prevede che il trend fotovoltaico si consoliderà in futuro, portando all'installazione di circa 1,5 GW al 2020. 

Dalla tavola rotonda è emerso che fotovoltaico e storage portano con sè inevitabili cambiamenti e nuove sfide: sviluppare la capacità di progettare l’autoconsumo dell’energia sia da un punto di vista tecnico sia finanziario e adottare abitudini di produzione e consumo energetico più consapevoli.

Alberto Pinori“Da tempo noto un cambiamento, una sensibilità diversa sia nel pubblico (famiglie) sia delle istituzioni. La circolare dell'agenzia delle entrate del 3 aprile 2017 torna a considerare impianto fotovoltaico come un bene (a livello di impresa) e quindi rientra nei super ammortamenti. Questo è un grande passo avanti che permetterà a questo settore di tornate a crescere. La strada principale da seguire è quella dell’efficientamento energetico e l’obiettivo non è tornare a incentivazioni dirette, ma perseguire in questo filone delle detrazioni fiscali per il residenziale e dell’ammortamento per le imprese” ha affermato Alberto Pinori, Presidente di Anie Rinnovabili. 

Di fondamentale importanza il nuovo DTR che promuovere l’ammodernamento e la valorizzazione degli impianti fotovoltaici incentivati trovando il giusto compromesso tra sostenibilità ambientale e rispetto delle risorse economiche disponibili consentendo gli interventi di ammodernamento senza limiti specifici e senza stabilire limiti di energia incentivata. 

Parlando di accumulo energetico Pinori ha sottolineato che “in Italia sono stati installati 2mila impianti nel 2015 e 6mila nel 2016 e quest'anno il trend è decisamente positivo, nonostante i costi siano ancora un po' alti. Sono necessarie normative chiare e soprattutto una strategia energetica nazionale per un mercato più sano, con meno improvvisazione e professionisti all’altezza. Siamo di fronte a un cambiamento di paradigma energetico dove l’elettrificazione la fa da padrona e dove il fotovoltaico e l’accumulo sono i protagonisti indiscussi”.

Fabio Zanellini, Presidente Commissione Tecnica Gruppo Accumuli di ANIE Energia, ha sottolineato che “l’utilizzo di sistemi di accumulo cresce sempre di più, sia perché la quota di generazione da fonti non programmabili è sempre più importante, sia per la concomitante riduzione della produzione degli impianti tradizionali, programmabili”.  

Paolo Rocco Viscontini, presidente di Italia Solare, ha sottolineato che “è necessario che l’Italia recuperi la sua posizione di leader in questo settore. Io credo fermamente che il fotovoltaico e l’accumulo siano fondamentali per la strategia energica del nostro paese, inoltre, nonostante i nodi da sciogliere siano ancora molti, l’accumulo consente di risolvere il nodo della scarsa programmabilità del fotovoltaico. In questi anni i prezzi sono scesi, ma è un peccato che l’Italia non stia sfruttando questa possibilità dopo tanti sforzi. Mi auguro che le detrazioni e il super ammortamento diano la spinta per una vera è propria risalita”.

 

Informazioni su Alessia Varalda 504 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.