Soluzioni integrate per controllo accessi e protezione

Una visione completa dalla videosorveglianza al controllo accessi; dall'antintrusione, con soluzioni per ogni ambito di applicazione, alla sicurezza passiva, all'antincendio è quanto emerso da Sicurezza 2017.

Una visione completa del mercato security & fire, dalla videosorveglianza al controllo accessi; dall’antintrusione, con soluzioni per ogni ambito di applicazione, alla sicurezza passiva, all’antincendio – sia rivelazione sia spegnimento – è ciò che i visitatori hanno potuto trovare a Sicurezza 2017.
Il trend che emerge punta sull’integrazione di tecnologie innovative e soluzioni flessibili, studiate su misura e personalizzate per rispondere alle diverse esigenze applicative e installative.

In una serie di articoli sull’integrazione tecnologica, le soluzioni per la protezione di beni e persone, innovazioni nel settore dell’home e building automation stiamo raccontando attraverso un tour virtuale quanto presentato a Sicurezza 2017.

Rilevatori di gas per ogni esigenza

sensitron gammaTra le soluzioni per la sicurezza dedicate alla rilevazione di gas tossici e infiammabili, la proposta Sensitron spazia dal mondo industriale a quello commerciale, dalle applicazioni critiche alla protezione di garage e parcheggi sotterranei. L’azienda con sede a Cornaredo (MI), dal 1988 progetta, realizza e fornisce dispositivi elettronici per il controllo di ambienti potenzialmente esposti a gas esplosivi e tossici, come spiega il technical support manager Sebastiano Salvatore: “Le nostre soluzioni, composte da sensori e centrali di controllo, consentono di proteggere in maniera efficace tutte le aree a rischio di esplosione, depositi di carburante aziende di petrolchimico in primis, ma anche ambienti sotterranei e altre aree residenziali. Naturalmente i dispositivi si abbinano a una gestione intelligente e connessa dei sistemi, anche per Sensitron l‘Internet of Things rappresenta il futuro”.

Alle grandi aziende di ingegneria e ai system integrator internazionali, che richiedono necessarie approvazioni IEC Ex, ATEX, SIL-2 o SIL-3, la realtà milanese dedica l’offerta Premium Safety for Partners, con il rilevatore Smart S-MS e i pannelli di controllo Galileo SMS e Galileo 8/32. L’area Premium Safety raccoglie invece i rilevatori Smart S-SS, Smart S-IR e il pannello Multiscan++ S2.

Alle Industrial Safety Application sono rivolti invece i numerosi dispositivi della serie Smart 3G, insieme a evoluti sistemi di controllo, mentre per la Building Safety Sensitron propone soluzioni Smart3 NC e Smart3 P1-P2, capaci di coniugare elettronica sofisticata e celle elettrochimiche professionali con costi più competitivi.

Sicurezza integrata per applicazioni industriali

Visitando i padiglioni di Sicurezza 2017, è risultata evidente una maggiore presenza dei distributori, che hanno portato in fiera importanti marchi dell’elettronica e della sicurezza.

È questo il caso di Digimax, che ha presentato un innovativo sistema hadware/software targato Advantech per il riconoscimento facciale delle persone che entrano in determinati spazi. La soluzione rileva infatti tramite sensori la presenza, riconosce le caratteristiche di chi si trova nell’ambiente (viso, età, nome e cognome, ecc.) e, una volta appurata la validità del profilo, può sbloccare serrature e porte oppure, in caso di presenze sconosciute o non autorizzate, nega l’accesso, lanciando eventuali segnali di allarme.

“Si tratta di una novità presentata per la prima volta proprio in questa occasione – commenta Davide Porcu, rappresentante dell’azienda vicentina -. Un possibile approccio all’integrazione di prodotti nei sistemi di sicurezza che mostra come, semplicemente tramite telecamere, software e pc, si possa realizzare una soluzione di riconoscimento utilissima soprattutto in ambito industriale, dove i dipendenti passano da un reparto all’altro e non a tutti è consentito l’accesso a determinate aree”.

Il controllo accessi nella Sicurezza 4.0

selesta a Sicurezza 2017Uno stand di oltre 130 mq ha accolto le soluzioni integrate per controllo accessi, rilevazione di presenza e gestione degli ambienti basate su prodotti hadware e software di Selesta Ingegneria. Accanto all’offerta storica – le suite DOR e ON – arriva Suite GO, evoluzione delle teste di lettura collegabili in seriale alle unità centrali multitesta ISOClass/x di Selesta, che coniuga design accattivante ad ampia memoria interna, alto grado di integrazione ed elevata protezione IP.

In particolare, GO6 offre doppia uscita, display a colori, touch screen capacitivo e la possibilità di messaggistica locale. Presente di default inoltre la lettura di prossimità, incrementabile con gli optional magnetico, ottico, biometrico. In ambito software troviamo invece VAM (Visual Acces Manager) per una sicurezza estesa, interamente web e integrabile con soluzioni PSIM (Physical Security Information Management).

Punta di diamante del pacchetto completo di sicurezza 4.0, la piattaforma Selesta Smartcube, che integra l’offerta Selesta con la soluzione PSIM. Openware S3 permette inoltre la gestione semplificata di tutti i sistemi di sicurezza indipendentemente dalle dimensioni dell’impianto e dall’infrastruttura informatica ospitante. Aggiunto a un sistema esistente, il software potenzia e integra la mole di dati, migliorando iter operativo e processi aziendali legati alla sicurezza.

Protezioni perimetrali con barriere a microonde

CIAS - BARRIERA ERMOGrazie alla sofisticata tecnologia, le barriere a microonde sono tra i rilevatori di intrusione più affidabili e sicuri nelle protezioni perimetrali per esterno. In queste applicazioni infatti il fascio di onde elettromagnetiche ad alta frequenza sviluppato dai sistemi passa da un trasmettitore a un ricevitore, creando una barriera invisibile ed estremamente sensibile. Quando il ricevitore rileva una differenza di condizione nel suo fascio inizia un’analisi approfondita della situazione che, se considerata una reale intrusione, fa scattare l’allarme.

Cias Elettronica, specialista in questa categoria di soluzioni antintrusione, ha sviluppato diversi modelli di barriere a microonde per la protezione perimetrale, in base al tipo di installazione e al livello di sicurezza richiesto.

Ai siti ad alto rischio, quali centrali nucleari, prigioni, zone militari, aeroporti, aziende petrolchimiche, Cias dedica Ermo 482x Pro barriera a microonde con analisi digitale del segnale dotata di microprocessore interno che analizza i segnali ricevuti attraverso algoritmi logica fuzzy, garantendo ottime prestazioni nella discriminazione dei falsi allarmi. Grazie all’analisi digitale, il sistema studia l’andamento del segnale passo dopo passo, eseguendo una completa analisi dell’ambiente, mettendo a disposizione caratteristiche extra rispetto ai rivelatori tradizionali. Grazie al software Wave Test, Ermo 482X Pro può essere configurata e controllata anche da remoto.

Una nuova classe di rilevazione antincendio

Anche la sicurezza intesa come controllo antincendio si evolve in sistemi integrati e intelligenti, come mostrato dalle soluzioni FireClass, realtà dello storico gruppo Tyco International.

Dai sistemi convenzionali a quelli integrati per impianti industriali e ambienti pericolosi, la rilevazione antincendi percorre sentieri di innovazione tecnologica. Si parte con la centrale a basso costo J408-2 a 2 zone e i modelli espandibili a 24 zone J424-8, per poi passare ai prodotti indirizzabili, con la centrale FC510 e quella 4 loop FC240, collegabile in rete peer to peer e gestibile tramite software opzionale.

Il software FCG (FireClass Graphics) fornisce annunci, visualizzazione dello stato e controllo delle reti FireClass tramite interfaccia grafica Windows, con display a colori ad alta risoluzione; utilizzando una combinazione di simboli, planimetrie, immagini, testo, messaggi vocali e ingressi video, la piattaforma visualizza inoltre la posizione precisa e fornisce istruzioni su quali azioni di emergenza intraprendere. A completare i sistemi FireClass dispositivi quali rivelatori tripli e di CO, moduli e sirene compatibili con le centrali indirizzabili Bentel esistenti.

Gli avvisatori di fumo smart fanno dormire sonni tranquilli

SecuritonLe ore notturne, si sa, sono le più temibili per il propagarsi di incendi e le più letali per chi occupa gli ambienti coinvolti. Mentre dormiamo, infatti, non percepiamo immediatamente gli odori, dando al fumo la possibilità di propagarsi velocemente. La segnalazione tempestiva del pericolo, caratteristica fondamentale per qualunque sistema di allarme antincendio, è tra le peculiarità degli avvisatori di fumo smart Genius H e Genius Hx di Securiton, la cui compensazione intelligente della soglia di allarme controlla automaticamente il grado di sporcizia del dispositivo (spesso all’origine dei falsi allarme), adeguando costantemente il livello di reazione. Altre caratteristiche distintive sono:

  • protezione antisabotaggio e antifurto;
  • batteria longlife (dieci anni);
  • orologio in tempo reale;
  • riconosce incendi aperti e fuochi covanti;
  • segnalazione combinata acustica (85 bD) e ottica;
  • indicatore di stato con intensità luminosa ridotta nelle ore notturne.

Il modello Genius Hx, inoltre, funziona efficacemente anche in ambienti più difficili rispetto ai classici soggiorni o camere da letto, quali cucine, vani scala, cantine e soffitte a prova di gelo, edifici pubblici, uffici, alberghi, case di riposo e ospedali.

 

Maria Cecilia Chiappani
Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 104 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.