Condomini di qualità grazie all’Ecobonus

Legambiente e Fassa Bortolo insieme per promuovere i vantaggi e le possibilità dell'Ecobonus

condomini di qualità con ecobonus

Un milione e duecentomila i condomini in Italia, 82% è stato costruito prima dell’entrata in vigore della normativa sull’efficienza energetica, oltre venti milioni gli italiani che vivono in condomini che necessitano di manutenzione e riqualificazione, di nuovi sistemi di riscaldamento.
Questi sono dati decisamente impressionanti e che evidenziano che il lavoro da fare nei prossimi anni è ancora tanto: l’efficienza energetica è l’unica strada da perseguire per migliorare la qualità della vita e accresce risparmio e occupazione.

Legambiente e Fassa Bortolo, per contribuire all’efficientamento e riqualificazione del patrimonio edilizio, hanno siglato un accordo di collaborazione che prevede appuntamenti informativi per i cittadini e per la formazione dei tecnici in tutta Italia; guide e materiali informativi, coinvolgimento delle famiglie in iniziative e monitoraggi per verificare la situazione ambientale, statica e energetica degli edifici.

Saranno realizzate due guide:

  • una destinata al pubblico con consigli pratici per accedere agli incentivi e programmare la riqualificazione delle abitazioni;
  • una per addetti ai lavori con norme tecniche, tecniche di intervento, norme fiscali.

condomini di qualità EcobonusDurante l’evento è stato sottolineato come la Finanziaria 2017 abbia portato una boccata d’ossigeno introducendo incentivi per l’efficientamento energetico e la riqualificazione antisismica validi fino al 2021 per realizzare interventi nei condomini, con detrazioni fiscali fino al 75% per la riqualificazione energetica (Ecobonus) e all’85% per quella statica (Sisma bonus).

Inoltre, con l’Ecobonus per le famiglie sarà possibile cedere il credito alle imprese che realizzano l’intervento o alle banche: questo consente anche alle famiglie con limitate possibilità di spesa di realizzare gli interventi.

“L’Ecobonus rappresenta una occasione da non perdere per mettere mano al patrimonio edilizio con effetti benefici per i cittadini e per l’ambiente – ha dichiarato il vicepresidente di Legambiente Edoardo Zanchini –. Riqualificare i condomini significa ridurre la spesa energetica delle famiglie, diminuire le emissioni inquinanti prodotte dai sistemi di riscaldamento, migliorare la qualità dell’aria e diminuire le conseguenze dell’inquinamento indoor e outdoor sulla salute delle persone. Senza dimenticare i benefici anche in termini di riduzione dell’inquinamento acustico, grazie al miglioramento dell’isolamento delle pareti”.

“Questa iniziativa di sostegno economico volta alla riqualificazione del grande patrimonio edilizio– dichiarano dal quartier generale della Fassa Bortolo – apre un nuovo scenario per tutta la filiera, che potrà contribuire allo sviluppo di uno dei più grandi e potenziali interventi strutturali degli ultimi anni. La partnership con Legambiente si inserisce nel quadro delle nostre attività volte a promuovere con determinazione una cultura dell’edilizia moderna, rispettosa dell’ambiente e soprattutto del benessere della persona”.

Riqualificazione energetica dei condomini

  • Gli incentivi saranno in vigore fino al 2021 e sono stabili per almeno 5 anni.
  • La detrazione fiscale può arrivare fino al 75% delle spese realizzate.
  • Il tetto massimo delle spese detraibili è di 40.000 euro per ogni unità immobiliare che compone l’edificio.
  • L’agevolazione è prevista anche per edifici di proprietà di istituti autonomi per le case popolari e adibiti ad edilizia residenziale pubblica.

Quali i vantaggi dell’Ecobonus?

  • Intervenire sull’involucro condente di ridurre le dispersioni, riducendo di un terzo i costi energetici delle famiglie
  • Passare ad un sistema di riscaldamento con contabilizzazione di calore e caldaie a condensazione fa risparmiare dal 20% al 40% fin dal primo anno di utilizzo.
  • Aumento del valore delle abitazioni che, secondo studi di settore dal 2 al 10% degli altri edifici.
  • Possibilità di accedervi anche senza disporre di redditi tali da poter effettuare interventi grazie alla cessione del credito.

E nel 2018?

La legge di Bilancio 2018, che sta iniziando il suo iter parlamentare, ha confermato il 50% per le ristrutturazioni, rimodulazione dell’Ecobonus 65% e tra le novità il Bonus Verde. Leggi qui l’articolo – Bonus casa 2018: Ecobonus 65%, ristrutturazioni 50% cosa cambia?

Informazioni su Alessia Varalda 608 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.