Grand Hotel Palace Ancona: l’ospitalità incontra la tecnologia ABB

Il Grand Hotel Palace Ancona torna a splendere grazie alla tecnologia ABB che ha permesso di adattare la struttura agli standard dell’ospitalità contemporanea garantendo comfort e benessere senza intaccare l’eleganza di un edificio storico

tecnologia ABB per Grand Hotel Palace Ancona

Soggiorno all’insegna del comfort e della funzionalità; flessibilità, connettività e semplicità d’uso sia per gli ospiti, sia per il personale dell’hotel queste le richieste della committenza per dare un’anima tecnologica ed ecofriendly al Grand Hotel Palace Ancona.

Dago Elettronica ha realizzato gli impianti puntando sull’integrazione, “nell’impianto sono stati utilizzati –  ha spiegato Sandro Cardinali, Consigliere Delegato di Dago Elettronica – soluzioni e tecnologia ABB che si caratterizzano per affidabilità, che si traduce in una percezione diretta della qualità del lavoro, sia nel particolare impianto, sia nella globalità del lavoro in chiave integrata”.

“Il primo obiettivo era quello di rendere assolutamente confortevole l’output per il cliente. In pratica, facilità di comprensione dell’impianto e delle varie accensioni, facilità di uso, dettagli riconoscibili con la possibilità, da parte nostra, di poter gestire una facile e intuitiva ‘domotica’, senza esagerare nella automazione di troppi aspetti. Proprio relativamente alla domotica, l’obiettivo di poter gestire alcune situazioni direttamente dal banco reception, che consente la possibilità di migliorare enormemente le prestazioni dal punto di vista dei consumi elettrici” ha confermato Michele Bernetti, proprietario dell’hotel con la sua famiglia.

La flessibilità intrinseca di KNX

tecnologia ABB stanza Grand Hotel Palace AnconaLa scelta è ricaduta su un sistema di building automation che garantisse il controllo totale dell’edificio da una postazione fissa ubicata in reception: il sistema ABB i-bus KNX di gestione e di controllo che assicura flessibilità e implementazione, consente di ottimizzare le performance dell’impianto e l’efficienza energetica.
L’impianto è dotato di 14 linee KNX, 538 dispositivi presenti e dorsale su IP, controllabile anche da remoto.

La flessibilità innanzitutto, soprattutto nelle stanze dove accanto a funzioni standard come le luci di cortesia, l’attivazione/disattivazione carichi elettrici non prioritari, è garantito il controllo automatico del clima a fronte di inserimento/disinserimento delle tessere nel lettore transponder.

Dalla postazione fissa viene effettuato il monitoraggio di tutte le funzionalità grazie alla visualizzazione centralizzata dei parametri rilevanti, la segnalazione di guasti e malfunzionamenti. Grazie alla tecnologia ABB è garantita una manutenzione veloce e affidabile.

Funzionalità ed estetica con Mylos

Ovviamente riqualificare un edificio storico richiede anche materiali, arredi, luci e tecnologie dal design equilibrato ed elegante.
La serie civile Mylos Velvet bianca di ABB hanno risposto perfettamente a questo requisito: 900 placche (da 3, 4 e 7 moduli) nella versione bianca e 20 placche (da 3 e 4 moduli) nella versione nera con finitura Velvet che conferisce alla placca un effetto “soft-touch” vellutato.

Sempre della serie Mylos è il sistema di controllo accessi utilizzato per le camere: il cliente – entrando in camera – inserisce il tag assegnatogli al momento del check nella tasca interna attivando lo scenario luminoso di comfort. Contemporaneamente, nella tasca esterna, un led rosso indica al personale di servizio che l’ospite è in camera. Inoltre, la camera viene segnalata come occupata anche nel sistema di supervisione.
I led della tasca esterna, inoltre segnalano se la stanza è stata pulita o se è presente il personale per il servizio.

tecnologia ABB Grand Hotel Palace Ancona

Un plus green: la colonnina ricarica

La riqualificazione del Grand Hotel Palace Ancona è stato improntato sull’efficienza energetica, la sostenibilità e servizi aggiuntivi per gli ospiti, come l’installazione di una colonnina di ricarica per veicoli elettrici, dotata di identificazione tramite RFID e blocco anti-estrazione delle spine da 22 kW trifase tarabile a 11 kW con due prese Tipo 2 in corrente alternata.

Questo articolo è incluso nel Focus Domotica di ElettricoMagazine.

Informazioni su Alessia Varalda 854 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.