Eco-Conscious Home: abitare sostenibile tra design, tecnologie e riciclo

Zero Waste Design, Upcycled Materials e Low Impact Living sono i filoni della rivoluzione sostenibile che unisce materiali di riciclo e soluzioni smart nella Eco-Conscious Home

Eco-Conscious Home

Possono temi esistenziali quali rapporto tra uomo e natura e rispetto dei cicli vitali ispirare le scelte di arredamento, design e tecnologie nelle nostre abitazioni, nel concetto di Eco-Conscious Home? Le declinazioni di questa crescente sensibilità verso comportamenti e acquisti ecoconsapevoli, che necessariamente influenzano le proposte di aziende e designer di fama mondiale, sono al centro di una recente ricerca del Salone del Mobile di Milano. 

Tutto ha origine nelle fascinazioni evocate dal caso letterario “Norwegian Wood”, il manuale di Lars Mytting dedicato all’arte, tutta scandinava, di tagliare la legna e accatastarla per l’inverno. Ma la correlazione tra queste pratiche e la suggestione generata in chi non ha nulla a che fare con le foreste, abitando magari in moderni appartamenti di città, sarebbe dovuta al fatto che i gesti descritti dallo scrittore norvegese toccano temi universali, legati al rapporto tra uomo e natura e al rispetto del ciclo di vita di un materiale nobile e naturale come il legno. Più che un metodo, quindi, una lezione di vita che incrocia la sensibilità sostenibile emergente in molti aspetti del mercato, nella ricerca di prodotti eco-friendly, intelligenti ed efficienti

Una predilezione che sta raggiungendo anche le mura domestiche, sia nella scelta di mobili, illuminazione e materiali ecocompatibili sia nella gestione efficiente delle risorse energetiche.

Al fine di implementare efficienza energetica e abitare sostenibile, la filiera inizia a “digerire” e applicare questi principi di economia circolare nelle linee di produzione e nell’approvvigionamento delle materie prime, aprendo la strada al riciclo creativo o all’impiego di materiali biodegradabili. La generale tendenza legata al concetto di

Eco-Conscious Home, che recupera in mondo inedito e smart materiali di scarto, si articola in tre micro-trend che ne raccontano le diverse sfaccettature: Zero Waste Design, Upcycled Materials e Low Impact Living.

Zero Waste Design: riciclo e materiali poveri

Tradotto, ragionare in un’ottica di circolarità, minimizzando gli scarti della produzione e progettando accuratamente la durabilità degli oggetti e la loro disassemblabilità, oltre alle capacità di riciclo o di smaltimento. Zero Waste vuol dire anche implementare la ricerca su materiali che riducano l’impatto ambientale di mobili e arredi, rendendoli biodegradabili, come i rifiuti organici.

I mobili, le lampade, gli oggetti di design seguono sempre più il concetto di Eco-Conscious Home, basato su riciclo creativo, efficienza energetica e abitare sostenibile

 R16 Waarmakers Esempio preso dal mondo dell’illuminazione di questo processo imperniato sul design thinking è la lampada a LED R16. Lo studio Waarmakers prova a dare una risposta al tema critico dell’imballaggio che, nella maggioranza dei casi, dopo aver assolto alla sua funzione, diventa un rifiuto da smaltire.

Considerando la resistenza dei tubi di cartone e la loro estetica neutra, adatta a ogni tipo di ambiente interno, i designer Simon e Maarten hanno trasformato il packaging in una componente fondamentale del prodotto.

L’involucro, infatti, contiene la sorgente a LED e l’occorrente per montaggio e sospensione. Basta rimuovere una parte pretagliata dal packaging per ottenere lo spazio da cui passerà la luce e utilizzare una semplice matita per fissare il LED cilindrico.  

Upcycled Materials: abitare sostenibile e ispirazione naturale

Dama LampConsiderare gli scarti una risorsa è alla base di ogni processo di riciclo creativo.

Materiali poveri, di recupero e i rifiuti generati dalla produzione o dal consumo, possono rappresentare una nuova frontiera per i designer, come nel caso di Lucirmás, studio con sede a Barcellona dell’italiana Lucia Bruni, che ha fatto propria la pratica dell’upcycling: tramite tecniche tradizionali di manifattura a mano, si trasformano le bottiglie di vetro in oggetti durevoli e funzionali per la casa.

LaFlor Lamp, per esempio, è una lampada a sospensione che combina una classica bottiglia di vetro a un paralume in rame, mentre il punto luce da tavolo Dama Lamp nasce dal riuso di una caraffa da 5 litri poggiata su una base di legno proveniente da foreste sostenibili e lavorata a mano da artigiani locali.

Low Impact Living: smart home ed efficienza energetica

Adottare stili di vita sostenibili si traduce, nel concetto di Eco-Conscious Home, anche in una maggiore attenzione all’efficienza energetica, con il supporto delle tecnologie smart di ultima generazione, che permettono di monitorare e ottimizzare i consumi energetici negli ambienti.

Netatmo, azienda francese specializzata in sistemi smart per la casa, ha ideato, in collaborazione con Philippe Starck, una serie di termovalvole intelligenti, controllabili anche da remoto tramite app, capaci di ridurre del 37% il consumo di energia per il riscaldamento domestico.

NetatmoGrazie all’integrazione di sensori, le valvole analizzano in tempo reale e con precisione gli elementi esterni (meteo, isolamento della casa, persone nella stanza, elettrodomestici in uso) e regolano automaticamente il funzionamento dei termosifoni.

Alla domotica si abbina il design intuitivo e minimale di Starck, che trasforma comuni termovalvole in cilindri traslucidi in plexiglass con display digitale, la cui tonalità di fondo può essere personalizzata a seconda delle esigenze estetiche.

Gli abitanti della smart home, efficiente e sostenibile, possono adattare la soluzione al proprio stile di vita e al livello di comfort desiderato, creando scenari integrati con gli altri dispositivi intelligenti della casa.  

Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 18 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.