Expo 2015: portare l’energia, portare il futuro

expo 2015 enel

expo 2015 enelA Expo 2015 è attiva una rete intelligente per la distribuzione dell’energia, realizzata con le più moderne tecnologie attualmente disponibili e un sistema di Energy Management per i padiglioni per il controllo dei carichi, l’ottimizzazione dei flussi di energia, l’integrazione degli impianti da fonte rinnovabile e la gestione dell’illuminazione. 
Una Smart Grid creata e voluta e portata da Enel insieme a Siemens, il partner tecnologico che grazie all’ Energy Management System – il cuore digitale sviluppato da un team di ingegneri italiani – ha dotato di infrastruttura tecnologica l’intera esposizione.   

 
Nel padiglione Enel presente ad Expo si potrà  comprendere come le smart  grid trasformino l’energia elettrica da semplice commodity a servizio a valore aggiunto.
Grazie agli studenti del Politecnico di Milano e ai volontari  è possibile conoscere la storia dell’energia, come è cambiata, come si è evoluta, si è trasformata e ovviamente come è diventata: un mondo di energia green interconnessa, che parla, scambia informazioni, garantisce servizi sempre più performanti.


La Smart Grid  – installata in Expo 2015 – è dotata di un sistema di telecontrollo e di protezione evoluto, che permette la gestione di 100 cabine elettriche interconnesse a una rete a media tensione erogata con sistemi a elevata affidabilità ed efficienza, del sistema di ricarica per auto elettriche e dell’illuminazione delle aree comuni con led intelligenti.
Rendere intelligenti le reti significa, in primo luogo, metterle in grado di accogliere l’energia prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili, per loro natura intermittenti e di difficile prevedibilità. In quest’ottica sono fondamentali i sistemi di accumulo, che permettono di immagazzinare l’energia prodotta e di immetterla in rete a seconda delle necessità. Ma allo stesso tempo è l’informazione a farla da padrone: grazie alla telegestione è possibile sapere in tempo reale il consumo dell’intera area, dei singoli padiglioni, dei cluster… ma soprattutto è possibile programmare e regolare i consumi per ottimizzare l’efficienza del sistema.
Siemens ha creato un’interfaccia web e multilingue, basata su cloud, molto semplice che permette ai singoli Padiglioni di consultare i consumi energetici, l’illuminazione e la climatizzazione grazie a uno smartphone.
Siemens ha inoltre fornito hardware,  quadri di distribuzione primaria di media tensione, apparecchi per la misurazione dei consumi energetici.

siemens Expo 2015
Ma lo scopo di tutto questo, oltre a far funzionare nel modo più efficiente il sito espositivo e dare servizi aggiuntivi agli espositori, è anche quello di aumentare la consapevolezza sul sui consumi e ottenere vantaggi economici e puntare all’efficienza energetica.
Proprio per questo nel Padiglione Enel, collegato con tre postazioni di controllo della rete elettrica di Expo Milano 2015 e con una postazione di controllo della mobilità elettrica, i visitatori potranno capire come i flussi energetici si muovano all’interno della Smart Grid di Expo 2015.


Un primo vero esempio di Smart city, le città del futuro; e se nel 2030 l’80% della popolazione vivrà per lo più nelle aree urbane, le Smart Grid non potranno che essere il pilastro per garantire uno sviluppo sostenibile ed efficiente delle città.
Tutto questo non è il futuro, ma è già il presente: noi siamo pronti e la dimostrazione è a Expo 2015, a Milano, davanti ai nostri occhi.

 

Informazioni su Alessia Varalda 534 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.