Con TREEE anche i rifiuti elettrici ed elettronici fanno economia circolare

La realtà nata da Centro Servizi Raee e JZ International spazia dalla consegna di apparecchi alla raccolta e al riciclo di rifiuti elettrici ed elettronici

smaltimento rifiuti elettrici ed elettronici

Il settore italiano della raccolta, del trattamento e del riciclo dei rifiuti elettrici ed elettronici (Raee) viaggia su tassi di crescita record, come testimoniato dal +37% del 2016. Una percentuale destinata ad aumentare negli anni a venire, sulla scia delle direttive europee sul trattamento dei rifiuti tecnologici che l'Italia ha recepito e introdotto anche nella gestione dei Raee.

Nel caso dei rifiuti elettrici ed elettronici, infatti, chi produce, importa o commercializza apparecchiature sul territorio italiano è chiamato a farsi carico, nell’ambito dei sistemi di raccolta differenziata, del finanziamento della gestione di un sistema di riciclo dei prodotti una volta diventati rifiuti, in modo che questi siano trattati e trasformati in materie prime secondarie, garantendo così il recupero di almeno il 90% del peso

In questo panorama normativo ed economico sempre più attento alla tutela ambientale e alle scelte “green” si posiziona il neonato gruppo industriale TREEE (Treatment and Recycling of Electric and Electronic Equipment), frutto della collaborazione tra Andrea Ratti, fondatore, nel 2008, di Centro Servizi Raee (CSR) e il fondo di private equity anglo-americano JZ International, sponsor dell'iniziativa imprenditoriale.

La società è in grado di completare, per la prima volta in Italia, la filiera che va dalla consegna a domicilio degli elettrodomestici alla raccolta, trattamento e riciclo dei rifiuti elettrici ed elettronici, in un vero e proprio concetto di economia circolare.

“Con oltre 70.000 tonnellate gestite TREEE diventa, per dimensioni di fatturato consolidato e dislocazione territoriale degli impianti, il primo interlocutore per i grandi operatori del settore degli elettrodomestici e dei prodotti elettronici, che potranno avvalersi degli standard di sicurezza tipici di un’impresa di medio-grandi dimensioni”, commenta Andrea Ratti.

Si consolida il mercato italiano dei rifiuti elettrici ed elettronici

Centro Servizi Raee, rinominata TREEE a seguito dell'operazione finanziaria, ha perfezionato, nell'ottica di un rafforzamento strategico sul mercato italiano del trattamento dei Raee, alcune acquisizioni di altre realtà del settore. Il gruppo ha accolto l’impianto Relight di Rho (MI), gestito da Bibiana Ferrari, società focalizzata su raccolta, trattamento e valorizzazione dei rifiuti elettrici ed elettronici e sullo sviluppo di nuove tecnologie di recupero.

Dal Centro Italia entrano invece Vallone Logistica e gli impianti di Montalto di Castro e di Anagni di Vallone, specializzati nella gestione del fine vita di grandi elettrodomestici, televisioni e piccole apparecchiature. A completare la filiera Fast-Est di Padova, che opera nella consegna e nell'installazione a domicilio di elettrodomestici, il tassello strategico per l’economia circolare delle apparecchiature elettriche ed elettroniche, in grado di intercettare un terzo dei Raee presenti sul mercato. 

Alla prima fase di consolidamento, seguirà una strategia mirata a coprire l’intero mercato italiano, per poi uscire dai confini nazionali, in una prospettiva internazionale di ulteriori acquisizioni nei principali paesi Ue e negli Stati Uniti.

 

Maria Cecilia Chiappani
Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 46 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.