Tecnologia italiana a Manhattan

tecnologia italiana
tecnologia italianaGrande complesso residenziale di oltre 320.000 metri quadrati, situato nel distretto di Manhattan, Stuyvesant Town-Cooper Village (PCVST) ha scelto di affidare alla tecnologia italiana la propria sicurezza.
Realizzato per accogliere i veterani di ritorno dalla Seconda Guerra Mondiale, il grande insediamento rappresenta una delle più riuscite urbanizzazioni realizzate a New York nel secondo dopoguerra e deve il suo nome attuale a Peter Stuyvesant, il primo governatore della colonia olandese del New Amsterdam, e a Peter Cooper, industriale, inventore e filantropo, fondatore della Cooper Union.
Attualmente di proprietà di CW Capital, che ne ha affidato l’amministrazione alla CompassRock Real Estate, comprende 11.250 unità immobiliari di diverse tipologie per dimensioni e prezzi, compresi alcuni appartamenti di lusso, dove abitano oltre 30.000 persone, protette da un complesso sistema di sicurezza, con telecamere e apparecchiature di controllo accessi, tra cui l’impianto videocitofonico firmato Comelit Group.
Ognuno dei 110 edifici del complesso è dotato di due posti esterni Vandalcom digitali (uno per ciascun ingresso principale e uno per il retro), realizzati in acciaio inox e particolarmente progettati per resistere ad eventuali atti vandalici.
Comelit ha allestito con Planux, monitor a colori vivavoce con tecnologia “Sensitive Touch”, anche tutti i posti interni degli appartamenti.
«È certamente la più grande fornitura a livello numerico della storia di Comelit: attualmente lo stato di avanzamento dei lavori è al 40% e contiamo di terminare le installazioni in un paio di anni. La parte del leone la fa l’esclusiva tecnologia ViP», spiega Marco Giugnetti, Direttore Vendite Estero di Comelit Group.
Tecnologia italiana 2Grazie a ViP System, il collegamento dei dispositivi avviene tramite plug RJ45: su un’unica rete possono essere, così, collegati dispositivi in numero illimitato. La distribuzione dei cavi non segue le regole dei sistemi classici, ma è totalmente flessibile: ad ogni plug può essere connesso un videocitofono, una postazione esterna, un centralino o una telecamera scorporata.

Redazione
Informazioni su Redazione 523 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.