Più efficienza energetica per la casa, la risposta è in 4E

4E – Efficienza energetica edifici esistenti, è il portale Enea dedicato a pianificare e incrementare efficienza e comfort in edilizia

portale 4E di Enea per efficienza energetica

Cittadini, imprese, operatori, settore pubblico: tutti hanno di che guadagnare a mettere in atto strategie e soluzioni in materia di efficienza energetica. Ed è proprio a questi soggetti che si rivolge il portale web 4E, a opera di Enea, l’agenzia nazionale preposta proprio a mettere in atto ogni azione utile a cogliere l’opportunità preziosa di quella che è ormai considerata una vera e propria fonte energetica. 

Casa efficiente? Un test te lo dice

Innanzitutto, il significato di 4E, nome del portale, è racchiuso nell’acronimo: efficienza energetica edifici esistenti. Lo si legge in home page, strutturata in varie sezioni, tre delle quali destinate al target cui è rivolto. Cominciamo con i cittadini: la pagina dedicata è molto semplice e offre strumenti e risposte per comprendere meglio e migliorare il livello di efficienza. Si parte dal test che valuta i consumi per riscaldare casa e offre consigli mirati per una gestione energetica più efficace e più eco-friendly. Una volta registrati, basta inserire i dati della propria abitazione e si avrà in tempo reale il livello dei consumi messi a confronto a quelli di un edificio recente costruito con criteri di efficienza. Per avere un paragone più corretto, il test fa riferimento a un’abitazione con analoghe caratteristiche e costruito nella stessa località.

Altro strumento utile è la sezione dedicata alla conoscenza dell’APE, l’Attestato di Prestazione Energetica, obbligatorio per gli edifici di nuova costruzione tanto quanto quelli sottoposti a interventi importanti di ristrutturazione. La sezione riporta un pratico vademecum.

Conclude la sezione, oltre a informazioni utili su regolazione e contabilizzazione del calore, anche le informazioni riguardanti le modalità di accesso alle agevolazioni economiche: parliamo di ecobonus ossia delle detrazioni fiscali del 65-75%.

Portale 4E sezione cittadini

Imprese e PA, info utili e software 

Per le imprese e gli addetti ai lavori, la sezione dedicata offre informazioni pratiche nu incentivi dedicati e uno spazio per conoscere meglio gli edifici nZEB, quelli cioè a energia quasi zero. Un pratico spazio è destinato anche alla formazione, qualificazione e certificazione. Infine, c’è spazio per un software relativo al “metodo di calcolo da rilievo sull’edificio”: si chiama Docet e per ora la pagina è in via di definizione.

Pronto per l’uso, nella sezione PA, è Dipende, il “Database integrato per la pianificazione energetica dei distretti edilizi” che permette di accedere ai dati del patrimonio edilizio residenziale locale e regionale. Come segnala Enea:

“L’applicazione è dotata di una visualizzazione georeferenziata per la Lombardia, consentendo analisi innovative rispetto agli usi abituali del catasto degli attestati di prestazione energetica (APE). Attualmente contiene oltre 100mila dati geografici e sociali dei 1.500 comuni lombardi riguardanti tipologie e componenti edilizie, impianti termici, certificazioni energetiche e incentivi per il recupero energetico.”

Nella stessa sezione non mancano notizie riguardanti buone pratiche di edifici pubblici nZEB, sulla proposta di revisione della Direttiva EPBD contenuta nel pacchetto di misure “Clean Energy for all Europeans”, sul Sistema informativo nazionale degli Ape (Siape) e sui Finanziamenti Prepac, riservati al recupero edifici governo.

Il portale 4E, realizzato da Enea nell’ambito del progetto europeo Request2action, sarà suscettibile di continui aggiornamenti, ha spiegato in una nota la ricercatrice Enea Ezilda Costanzo, coordinatrice per l’Italia del progetto. 

Andrea Ballocchi
Informazioni su Andrea Ballocchi 7 Articoli
Giornalista freelance, si occupa da anni di tematiche legate alle energie rinnovabili ed efficienza energetica, edilizia e in generale a tutto quanto è legato al concetto di sostenibilità. Appassionato praticante di ciclismo, è autore del libro “Una vita da gregario” (La Memoria del Mondo editrice, prefazione di Vincenzo Nibali) e di un manuale “manutenzione della bicicletta”, edito da Giunti/Demetra.