Delibera AEEG 786/2016 sulle tempistiche per la CEI 0-16 e CEI 0-21

Il 22 dicembre, l’AEEG (Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas) ha pubblicato la Delibera 786/2016/R/eel “Tempistiche per l’applicazione delle nuove disposizioni previste dalla Norma CEI 0-16 e dalla nuova edizione della Norma CEI 0-21, relative agli inverter, ai sistemi di protezione di interfaccia e alle prove per i sistemi di accumulo“.
Con questo provvedimento vengono definite le tempistiche:

  • per l'entrata in vigore delle disposizioni previste dalla nuova edizione della Norma CEI 0-21 nel caso di impianti di produzione da connettere in bassa tensione;
  • per l'effettuazione delle verifiche periodiche dei sistemi di protezione di interfaccia ai sensi della Variante 2 alla Norma CEI 0-16 e della nuova edizione della Norma CEI 0-21.

Inoltre, è stato richiesto al Comitato Elettrotecnico Italiano una semplificazione della Norma CEI 0-21 per gli impianti di piccolissima taglia, a seguito del quadro tecnico normativo europeo, ovviamente senza incidere sulla sicurezza e sulla prestazione dei servizi di rete essenziali in modo da non causare criticità sulle reti pubbliche.

Perché una nuova CEI CEI 0-16 e CEI 0-21?

Il crescente sviluppo della generazione distribuita e, in particolare, delle energie da fonti rinnovabili registrato in questi ultimi anni nel nostro Paese ha portato ad avere, in particolare nel periodo estivo, una significativa quota di potenza generata da fonti non programmabili, con conseguenti criticità nella gestione della qualità e continuità dei servizi di rete.
Questo ha indotto l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il servizio idrico a intervenire in prima battuta per regolamentare le condizioni economiche legate all’erogazione del servizio di connessione, attraverso la pubblicazione di due documenti:

  • TIC, Testo integrato delle condizioni economiche per l’erogazione del servizio di connessione;
  • TICA, Testo integrato delle condizioni tecniche ed economiche per la connessione alle reti elettriche con obbligo di connessione di terzi degli impianti di produzione.

In base a questi documenti, le regole tecniche per la connessione dei clienti finali alla rete elettrica sono definite da:

  • Codice di Rete, nel caso di connessioni alla rete di trasmissione nazionale;
  • Delibera ARG/elt 33/08, nel caso di connessioni alle reti di distribuzione con livello di tensione superiore a 1 kV, il cui Allegato A è costituito dalla Norma CEI 0-16;
  • Norma CEI 0-21 nel caso di connessioni alle reti di distribuzione con livello di tensione non superiore a 1 kV.

Per la rete di distribuzione l’introduzione delle regole tecniche, Norme CEI 0-16 e CEI 0-21, significa uniformare le modalità operative adottate dai distributori su tutto il territorio nazionale.

Lo scorso luglio, il CEI (Comitato Elettrotecnico Italiano) ha pubblicato la variante V2 alla Norma CEI 0-16 e la nuova edizione della Norma CEI 0-21, documenti che hanno introdotto alcune novità alla regola tecnica di connessione degli utenti alla rete di distribuzione.

Qui l’articolo – redatto da Unae – sulla normativa CEI 0-16 e CEI 0-21.

Qui il pdf sulla Delibera AEEG 786-16

Redazione
Informazioni su Redazione 473 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.