Come coniugare tecnologie intelligenti e mobilità sostenibile?

ABB porto di Genova mobilità sostenibile

ABB porto di Genova mobilità sostenibileUna domanda cui si è cercato di rispondere nel corso della Genova Smart Week, la manifestazione per la promozione e la diffusione delle tecnologie intelligenti che si è tenuta nella Città della Lanterna dal 23 al 28 maggio scorsi e nel corso della quale ABB ha presentato alcune delle proprie soluzioni a sostegno della mobilità sostenibile.

Nel corso della manifestazione, in particolare, ABB ha presentato due sistemi di ricarica per veicoli elettrici: una colonnina standard bifacciale, per il rifornimento contemporaneo di due veicoli, e una stazione veloce della serie Terra, entrambe predisposte per la connettività, che ne consente la gestione tecnica e commerciale da remoto.

Come spiega Paolo Leone, Responsabile Account Management di ABB Italia: «A Genova Smart Week, ABB conferma il suo forte impegno alla riduzione dell’impatto ambientale, che realizza attraverso rigorose policy interne e il rispetto delle comunità in cui opera. In questa direzione va l’impegno nei confronti della mobilità sostenibile, promossa anche attraverso iniziative dedicate ai dipendenti (car sharing, car pooling e incentivi per l’uso del mezzo pubblico) e lo sviluppo di soluzioni tecnologiche specifiche, quali i sistemi di ricarica per i veicoli elettrici e di monitoraggio e gestione degli stessi. ABB è anche partner del progetto europeo Unit-E, per rendere il viaggio su strada attraverso l’Europa con veicoli esclusivamente elettrici una realtà. E uno dei punti di arrivo, non a caso, è proprio il Porto Antico di Genova».

ABB colonnine ricarica mobilità sostenibileIl capoluogo ligure è anche una significativa palestra di applicazione delle tecnologie innovative, come testimoniato dallo studio di efficientamento del Tribunale e dalla collaborazione di ABB come partner tecnologico del Comune di Genova nel progetto finalizzato a farne una delle prime Smart City italiane ed europee. Inoltre, recente anche il rinnovo dell’accordo con l’Università degli Studi di Genova per progetti di ricerca, che, grazie alla condivisione di conoscenze e risorse economiche, portino alla produzione di tecnologie che migliorino la vita dei cittadini.

Con i suoi 600.000 abitanti e un consumo energetico di oltre 3 milioni di MWh l’anno, Genova ha dimensioni e caratteristiche ideali per essere una Smart City: è uno snodo di collegamento fondamentale tra il Nord Europa e il Mediterraneo ed è uno dei principali porti italiani, protagonista, tra l’altro, del programma cofinanziato dall’Unione Europea R2CITIES per lo studio e l’applicazione di interventi di miglioramento dell’efficienza energetica di aree residenziali con soluzioni economicamente sostenibili e facilmente replicabili, capaci di ridurre significativamente il consumo energetico e le emissioni di anidride carbonica.

 

Maurizio Gambini
Informazioni su Maurizio Gambini 267 Articoli
Ingegnere elettronico, giornalista pubblicista che da molti anni lavora nel settore della comunicazione tecnica.