Smart metering di seconda generazione: nuove prospettive e regole

smart metering

smart meteringCon un nuovo documento per la consultazione l’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema Idrico (AEEGSI) presenta gli orientamenti “in merito agli impatti e ai necessari interventi regolatori di completamento per la fruibilità effettiva dei benefici potenziali al sistema dell’energia elettrica a seguito dell’introduzione di sistemi di smart metering di energia elettrica in bassa tensione di seconda generazione (smart metering 2G)” in attuazione delle disposizioni del decreto legislativo 102/2014.

Gli smart metering hanno funzionalità e prestazioni tecnologicamente avanzate e rappresentano un’evoluzione del sistema elettrico italiano che è costituito da 36 milioni di punti (sia famiglie sia piccole aziende) serviti in bassa tensione. Questi sistemi comportano nuovi servizi e un efficientamento nei processi a vari livelli nella filiera: dal 2011 si ipotizzava un salto di intelligenza per il settore elettrico.

Il documento evidenzia le possibili opportunità che il sistema di smart metering 2G sarà in grado di introdurre a vari livelli nel settore elettrico: in particolare la possibilità di accorciare i tempi per la regolazione e la liquidazione di molteplici partite economiche di sistema e di mercato, avvicinandole al momento del prelievo “fisico” dalla rete. 

È necessario, durante il percorso di riforma del quadro regolatorio, strutturare il processo di innovazione in modo da garantire che i benefici potenziali legati alle varie fasi di implementazione dello smart metering 2G sul territorio nazionale: è importante indentificare le tempistiche di trasformazione e ammodernamento e supportare le differenti generazioni di contatori.

Ci vorranno deversi anni per ammodernare l’intera rete e per sostituire tutti i contatori di prima generazione.

Nel documento sono indicati anche i dei costi che il sistema elettrico dovrebbe sostenere per consentire la materializzazione dei benefici.

Infatti, è stato redatto anche un secondo documento 457/2016/R/EEL focalizzato sul riconoscimento dei soli costi a carico delle imprese distributrici e connessi alla sostituzione dei misuratori e degli apparati di prima generazione). 

Maggiori informazioni nei documenti allegati

Documento 087-16

Documento 468-16

Documento 457-16

Informazioni su Alessia Varalda 610 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.