BTicino: le soluzioni FTTH Fiber To The Home

scatola-di-terminazione-ottica-appartamentoNascono le soluzioni BTicino FTTH Fiber To The Home per rispondere a richieste di predisposizione di punti di accesso dell’edificio e terminazioni d’appartamento in fibra ottica nelle case, come da Legge 164/2014.

La Legge 11 Novembre 2014 n. 164 Articolo 135-bis – in vigore dal 1 luglio 2015 – obbliga che “Tutti gli edifici di nuova costruzione devono essere equipaggiati con un’infrastruttura fisica multiservizio passiva interna all’edificio, costituita da adeguati spazi installativi e da impianti di comunicazione ad alta velocità in fibra ottica fino ai punti terminali di rete”. 

Questo significa che negli edifici di nuova costruzione o ristrutturazione c’è l’obbligo di realizzare iun’infrastruttura passiva di supporto agli impianti di comunicazione elettronica (predisposizione di spazi installativi); di installazione di un punto di accesso all’edificio e di una terminazione di rete in fibra ottica per ogni unità abitativa.

Tra le indicazioni di riferimento progettuale troviamo la guida CEI 306-22, mentre nel caso di  certificazione di edificio predisposto alla banda larga le guide CEI 306-2, CEI 64-100/1, CEI 64-100/2, CEI 64-100/3.

Architettura di un’installazione Fiber To The Home

L’architettura tipica si basa su dispositivi passivi connessi con cavi ottici:

  • Centri Servizi Ottici di Edificio (CSOE), i distributori di segnali posti nei locali tecnici dell’edificio;  
  • Scatole di Terminazione Ottica d’Appartamento (STOA), i punti di accesso posti nelle singole unità immobiliari dell’edificio,
  • Terminali di Testa TV/Satellite, i punti di connessione dei segnali in fibra ottica di antenna TV /Satellitare 

L’innovazione BTicino nel campo Fiber To The Home riguarda i cavi ottici di connessione tra i punti di accesso delle singole abitazioni e i distributori di segnali posti nei locali tecnici.

schema-fibra-ottica-FTTH-Fiber-to-the-Home
Schema di collegamento della fibra ottica

Scatole di Terminazione Ottica dell’Appartamento 

Le scatole BTicino hanno di serie un conduttore ottico 4 fibre già preterminato su connettori SC/APC monomodali 9/125 e sistema di tiraggio in due misure standard da 30 o 50 metri; inoltre sono sfalsati per agevolare il tiraggio del cavo e diminuirne il diametro utile per garantire il passaggio nella tubazione.

Ogni cavo a 4 fibre ottiche, TV (Fibra digitale Terrestre DVB/T), SAT (Fibra satellite DVB/S), FTTH2 (fibra segnale di operatore TLC 2), FTTH1 (fibra segnale di operatore TLC 1), arriva al Centro Servizi Ottici dove i 4 connettori sono attestati su una rastrelliera.

Nell’appartamento la Scatola di terminazione ottica può essere installata sia a muro sia su guida DIN in quadro di distribuzione segnali.

Centro Servizi Ottici di Edificio (CSOE)

centro-servizi-ottici-apertoQuesto è l’elemento centrale del sistema, infatti,  consente la connessione tra le fibre provenienti da ogni Scatola d’appartamento (fino a un massimo di 8 unità abitative) alla rastrelliera. Le fibre TV e satellite vengono splittate per gli 8 appartamenti con splitter 1×8.

Nel caso di più di 8 appartamenti i Centri Servizi vengono installati in cascata.

Il centro Servizio Ottico di Edificio TV (CSOE TV) raccoglie il cavo proveniente dal terminale di testa (fibre di TV/satellite) per smistare i segnali TV/SAT nelle unità abitative. 

Scatola Terminale di Testa

Questo dispositivo connette i segnali TV e satellitari in fibra ottica al Centro Servizi.

Per la dorsale BTicino propone un cavo preconettorizzato a 8 fibre (Antenna TV, Satellite, 6 fibre per ampliamento) disponibile in due misure standard da 30 o 50 metri che garantisce una qualità ottimale della connessione.

Redazione
Informazioni su Redazione 473 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.