Successo del Made in Italy nel Sud Est asiatico

Made in Italy in Asia

Made in ItalyUna realizzazione certamente all’altezza del miglior Made in Italy quella portata a termine in tempi davvero da record, soli 5 mesi, grazie ai prodotti Comelit nel quartiere residenziale The Caribbean di Singapore.

«Si tratta di un’area di considerevoli dimensioni costruita nel 2004 da Keppel Land, uno dei maggiori costruttori del Sud Est Asiatico, per la quale abbiamo dovuto realizzare un upgrade completo dell’intero impianto videocitofonico, per via dei continui problemi di affidabilità che quello esistente evidenziava», spiega Gianluca Ferretti, Asia Pacific Area Manager Export Department di Comelit, che ha seguito da vicino i lavori di ristrutturazione dell’esclusivo complesso residenziale.

Si tratta, infatti, di una struttura composta da 40 edifici per un totale di 1.000 appartamenti con specifiche problematiche, legate soprattutto alla complessità degli impianti e alle notevoli distanze in gioco, che la tecnologia dell’azienda di Rovetta (BG) ha risolto, sfruttando l’alto valore tecnico e l’elevata flessibilità del sistema digitale ViP.Made in Italy

«Oltre all’indubbio vantaggio di poter utilizzare il cablaggio esistente senza posare nuovi cavi e limitando al minimo i disagi per i residenti, il sistema ViP è una vera e propria “piattaforma aperta” che consente di realizzare un numero di applicazioni potenzialmente infinito», prosegue Ferretti. «Innanzi tutto il sistema è in grado di gestire le chiamate simultanee, evitando attese o disagi in un impianto a così alta densità abitativa. Un’altra prerogativa di ViP, espressamente richiesta dalla committenza, è la funzione Message Broadcasting, che consente all’amministrazione d’inviare da una postazione PC comunicazioni che vengono visualizzate direttamente sul monitor di ogni appartamento; in questo modo le operazioni sono notevolmente snellite, oltretutto con un sensibile risparmio di carta».

I numeri della fornitura sono importanti: 80 pulsantiere videocitofoniche esterne 316Touch, con schermo touch a colori retroilluminato da 8 pollici, e 1.000 monitor 7Stelle, con interfaccia grafica user friendly e comandi touch, che possono essere gestiti sull’ampio display panoramico a colori da 7 pollici.

Maurizio Gambini
Informazioni su Maurizio Gambini 267 Articoli
Ingegnere elettronico, giornalista pubblicista che da molti anni lavora nel settore della comunicazione tecnica.