La ventilazione meccanica controllata porta salute ed efficienza energetica

Negli edifici isolati termicamente, la ventilazione meccanica controllata garantisce un ottimale ricambio dell'aria interna, a vantaggio di salute ed efficienza energetica

ventilazione neccanica controllata

Tra i fattori chiave per l’efficienza energetica e il comfort ambientale, la ventilazione meccanica controllata è sempre più diffusa nelle nuove costruzioni – soprattutto negli edifici in classe A –, come nelle riqualificazioni. Se le normative legate al settore dell’edilizia impongono realizzazioni sempre più efficienti e sostenibili, l’utilizzo di nuovi materiali di costruzione e di soluzioni per l’isolamento garantisce ermeticità nelle abitazioni, ma riduce notevolmente il ricambio d’aria negli ambienti.

Entrano così in gioco i sistemi di ventilazione meccanica controllata (VMC), che aiutano a garantire salute e benessere negli ambienti interni, eliminando al contempo le sostanze nocive.

In virtù dell’assoluta importanza del ricambio d’aria, per la salute e per il comfort di chi vive quotidianamente gli spazi interni, le nuove proposte di VMC regolano il livello dell’umidità nelle stanze, impediscono la formazione di muffa e il proliferare di agenti inquinanti, oltre ad assicurare una qualità dell’aria sempre ottimale senza la necessità di aprire porte e finestre, evitando conseguenti sprechi energetici in termini di riscaldamento/raffrescamento.

Tra i vantaggi, troviamo inoltre nei sistemi di VMC dei validi alleati per gli allergici: i filtri antipolline riducono la concentrazione di sostanze irritanti e, di conseguenza, le reazioni allergiche.

Analizziamo l’innovazione di questo mercato in crescita attraverso le ultime proposte dedicate alla ventilazione meccanica controllata.

Ventilazione meccanica controllata nelle riqualificazioni

Climapac ventilazione meccanica controllataPensato per garantire il costante ricambio dell’aria, anche a finestre chiuse, Arias è il sistema di ventilazione meccanica controllata a parete targato Climapac. Grazie allo scambiatore di calore entalpico a doppio flusso incrociato e al filtro F7 di serie, la soluzione consente il riciclo dell’aria indoor: da un lato purifica l’aria esterna in entrata, eliminando le problematiche connesse all’umidità e all’inquinamento (muffe, cattivi odori, ecc.); dall’altro agisce senza disperdere calore ed energia, permettendo un effettivo risparmio sui costi di riscaldamento e raffrescamento.

Caratterizzato da un design essenziale, Arias è posizionabile sia in orizzontale sia in verticale ed è disponibile in diversi colori di serie, con base pronta da pitturare, oppure con qualsiasi personalizzazione ed effetto, dal legno al metallizzato. L’impatto minimo dal punto di vista estetico e la rapidità d’installazione lo rendono ideale anche in caso di interventi di riqualificazione. Arias, infatti, non necessita di grandi lavori o impianti centralizzati, sono sufficienti due fori passanti sulla muratura e un allacciamento elettrico.

Anche la manutenzione è ridotta al minimo: la sostituzione del filtro può essere condotta in autonomia dall’utente quando il display avvisa di questa necessità. L’interfaccia user friendly, con gestione a display o telecomando, ne rende inoltre intuitivo l’utilizzo e garantisce il massimo comfort nella regolazione della ventilazione e delle altre funzioni accessorie.

Efficienza e design nella ventilazione

VORTice ventilazioneSempre nel campo dell’installazione a parete, troviamo l’unità di ventilazione con pompa di calore e recuperatore di calore Vortice che, grazie al design raffinato del pannello frontale in resina plastica con finitura a specchio, nelle versioni di colore bianco o nero, è adatta a qualunque ambiente indoor.

VORT HRW 60 HP Mono è progettata per l’installazione in corrispondenza di una parete perimetrale di locali residenziali e commerciali con elevati livelli di isolamento termico, anche in zone geografiche dai climi rigidi.

Il sistema è dotato di scambiatore di calore ad alta efficienza a flussi incrociati in materiale plastico e pompa di calore con compressore alternativo. Lo smaltimento della condensa avviene grazie a un dispositivo di nebulizzazione integrato. Sul fianco dell’apparecchio, un pannello comandi con display LCD consente: accensione/spegnimento, impostazione del livello di prestazione erogata, programmazione settimanale, programmazione della modalità “vacanza”, in cui l’apparecchio funzionerà alla velocità minima, visualizzazione delle temperature dell’ambiente e dell’aria di rinnovo e segnalazione dei filtri saturi.

L’unità di ventilazione Vortice funziona in tre modalità:

  • free cooling: l’aria viziata espulsa all’esterno viene sostituita da aria fresca di rinnovo, filtrata dalle impurità e direttamente immessa nel locale;
  • ventilazione passiva: l’aria viziata espulsa all’esterno viene sostituita da aria fresca di rinnovo, filtrata dalle impurità e preventivamente riscaldata o raffrescata nello scambiatore di calore; 
  • ventilazione attiva: l’aria viziata espulsa all’esterno viene sostituita da aria fresca di rinnovo, filtrata dalle impurità e riscaldata o raffrescata dall’azione combinata dello scambiatore di calore e della pompa di calore.

Sistemi di VMC con regolazione smart

Dispositivo di controllo ventilazione meccanica controllataLa nostra breve carrellata si conclude con la proposta Wavin Italia per la ventilazione meccanica controllata, composta dalle unità REK160 e REK280, installabili sia in orizzontale (a soffitto) sia in verticale (a parete).

Realizzate con una struttura metallica dotata di pannellatura sandwich afonica autoportante, le nuove unità del brand Chemidro favoriscono ricambio e rinnovo dell’aria, oltre ad assicurare un risparmio energetico fino al 90%. Le due unità sono infatti dotate di un sistema di estrazione dei filtri e di drenaggio della condensa, di un recuperatore di calore in materiale plastico e di ventilatori plug fan con motore EC brushless, vantando inoltre una sezione di bypass per il free-cooling, comandata da valvola motorizzata, e celle filtranti antipolvere ondulate in fibra sintetica classe G4 di serie.

Fiore all’occhiello delle novità Wavin il sistema intelligente di regolazione wireless, che permette di posizionare il dispositivo di controllo ovunque, senza doverne prevedere l’applicazione in fase di progettazione.

Il collegamento plug&play semplifica inoltre l’operato dell’installatore, che non deve predisporre la connessione elettrica tra unità e dispositivo. Quest’ultimo è studiato per impostare manualmente la velocità della ventola a seconda delle necessità di utilizzo, mentre le altre operazioni vengono gestite automaticamente dall’unità.

Premendo uno dei quattro pulsanti, che corrispondono ad altrettante modalità, l’utente potrà ottenere bassa velocità della ventola (Away), media velocità (Home), alta velocità per un tempo limitato con possibile scelta tra 30, 60 e 90 minuti (Timer) oppure la velocità massima (Party).

Redazione
Informazioni su Redazione 561 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.