L’esperto: risponde Impianti a Livelli

Rubrica di approfondimento tecnico-normativo realizzata dagli esperti Impianti a Livelli (Associazione Componenti e Sistemi per Impianti CSI). Oggi si parla di detrazioni e cessione del credito

impianti a livelli

impianti a livelliDetrazioni e cessione del credito

Risponde Impianti a Livelli (Associazione Componenti e Sistemi per Impianti CSI) 
Se sono un privato e realizzo interventi di efficientamento energetico nella mia villetta o nel  mio appartamento, ho diritto all’Ecobonus? 

Sì. Un privato che realizza interventi di efficientamento energetico presso la propria abitazione singola può accedere al 65% di detrazione fiscale, detraibile in 10 anni, purché si tratti di uno degli interventi individuati per legge. In particolare, sono spese detraibili e quindi agevolabili quelle sostenute per ridurre il fabbisogno energetico per il riscaldamento, per migliorare e mantenere il calore all'interno dell'edificio come ad esempio la pavimentazione, finestre e infissi o coibentazioni, oltre che l’installazione di pannelli solari e la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale, quindi meno spreco di energia, più risparmio e maggiore efficienza energetica. L’indicazione puntuale degli interventi agevolabili si trova nell’apposita Guida predisposta dall’Agenzia delle Entrate, accessibile dal sito internet dell’Agenzia.

La detrazione Irpef spettante per questo tipo di interventi è stata confermata dalla Legge di Stabilità fino al 31 dicembre 2017, mantenendo fissi i limiti di spesa entro cui spetta l'agevolazione:

  • interventi riqualificazione energetica di edifici esistenti 100.000 euro;
  • involucro edifici esistenti ad esempio interventi su pareti, finestre e infissi il tetto di spesa massima è di 60.000 euro;
  • installazione di pannelli solari 60.000 euro;
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale 30.000 euro

Per le stesse tipologie di interventi (ove applicabili), nel caso si tratti di interventi su parti comuni in condominio, da quest’anno l’Ecobonus può raggiungere tre diverse percentuali (mantenendo la detraibilità in 10 anni): 

  • 65% valido per il solo 2017 e previsto per lavori di miglioramento dell’efficienza energetica (per una soglia massima di spesa di 40.000€); 
  • 70% valido fino al 2021 e previsto per interventi che avranno un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’intero edificio (per una soglia massima di spesa di 40.000€); 
  • 75% valido fino al 2021 e previsto per interventi finalizzati a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva (per una soglia massima di spesa di 40.000€). 

Cessione del credito

Ho sentito che c’è la possibilità di cedere la detrazione fiscale, nel caso io non abbia (o abbia limitatamente) la possibilità di utilizzarla?

Esiste questa possibilità, limitata agli interventi nei condomìni che accedono agli incentivi più alti (70% e 75%). La Legge 11 dicembre 2016, n. 232 nuovo comma 2-sexies dell’art. 14 del DL 63/2013 dice che i soggetti beneficiari possono optare per la cessione del credito fiscale ai fornitori che hanno effettuato gli interventi ovvero ad altri soggetti privati. E’ stata aperta la possibilità di  cessione anche ad istituti di credito e ad intermediari finanziari ma solo per i contribuenti incapienti. La comunicazione della volontà di cedere il credito va fatta all’amministratore (o condòmino incaricato) entro il 31 dicembre del periodo d’imposta di riferimento.

Il credito non ceduto il primo anno può essere utilizzato negli anni successivi.

Nota bene: La rubrica fornisce solo indicazioni informative di carattere generale e le risposte non sono sostitutive di pareri resi da professionisti a clienti.

Redazione
Informazioni su Redazione 473 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.