Umbria: cuore elettrico d’Italia

Parte dall’Umbria la rivoluzione legata alla mobilità elettrica: 10 nuove stazioni di ricarica per auto elettriche finanziate direttamente dai cittadini

convegno mobilita elettrica Umbria

Da “cuore verde” dell’Italia a “cuore elettrico”: l’Umbria in occasione della seconda edizione dell’Umbria Green Festival, a Terni, si conferma un territorio pioniere del turismo sostenibile, con un’attenzione particolare alla mobilità elettrica.

62 colonnine pubbliche, 15 colonnine private per la ricarica dei veicoli elettrici, 31 in progetto: questi i numeri della mobilità sostenibile in Umbria.

Durante il Festival è stato presentato il progetto Sustainable Mobility Umbria – SM (Y), il primo progetto in Europa di diffusione sociale partecipata e diretta di stazioni di ricarica per la mobilità “gestite direttamente” da chi le usa.

SM(Y) Umbria è la neo costituita società di scopo del progetto Sustainable Mobility, che ha l’obiettivo di installare nella Regione Umbria un network 10 stazioni di ricarica elettrica. Quella di SM (Y) Umbria è la prima campagna nazionale di equity crowdfunding italiana dedicata al mondo della mobilità ecologica urbana.

“Equity crowdfunding e mobilità sostenibile rappresentano un connubio ideale – ha commentato Carlo Allevi, Founder & Operations Manager di WeAreStarting – in quanto il coinvolgimento dei cittadini è essenziale per concretizzare l’avvento del passaggio alla mobilità elettrica in Italia, costruendo proprio le stazioni di ricarica e garantendone un sempre maggiore utilizzo. SM (Y) Umbria è la prova del fatto che la rivoluzione Green, è possibile solo se si avvia dal basso”.

“Un progetto concreto – aggiunge Massimilano Braghin, Ceo di Infinityhub e Socio fondatore di SM (Y) Umbria – per tutti i cittadini che da tempo sognano di comprare un’auto elettrica e che ora possono finanziare la realizzazione dell’infrastruttura di alimentazione del proprio mezzo, divenendo parte attiva della nostra rivoluzione Green. Un progetto è sostenibile quando è capace di futuro, e sono certo del successo della diffusione della mobilità elettrica proprio perché finanziata dal basso e condivisa da tutti gli attori del sistema: cittadini, istituzioni, aziende e associazioni dei settori energetico e automobilistico”.

Le dieci città dove, secondo l’analisi di fattibilità condotta da Technè Srl, saranno costruite le 10 colonnine di SM (Y) Umbria sono Assisi, Castiglione del Lago, Città di Castello, Foligno, Gubbio, Marsciano, Passignano, Perugia, Spoleto e Terni.

“L'Umbria può giocarsi un ruolo strategico, trasformando le sue attuali difficoltà di accesso in un'opportunità di sviluppo e ampliamento dell'offerta turistica, rendendola completamente rinnovata e sostenibile. Da oggi, chiamatela pure cuore elettrico d'Italia" ha sottolineato Luciano Zepparelli, amministratore unico di Techne srl.

 

Redazione
Informazioni su Redazione 652 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.