Smart lighting per gli edifici

illuminazione pubblica 2L'illuminazione degli edifici è stata la protagonista della seconda giornata del convegno che Assil ha dedicato alla smart lighting. Presso la Casa dell'energia e dell'ambiente di Milano, si è parlato infatti di “Illuminazione intelligente negli edifici. L'evoluzione tecnologica per il benessere delle persone e l'efficienza energetica”.
Nei progetti di impianti e sistemi di illuminazione, il primo dei numerosi parametri da prendere in considerazione è, senza dubbio, il computo finale dei dispendi energetici dell'immobile.
 
A questo proposito l'Italia già dieci anni fa aveva normato le prestazioni energetiche degli edifici, con il d.lgs 192/2005 che poi fu modificato dalla 90/2013, legge di recepimento della direttiva europea Epbd 2 (2010/31/UE).
I decreti attuativi della legge 90 sono stati pubblicati lo scorso 15 luglio (GU n. 162) ed entreranno in vigore il 1° ottobre 2015, facendo diventare la qualità energetica una parte integrante del valore commerciale degli immobili. I decreti sono tre e riguardano i requisiti minimi, le linee guida del nuovo Ape 2015 e la relazione tecnica di progetto.
 
La legge riporta, infatti, i nuovi requisiti minimi di prestazione energetica che, d'ora in poi, dovranno prevedere, per ogni intervento, anche un'analisi del rapporto costi-benefici. Gli edifici di nuova costruzione, inoltre, a partire dal 1° gennaio 2021 (2019 per gli edifici della PA) dovranno essere “a energia quasi zero” (Nzeb).
Per quanto riguarda, invece, la nuova metodologia di calcolo della prestazione energetica, la legge stabilisce che vi sia il confronto con un edificio di riferimento, ma solo nel caso di nuove costruzioni o di ristrutturazioni importanti di I livello –ovvero che interessano più del 50% della superficie disperdente dell'involucro o la ristrutturazione dell'impianto termico dell'intero edificio.
In ambito di Ape (Attestato di prestazione energetica) le novità riguardano invece l'aggiornamento del sistema e la pubblicazione delle nuove linee guida. La certificazione, che è obbligatoria per gli edifici della PA e in caso di costruzione, vendita o locazione di un edificio o di un'unità immobiliare, avrà una nuova scala di classificazione che dovrà essere esposta obbligatoriamente negli annunci immobiliari.
 
smart lightingAccanto all'efficienza, sicurezza e fruibilità sono altri due elementi imprescindibili in un progetto illuminotecnico. Durante il convegno, quindi, si è affrontato da un lato il tema dell'illuminazione di emergenza, sottolineando l'importanza di una corretta progettazione e di una costante manutenzione; dall'altro quello della funzionalità della luce. A questo proposito il progettista non può non tenere conto dell'influenza che la luce ha sui parametri psicofiosiologici e, di conseguenza, sulle capacità cognitive e prestazionali delle persone. I più recenti studi sul funzionamento dei fotorecettori dell'occhio umano, tra l'altro, hanno permesso di comprendere meglio questi aspetti, rivelando la stretta correlazione tra la luce e il comportamento dell'individuo.
A dimostrarlo anche i casi applicativi descritti durante il convegno, come il rifacimento dell'illuminazione del polo logistico di un'industria tessile piemontese –il Gruppo Miroglio– a Pollenzo (CN) o quella della scuola media Ugo Guidi di Forte dei Marmi (LU). In ambedue i casi, oltre a una migliore qualità della luce, si sono ottenuti risparmi sui consumi energetici significati, di oltre il 50% per il polo logistico e del 45% per la scuola.
 
Il tema più delicato, anche in questo caso, si dimostra essere quello finanziario. Oltre ai ben noti incentivi fiscali per interventi di efficientamento energetico, sono stati recentemente disposti nuovi strumenti, quali il Fondo per l'efficienza energetica (d.lgs 102/2014) e il Fondo nazionale per finanziare progetti per efficientare ogni anno il 3% del parco della PA centrale (programma Prepac). Mentre il più utilizzato è il Fondo centrale di garanzia per le PMI (legge 662/96) che, pur non essendo stato pensato per l'efficienza energetica, si è dimostrato lo strumento finora più efficace. (RQ)
 
 
Redazione
Informazioni su Redazione 473 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.