Documentazione Fronius per Bando Accumulo della regione Lombardia 2017

A pochi giorni dall’apertura del bando della Regione Lombardia per promuovere i sistemi di accumulo per impianti fotovoltaici, Fronius ha realizzato un documento tecnico a supporto degli installatori.

bando accumulo regione Lombardia 2017 Fronius

Fronius, da sempre attenta alle nuove opportunità di mercato, supporta gli installatori che intendono presentare domanda per partecipare al Bando Accumulo della regione Lombardia 2017.

Come avete potuto leggere in questo articolo, a regione Lombardia, infatti, ha pubblicato un bando per promuovere l'accumulo domestico da abbinare al solare fotovoltaico: 4 milioni di euro a fondo perduto.
Il contributo copre un importo variabile fino al 50% delle spese sostenute, fino a un massimo di 3000 euro, a seconda dell’efficienza del sistema di accumulo e del costo sostenuto per l’installazione.

Fronius ha pensato a un documento tecnico per chi presenterà le domande con la soluzione Fronius Energy Package. 
Il documento racchiude le caratteristiche del proprio sistema di accumulo specificatamente richieste per il Bando Accumulo della regione Lombardia 2017, specificate nell'art.10: "Caratteristiche tecniche del sistema di accumulo".   

Sul sito Fronius, a questo link è possibile scaricare direttamente i documenti.

Documentazione necessaria per partecipare al Bando

Tra i documenti che devono essere consegnati per partecipare al bando, la scheda tecnica del sistema di accumulo che deve riportare:

  • tipologia di sistema di accumulo utilizzato (meccanico, elettrochimico…): nel caso in cui si utilizzi un accumulatore elettrochimico anche la tecnologia di celle (piombo, ioni di litio, sodio, nickel cloruro, ecc.) e lo schema di connessione interno (numero di celle in serie e di rami in parallelo); 
  • numero di cicli di vita, specificando la profondità di scarica (DOD) di riferimento; 
  • profondità di scarica (DOD), espressa in percentuale; 
  • energia nominale (E), espressa in kWh.

Come si legge nel bando la sceda tecnica può riportare anche caratteristiche aggiuntive come la marcatura CE del sistema; la potenza nominale di scarica/carica del sistema di accumulo; la potenza massima di scarica/carica del sistema di accumulo; il rendimento energetico nominale; lo schema di connessione del sistema di accumulo (esclusi gli impianti off-grid). 
Lo schema deve essere compreso tra quelli previsti nella norma CEI 0-21

Inoltre, se si utilizza un sistema di accumulo con accumulatori al piombo, il locale di installazione deve rispettare i requisiti di ventilazione previsti dalla norma CEI EN 50272-2 e CEI EN 50272-3. 

Oltre alla scheda tecnica fornita dal costruttore del sistema di accumulo, è necessario che le informazioni obbligatorie richieste (tipologia, numero di cicli, DOD) siano indicate anche nella “Dichiarazione del fornitore del sistema di accumulo”, da allegare alla domanda di contributo insieme agli altri documenti che riportano i dati relativi all’impianto fotovoltaico al quale si intende collegare il sistema di accumulo oggetto dell’incentivo.

Si ricorda che è necessario allegare anche copia del preventivo come indicato nel Bando Accumulo Lombardia 2017.

Informazioni su Alessia Varalda 537 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.