Callme, Urmet dà nuova vita ai vecchi impianti citofonici

La nuova versione di Callme, dispositivo per il rinvio di chiamata su smartphone e tablet, è oggi compatibile anche con citofoni o videocitofoni Urmet di vecchia generazione

Urmet Callme

Callme è un dispositivo sviluppato da Urmet che consente di effettuare l’inoltro chiamata e la gestione accessi da remoto attraverso un comune impianto videocitofonico.

Oggi, grazie a una versione rinnovata e migliorata, Callme è compatibile anche con citofoni o videocitofoni Urmet di vecchia generazione.
Ciò significa che tutti i sistemi di audio o videocitofonia, analogici o digitali, potranno essere comandati con facilità attraverso una app per smartphone Android o Apple.

Callme, la comodità di rispondere sempre e ovunque

Callme smartphoneCallme permette ad esempio di vedere attraverso lo schermo del proprio smartphone o tablet chi ha suonato al videocitofono di casa, indipendentemente dal fatto di trovarsi in ufficio, in giardino, in vacanza o persino all’altro capo del mondo. Non solo: si può interagire proprio come se si fosse di fronte al classico display di casa, quindi parlare con l’interlocutore, aprire il portone ecc.

È sufficiente associare il dispositivo installato nel videocitofono alla App gratuita Urmet CallMe (è possibile gestire un singolo punto audio e video da 4 dispositivi diversi), ciascuno dei quali, a sua volta, può gestire più dispositivi CallMe.

Urmet ha pensato anche ad alcune opzioni, adatte per gli utenti più esigenti, che permettono di personalizzare la App, come la possibilità di scegliere di ricevere chiamate solo quando si è collegati a una rete WiFi (senza quindi consumare il proprio traffico dati).

Pratico e veloce da installare

Urmet conosce le esigenze degli installatori e punta a garantire la massima semplicità e velocità anche nell’installazione. Il kit di appoggio e le dimensioni estremamente contenute consentono di inserire CallMe direttamente su quadro elettrico o a parete, senza necessità di interventi murari. È pensato anche per l’installazione su impianti condominiali e in maniera indipendente tra appartamento e appartamento: il montaggio avviene direttamente nella singola abitazione, senza richiedere interventi sulla colonna comune, consentendo così a ogni inquilino di scegliere autonomamente se installare il dispositivo oppure no.

Sul lato tecnico, Callme offre una porta RJ45, per una connessione filare come alternativa al WiFi, e un cavo di alimentazione aggiuntivo necessario solo per gli impianti digitali 2Voice e analogici con più di 12 dispositivi videocitofonici.
Infine, per chi desidera abbandonare il vecchio impianto e passare a un sistema videocitofonico di ultima generazione, Urmet mette a disposizione una vasta gamma di soluzioni tra cui scegliere che, come indicato dall’apposito bollino “CallMe Ready”, sono già predisposte per essere implementate con la funzione di rinvio di chiamata.

Informazioni su Alessia Varalda 825 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.