Ricerca Schneider Electric sulla nuova economia dell’energia

Una ricerca di Schneider Electric rivela che le aziende non sono pronte per affrontare la trasformazione energetica basata su decentralizzazione, decarbonizazione e digitalizzazione

Ricerca Schneider Electric su energia

Schneider Electric – azienda attiva nella trasformazione digitale dell’energia e dell’automazione – ha realizzato una ricerca con GreenBiz Research per capire come le aziende sviluppano le strategie in tema di energia e sostenibilità, come raccolgono e condividono i dati e come affrontano la trasformazione energetica.

L’infrastruttura energetico e il sistema elettrico sono sull’orlo della rottura: l’energia sta diventando decentralizzata, digitalizzata e le nuove tecnologie consentono alle imprese di produrre e consumare energia. Molte aziende stanno guardando a questi megatrend per trovare nuovi modi per ottenere efficienza, ottimizzare i processi, raggiungere obiettivi di sostenibilità e costruire resilienza.

I risultati si basano sulle risposte a un sondaggio online condotto con 236 esperti in materia di energia e sostenibilità che rappresentano diversi settori e aziende (con 100 milioni di dollari o più di fatturato).

Dall’analisi risulta che l’81% delle aziende ha aggiornato i programmi per l’efficienza energetica o pensa di farlo, ma il 30% ha preso in considerazione nuove opportunità come le microgrid o lo stoccaggio energetico.

Quali sono gli ostacoli al raggiungimento di energia e obiettivi di sostenibilità?

Dalla ricerca risulta che le aziende non sono pronte per la nuova economia dell’energia, hanno ancora un approccio piuttosto convenzionale alla gestione dell’energia e alla lotta al cambiamento climatico. 

Secondo lo studio, l’85% degli interpellati ha dichiarato che la loro azienda ha intenzione di mettere in campo entro i prossimi tre anni azioni per la riduzione delle emissioni di CO2, ma i progetti che sono stati avviati o sono in fase di sviluppo, puntano sulla conservazione dell’energia, dell’acqua e sul tema della gestione degli sprechi.

Analizzando i dati risulta che:

  • l’81% la propria azienda ha lavorato per migliorare l’efficienza energetica o progetta di farlo entro i prossimi due anni;
  • il 75% sta lavorando per ridurre consumi e sprechi di risorse idriche;
  • il 51% ha completato o sta pianificando di attivare progetti per sfruttare le energie rinnovabili;
  • Il 30% ha implementato o sta pianificando di usare soluzioni di stoccaggio energetico, microgrid, cogenerazione di calore ed energia.
Ricerca Schneider Electric 2
I progetti realizzati o pianificati

Siamo nel bel mezzo di una trasformazione totale del modo in cui si consuma e produce l’energia” – ha commentato Jean-Pascal Tricoire, Presidente e CEO di Schneider Electric – “Il fatto che ci sia un focus condiviso sul tema della conservazione della risorsa energetica è positivo. Essere consumatori attenti è solo una parte di quel che serve per affrontare il cambiamento e avere successo. Le aziende devono prepararsi ad essere protagoniste attive, mettendo in campo quanto necessario per produrre energia e interagire con la rete. Chi manca di agire oggi è destinato a rimanere indietro”.

Tra gli ostacoli:

  • le decisioni in tema di energia e sostenibilità non sono prese in modo ben coordinato, coinvolgendo i diversi team e dipartimenti;
  • la gestione dei dati spesso è insufficiente, come la disponibilità di strumenti e metriche per condividerli.
Ricerca Schneider Electric 1
Gli ostacoli al raggiungimento di energia e obiettivi di sostenibilità

Quali i progressi più significativi?

Sicuramente le rinnovabili, infatti oltre il 50% delle aziende ha avviato progetti per l’uso di energie rinnovabili o progetta di farlo soprattutto nel settore sanitario e dei beni di consumo.

Il ritorno sull’investimento è il metro di valutazione per le iniziative legate a energia e sostenibilità, ma anche l’impatto ambientale e il rischio organizzativo.

Ricerca Schneider Electric 3
I principali criteri di valutazione per la realizzazione di progetti per la gestione dell’energia

Le opportunità sono molte per avere successo a lungo termine adottando e implementando energia e iniziative di sostenibilità.
Tuttavia, questo non significa facile intraprendere la trasformazione: dalle aziende intervistate emerge che i progetti e le iniziative sono al momento sufficienti a raggiungere gli obiettivi soprattutto per una mancanza di condivisione dei dati, un’impostazione di priorità anche a lungo termine. Mancano una pianificazione ed esecuzione integrata delle strategie energetiche e di sostenibilità.

Ma nonostante questo è significativo il fatto che le aziende hanno compreso il valore di sfruttare il futuro energetico decentrato, ma è necessario un cambiamento di marcia per stare al passo della velocità di trasformazione.

“La sintesi emersa è coerente con lo scenario italiano: decentralizzazione, decarbonizazione e digitalizzazione sono oggi una realtà anche nel nostro paese. In questo contesto è necessario passare da un approccio inizialmente focalizzato al solo risparmio, ad uno più ampio di gestione dell’energia – ha commentato Giancarlo Terzi, VP Energy and Field Services di Schneider Electric in ItaliaEcoStruxure è l’architettura di Schneider Electric basata su prodotti intelligenti, comunicanti e connessi che alimentano sistemi e analitics per affrontare in modo integrato e armonizzato le opportunità offerte dalla convergenza IT/OT. Con EcoStruxure diamo l’opportunità ai nostri clienti di giocare un ruolo attivo in questa mercato in profonda trasformazione”.

Per una analisi dettagliata della ricerca e dei risultati è possibile consultare il report completo della ricerca.

Informazioni su Alessia Varalda 825 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.