Pompe di calore e moduli idronici, innovazioni made in Italy

Argoclima propone due innovazioni made in Italy in efficienza e performance con le pompe di calore monoblocco IM e i moduli idronici Aqua Unit

pompe di calore di Argoclima

Frutto di anni di ricerca tecnologica e di impegno nello sviluppo di soluzioni più efficienti, performanti e sostenibili, le pompe di calore monoblocco IM e i moduli idronici Aqua Unit sono i protagonisti della nuova proposta di Argoclima dedicata a riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria. Una proposta che si unisce al restyling degli strumenti di comunicazione dell’azienda, dal sito web alle immagini di cataloghi, brochure e pagine pubblicitarie, incentrati sul ritorno al made in Italy del marchio.

“Il fatturato 2017 andrà oltre i 62 milioni di euro, consentendoci di guardare al futuro con ottimismo, dopo gli anni difficili della crisi economica, a testimonianza della crescita degli ultimi quattro anni – commenta l’amministratore delegato Paolo Nocivelli -. Rilanciamo così il nostro made in Italy con la terza generazione delle nostre pompe di calore aria/acqua, espressamente pensata per le esigenze del mercato europeo e sviluppata, dall’idea alla produzione, nella nostra sede operativa di Gallarate (VA)”.

Un progetto ambizioso che, nonostante i corposi investimenti e il forte aumento dei costi delle materie prime (refrigerante R410 in primis) non ha comportato l’aumento dei prezzi delle macchine sul mercato.

Le pompe di calore monoblocco

pompe di calore argoclimaIM è la pompa di calore per riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria (ACS), con attacco per sistema brevettato eMix, ideale per l’impiego con impianti radianti, ventilconvettori e radiatori a bassa temperatura, in applicazioni residenziali e piccoli spazi commerciali.

L’unità monoblocco aria/acqua riesce a produrre acqua calda sanitaria in contemporanea a riscaldamento e raffrescamento degli ambienti, grazie allo speciale attacco del gas refrigerante; durante il raffrescamento, in particolare, IM può riscaldare anche l’acqua, gratuitamente, sfruttando la tecnologia del recupero di calore di eMix ed eMix Tank.

Dotata di pompa di circolazione, compressore e ventilatori rigorosamente inverter (Full DC Inverter), la soluzione garantisce efficienza – classe energetica A++ in riscaldamento e A in produzione di ACS – e silenziosità, oltre a caratteristiche “smart”, con sistemi di controllo intelligenti delle temperature e di monitoraggio delle pressioni del gas refrigerante e delle portate dell’acqua dell’impianto.

In un momento in cui anche il mercato della climatizzazione inizia a interpretare le tecnologie in un’ottica di Internet of Things, IM garantisce la possibilità di integrazione e compatibilità con sistemi di controllo e sorgenti aggiuntive di riscaldamento esterno di terze parti (caldaie tradizionali o a gas, stufe a pellet, sistemi di solare termico e fotovoltaico).

Moduli idronici per iSeries

Aqua Unit è invece l’unità interna che, abbinata al sistema iSeries, consente riscaldamento e climatizzazione con terminali idronici, anche in questo caso con sistemi radianti, ventilconvettori e radiatori a bassa temperatura.

Integrato in iSeries, il modulo ne rafforza i plus, consentendo anche l’utilizzo, nello stesso impianto, di terminali idronici e unità interne a espansione diretta. L’introduzione di Aqua Unit nel sistema implementa inoltre la produzione di acqua calda sanitaria, ora possibile in tre modalità:

  • collegando eMix Tank tramite uno specifico attacco gas a bordo dell’unità esterna, al quale viene connessa una unità integrata a un serbatoio da 200 litri o 300 litri;
  • collegando eMix, tramite uno specifico attacco gas a bordo dell’unità esterna, con il serbatoio fornito da terzi;
  • in modalità standard, con innalzamento della temperatura di erogazione del fluido vettore e commutazione di una valvola deviatrice.

Anche nella nuova combinazione, iSeries punta sul sistema Full DC Inverter e si conferma ai massimi livelli in termini di efficienza e di silenziosità. Aqua Unit è compatibile con sistemi di controllo di terze parti, dotata di resistenza elettrica da 2 kW e idonea all’integrazione della potenza disponibile, qualora le condizioni ambientali esterne fossero particolarmente avverse. Anche questa soluzione ospita un pannello di controllo a display LCD, a vantaggio di operatori e utenti finali.

Maria Cecilia Chiappani
Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 57 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.