Schneider Electric: alleanza per applicazioni Internet of Things aperte

Schneider Electric IOT

Schneider Electric IOTIn occasione della recente edizione dell’Hannover Messe, Schneider Electric, lo specialista globale nella gestione dell’energia e nel settore dell’automazione, ha annunciato un ulteriore passo nell’ambito dell’alleanza che la vede impegnata con Microsoft Corporation per accrescere significativamente il valore che le due aziende sono in grado di offrire alle imprese e alle organizzazioni in diversi settori.

Queste possono, ora, accedere a numerose applicazioni basate sul Cloud, incluse nell’architettura EcoStruxure di Schneider Electric, che utilizzano tutte le funzionalità della piattaforma Cloud Azure. A ciò si aggiunge la disponibilità di funzionalità di nuova generazione, come la “mixed reality”, che consentono di ottenere livelli superiori di capacità decisionale, di produttività e di efficienza.

Schneider Electric e Microsoft per soluzioni Internet of Things

Coniugando l’esperienza di Microsoft nel mondo Cloud e le competenze specifiche di Schneider Electric in ambiti quali la gestione dell’energia, gli impianti, le macchine, gli edifici, i data center, le reti per la distribuzione elettrica, i due partner potranno così accelerare la disponibilità di soluzioni IoT basate sul Cloud dedicate a tutti i segmenti di utenza Schneider Electric, offrendo alle aziende la possibilità di fare dell’IoT un elemento di differenziazione competitiva.

Numerose sono le applicazioni basate sul Cloud e disponibili già oggi nell’offerta, tutte dedicate all’ottimizzazione degli impianti, degli edifici, della gestione della forza lavoro e degli asset, mentre altre saranno sviluppate e rese disponibili nel corso del corrente anno e nel prossimo futuro.

L’unione del design aperto e interoperabile dell’architettura EcoStruxure e la potenza di calcolo di Azure forniranno alle aziende del settore industriale strumenti specifici che spaziano da funzioni di analytics evolute di facile integrazione a soluzioni per la manutenzione e per la formazione, all’opportunità di dare al personale operativo e manutentivo nuove funzionalità di mixed realty per un’esperienza d’utilizzo evoluta, che impiega ologrammi digitali in modo contestuale e per definire azioni prescrittive.

In particolare, Schneider Electric continuerà a usare la tecnologia HoloLens nelle sue soluzioni per la progettazione di processo, la simulazione, l’enterprise asset management, e per arricchire, con funzionalità di mixed reality, la propria offerta per manutenzione industriale, asset performance e formazione.

 

Maurizio Gambini
Informazioni su Maurizio Gambini 267 Articoli
Ingegnere elettronico, giornalista pubblicista che da molti anni lavora nel settore della comunicazione tecnica.