Ecolamp: in crescita la raccolta di lampade esauste

ecolamp

ecolampCresce nel 2016 la raccolta di sorgenti luminose: 3.000 le tonnellate di Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) che Ecolamp – consorzio specializzato nei rifiuti di illuminazione – ha avviato a corretto trattamento. 

La Lombardia resta prima in classifica, migliorano Emilia Romagna, Puglia, Umbria e Marche, mentre per quanto riguarda le Province, Milano resta saldamente in testa con oltre 125 tonnellate, seguita da Roma con 120 e Torino con 87.
Eccellente anche la raccolta in Piemonte e nel Lazio: le prime cinque regioni coprono il 66% del totale di sorgenti luminose raccolte nel 2016, con un totale di 1.214 tonnellate.

“I risultati che Ecolamp ha raggiunto nel 2016 sono positivi e non soltanto per le quantità di RAEE raccolte e trattate” sottolinea Fabrizio D’Amico, direttore generale di Ecolamp. “Anche il livello qualitativo garantito dal consorzio è in continuo miglioramento: nel 2016 la puntualità dei ritiri presso i Centri di Raccolta ha raggiunto il 98,99%, mentre il tasso di recupero di materiali, derivante dal trattamento delle lampadine, è arrivato a superare il 97%. Sono numeri che vengono dall’impegno e dalla professionalità di tutti coloro che operano con il consorzio e che premiano i produttori che hanno deciso di affidare ad Ecolamp la propria conformità alla normativa RAEE, ottenendo dalla corretta gestione dei rifiuti d’illuminazione importanti risorse, nell’ottica di un’Economia Circolare davvero efficace.”

834 tonnellate di lampade esauste provengono dai servizi volontari messi a disposizione dal Consorzio per i professionisti del settore illuminotecnico, pari ad una quota del 45% del totale. Mentre 55% proviene dai 1860 Centri di Raccolta assegnati a Ecolamp su tutto il territorio nazionale.

1.005 tonnellate di sorgenti luminose conferite dai privati ai centri raccolta con un aumento del 6% rispetto al 2015.

La gestione di un corretto sistema di raccolta e trattamento delle lampade esauste consente di recuperare oltre il 90% dei materiali tra vetro, plastica e metalli, e separare le polveri fluorescenti.

Informazioni su Alessia Varalda 537 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.