Certificazione CasaClima: tutto quello che bisogna sapere

Il grado di consumo energetico di un edificio è definito dalle classi energetiche, la certificazione CasaClima garantisce la sostenibilità dell'edificio premiando la scelta di materiali e sistemi che minimizzano l'impiego di energia

Certificazione CasaClima

L’Agenzia CasaClima è l’ente certificatore della Provincia Autonoma di Bolzano ideato nel 2002 dal direttore Norbert Lantschner in ottemperanza al Protocollo di Kyoto, per eseguire la certificazione energetica obbligatoria in Alto Adige. Nel resto del territorio italiano la certificazione CasaClima è utilizzata come protocollo volontario di certificazione di una casa per garantire un sigillo di qualità.

Dal 2006 L’Agenzia diventa al 60% a partecipazione pubblica, e si propone anche come ente di formazione per tutti gli attori del settore edilizio, progettisti, imprese e committenti, organizzando corsi ad hoc su diversi argomenti mirati all’efficienza energetica, alla sostenibilità e alla qualità edilizia. Nel contempo l’Agenzia sviluppa un reparto di ricerca e sviluppo per ottimizzare sempre di più gli standard e il protocollo da seguire che ad oggi è in continuo divenire.

Certificazione CasaClima e TimbroIl certificato energetico di un edificio riporta tutte le informazioni principali per una valutazione sulla efficienza energetica: l’efficienza dell’involucro, cioè le prestazioni dell’isolamento di pareti e solai e l’efficienza complessiva, che valuta l’efficienza impiantistica in funzione dell’involucro scelto. Il certificato valuta anche la sostenibilità ambientale dell’edificio premiando la scelta di materiali e sistemi che minimizzano l’impiego di energia anche durante tutta la fase di produzione, che non siano dannosi alla salute e che siano a basso impatto ambientale.

Il grado di consumo energetico di un edificio è definito dalle classi energetiche:

  • CasaClima Oro garantisce il consumo di energia più basso, pari a 10 kWh per metro quadro l’anno – detta “casa da un litro”- perché per ogni metro quadro necessità di un litro di gasolio o di un m³ di gas l’anno;
  • CasaClima A garantisce un consumo di calore inferiore ai 30 kWh per metro quadro l’anno – la cosiddetta “casa da 3 litri”;
  • CasaClima B, l’edificio richiede meno di 50 kWh per metro quadro l’anno – la “casa da 5 litri”.

Come ottenere la certificazione CasaClima

Per ottenere la certificazione CasaClima, il richiedente sottopone il proprio edificio a un controllo minuzioso del processo di edificazione, che viene eseguito da un “auditore” CasaClima esterno, tramite un’attenta analisi del progetto, alcuni sopralluoghi in cantiere e test di congruità tra l’eseguito e il progetto iniziale. Al termine del processo, dopo la verifica di tenuta all’aria tramite il Blower Door Test, se il risultato è positivo, l’Agenzia rilascia la Targhetta CasaClima con validità 10 anni.

Ogni edificio ha la sua certificazione

Il certificato CasaClima Nature, introdotto negli ultimi anni per valutare la sostenibilità ambientale di un edificio secondo l’efficienza energetica complessiva dell’edificio, ma anche secondo l’impatto ambientale dei materiali utilizzati nella costruzione, l’uso efficiente della risorsa idrica, l’uso di materiali a basse emissioni per la qualità dell’aria interna, la protezione dal gas Radon, l’utilizzo di luce naturale e il comfort acustico.

Il certificato CasaClimaR introduce invece la certificazione di qualità del risanamento per gli edifici esistenti: attraverso un Energycheck dell’edificio e/o dell’appartamento, vengono stabiliti dei criteri per il miglioramento energetico delle prestazioni secondo un protocollo ben definito e differente da quello delle nuove costruzioni.

Sono stati poi introdotti alcuni protocolli di certificazione da seguire per gli edifici a destinazione differente da quella residenziale:

  • CasaClima Hotel, per gli alberghi; 
  • Clima Factory per sostenere l’efficienza energetica nelle aziende;
  • ComuneClima, che definisce un protocollo da seguire per i Comuni virtuosi che vogliono distinguersi per un uso efficiente dell’energia e delle risorse e un basso impatto ambientale.

Per ottenere un’ampia diffusione sul territorio l’Agenzia si serve di Consulenti CasaClima, tecnici specializzati in efficienza energetica, nel risparmio energetico e nell’utilizzo dell’energia rinnovabile che supportano i progettisti nella valutazione di questi aspetti di un progetto anche a livello pratico ed esecutivo; e le Associazioni CasaClimaNetwork a livello provinciale o regionale, volte a promuovere e sostenere il progetto CasaClima, in stretta collaborazione con l’Agenzia CasaClima di Bolzano.

Esiste poi la possibilità per le Aziende leader nel settore delle costruzioni di diventare Partner CasaClima, se rispondono a determinati requisiti di qualità dei prodotti che offrono e che siano proiettati verso un continuo rinnovamento al passo con l’evoluzione tecnologica.

Silvia Pertoldi
Informazioni su Silvia Pertoldi 6 Articoli
Silvia Pertoldi Architetto libero professionista, Consulente CasaClima e giornalista freelance, oltre all'esercizio della sua professione, si occupa da alcuni anni di temi legati all'efficienza energetica nelle nuove costruzioni e negli edifici esistenti, e alla sostenibilità ambientale in generale