Nuovi confini per la tecnologia HVDC Light

ABB tecnologia HVDC Light

ABB HVDC LightPer celebrare i 20 anni della tecnologia HVDC Light (trasmissione di energia in alta tensione in corrente continua), ABB ha recentemente ampliato ulteriormente i confini di questa tecnologia pionieristica che ha consentito la trasmissione affidabile, conveniente ed efficiente di grandi quantità di energia su lunghe distanze.

Il nuovo sviluppo tecnologico dell'HVDC Light permetterà di duplicarne la capacità, portandola a 3.000 megawatt, e consentirà un ulteriore miglioramento in termini di compattezza, con la potenzialità di aumentare del 350% la potenza del convertitore per metro quadro di superficie utilizzata.

Questo risultato rappresenta un notevole beneficio per applicazioni quali l’eolico offshore o le interconnessioni su lunga distanza poiché, sia le installazioni su piattaforma, sia quelle su terraferma, richiederanno spazi e volumetrie ridotte.

ABB tecnologia HVDC LightI recenti progressi di ABB, con il raddoppio della potenza e delle distanze, nascono grazie allo sviluppo di una nuova generazione di semiconduttori, che consentono un migliore controllo e rendono i sistemi HVDC più compatti ed economicamente meno costosi.

Grazie ad una maggiore capacità di tensione, fino a 640 kV, quest’ultima innovazione consente di raddoppiare le distanze di trasmissione, portandole fino a 2.000 km, rendendo possibile il trasporto dell’energia su lunghissime distanze, consentendo l’integrazione di diverse fonti rinnovabili e la realizzazione di linee d’interconnessione più lunghe.

A ciò si aggiunge l’ulteriore riduzione delle perdite, un vantaggio che, combinato con le altre nuove caratteristiche, ottimizza i costi per i proprietari e gli operatori dei sistemi di trasmissione.

Inoltre, il sistema di protezione e controllo MACH di ultima generazione, basato su ABB Ability, garantirà maggiore efficienza e affidabilità, mentre le nuove stazioni di conversione sono state oggetto di miglioramenti estetici e progettuali.

Claudio Facchin, Presidente della divisione Power Grids di ABB ha così commentato questo nuovo annuncio: «Siamo stati pionieri della tecnologia HVDC negli anni ’50 segnando una svolta e la nascita dell'HVDC Light nel 1997 ha rappresentato una delle pietre miliari nel nostro viaggio verso l’innovazione. Mentre celebriamo i vent’anni dalla svolta, siamo pronti a scrivere il nuovo capitolo di questa tecnologia, con miglioramenti significativi che consentiranno di trasmettere energia su distanze ancora più lunghe con perdite minime, portando enormi benefici ai nostri clienti. HVDC è una pietra miliare della nostra strategia Next Level, rafforzando la nostra posizione di partner preferenziale nella realizzazione di reti più forti, più intelligenti e più sostenibili».

 

Informazioni su Maurizio Gambini 267 Articoli
Ingegnere elettronico, giornalista pubblicista che da molti anni lavora nel settore della comunicazione tecnica.