L’ecosistema Delta per il risparmio energetico negli smart building

smart building secondo Delta

Innovare, risparmiare e proteggere sono le tre parole chiave della mission di Delta nello sviluppo di soluzioni dedicate alla realizzazione e alla promozione degli smart building. Una filosofia che vede il mercato italiano protagonista di una trasformazione culturale e tecnologica globale, in vetta alle classifiche dei Paesi più sensibili all’efficientamento energetico e agli edifici intelligenti.

Un recente studio dell’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano pone infatti l’Italia seconda, dopo la Germania, nel panorama mondiale dell’efficienza energetica, con un mercato potenziale di 39 miliardi di euro all’anno tra 2015 e 2020 e le ulteriori possibilità di sviluppo generate da sistemi di incentivazione e crescente presenza di Esco (Energy Service Company). Non a caso, dunque, il gruppo Delta ha visto proprio nel’Italia la sede ideale per il proprio centro di competenza dedicato allo sviluppo degli smart building nella regione EMEA.

“Lavoriamo con impegno alla ricerca di prodotti e soluzioni “smarter & greener” – spiega Idilio Ciuffarella, direttore generale di Delta per gli Smart Building nella regione EMEA nella conferenza stampa organizzata in fiera -. Lo smart building è concetto nuovo e legato, almeno per la situazione italiana, al patrimonio edilizio obsoleto o protetto da vincoli storico-artistici. C’è molta strada da percorrere, ma noi di Delta puntiamo all’efficienza tramite processi di digitalizzazione, con reti di sensori sui quali costruire una componentistica che consenta di ottenere automazione, efficienza e risparmio energetico”.

deltaLa piramide del “Delta Building” vede dunque, alla base un sistema di controllo BMCS, al di sopra del quale troviamo tecnologie per la sicurezza e il networking, primi livelli di integrazione.

Il progetto vede poi, a un gradino superiore, gli altri impianti dell’edificio, quali fotovoltaico, energy storage, illuminazione a LED, sistemi di riscaldamento, raffrescamento, ventilazione, colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici e altri dispositivi intelligenti. Le fasi della realizzazione degli smart building targati Delta culminano con l’installazione e la configurazione del sistema, per consegnare a clienti e fruitori dell’edificio spazi confortevoli, sostenibili, sicuri e vantaggiosi anche dal punto di vista economico.

Al cuore dello smart building il BMCS

Il portafoglio Delta di soluzioni intelligenti a risparmio energetico si configura come un ecosistema di prodotti e soluzioni gestito da un “cervello” digitale, il Sistema di Gestione e Controllo degli Edifici (BMCS) fornito dalla consociata austriaca Loytec, compatibile con tutti i protocolli aperti utilizzati nel controllo degli edifici, quali Modbus, BACnet, M-Bus, DALI, EnOcean, OPC, LON e KNX.

Caratteristica che, oltre a dare valore aggiunto alla soluzione, semplifica il controllo globale dei sotto-sistemi critici, ovvero HVAC, produzione e storage di energia, illuminazione, sicurezza e molto altro. Allo stand Delta i visitatori hanno inoltre visto all’opera l’integrazione ininterrotta della piattaforma di automazione degli edifici con i sistemi di sorveglianza Vivotek.

Energy storage e illuminazione a LED

Dalla mente degli smart building, il BMCS, ai suoi organi vitali. Tra le soluzioni oggetto di integrazione negli edifici del futuro spicca anche il sistema di energy storage Hybrid E5, che integra l’inverter ibrido E5 – sempre targato Delta – con cabinet per batterie agli ioni di litio da 6kWh, misuratore di potenza e monitor intelligente.

Il sistema, pensato in particolare per nuovi impianti fotovoltaici in applicazioni residenziali e commerciali, offre flessibilità e installazione semplificata, grazie alla separazione tra inverter e cabinet.

Il monitor intelligente, infine, facilita la gestione dell’inverter E5 e della batteria, fungendo anche da gateway per la visualizzazione tramite dispositivi mobili. Ma risparmio energetico ed efficienza sono ottenibili anche tramite l’installazione di apparecchi di illuminazione a LED, altrettanto integrati nel sistema di controllo degli smart building.

Gli apparecchi per applicazioni industriali della serie Staccato, per esempio, vantano efficienza fino a 160lm/W e luminosità 30.000 lumen; il grado di protezione IP66, rende le lampade adatte a stabilimenti, magazzini, hub di trasporto e altri ambienti potenzialmente avversi. I troffer a LED per illuminazione architetturale Athos offrono invece un ottimo rapporto comfort/luminosità grazie a un design dotato di diffusori ottici micro-prismatici e all’UGR (unified glare rating) < 19.

Più valore agli smart building con soluzioni per la mobilità elettrica

delta mobilita elettrica per smart buildingTra le tecnologie che compongono l’ecosistema Delta per la progettazione degli edifici intelligenti, particolare importanza viene data anche alle soluzioni per la ricarica di veicoli elettrici. L’expertise maturata nel settore Power Electronics a elevata efficienza consente infatti a Delta di sviluppare infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici CC e CA, come il caricatore a parete per veicoli da 25kW CC che, oltre alla rapidità di ricarica e all’efficienza di conversione fino al 94%, ospita un sistema di potenza modulare che ne consente l’installazione agevole ed economica, anche grazie a peso ridotto e dimensioni compatte.

L’altra opzione per la mobilità elettrica è rappresentata dall’EVSE Mini Plus CA, che offre fino a 7,36kW di potenza elettrica in uscita, secondo gli standard di ricarica IEC62196-2 tipo1/tipo 2. L’autenticazione con scheda RFID e l’interfaccia intuitiva rendono la soluzione più user-friendly, mentre i gradi di protezione IP55 e IK08 contribuiscono a garantire l’integrità e l’affidabilità del sito di ricarica in ogni contesto applicativo.

Maria Cecilia Chiappani
Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 46 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.