Pompa di calore, una scelta che conviene

Per approfondire l'argomento e capirne fino in fondo funzionamento e benefici abbiamo parlato con Gaetano Parisi - Technical Training Section Manager, Air Conditioning di Mitsubishi Electric

I sistemi con pompa di calore sono un’alternativa ecologica al riscaldamento tradizionale: estraggono il calore già presente in natura da aria, acqua o terra e lo trasferiscono all’interno dell’ambiente da riscaldare.

Sono una soluzione ideale per ridurre l’impatto ambientale, risparmiare sulle bollette e ovviamente per garantire comfort e benessere.

Installare una pompa di calore comporta parecchi vantaggi sia nel caso di riqualificazioni edilizie, sia per le nuove costruzioni. Tra i vantaggi per i quali sicuramente vale la pena installare questa tecnologia, un ritorno dell’investimento nel breve periodo grazie alla riduzione dei costi gestionali e agli incentivi (Conto Termico) e detrazioni fiscali di cui si può beneficiare.

Gaetano Parisi - Technical Training Section Manager, Air Conditioning di Mitsubishi ElectricPer approfondire l’argomento e capirne fino in fondo funzionamento e benefici abbiamo parlato con Gaetano Parisi – Technical Training Section Manager, Air Conditioning di Mitsubishi Electric.

Sicuramente la pompa di calore è una tecnologia interessante in ogni contesto poiché consente di riscaldare, raffrescare e per produrre acqua calda sanitaria attraverso un unico sistema centralizzato. In altre parole, può rappresentare il centro di un unico impianto smart che non tiene conto della stagionalità.

È una macchina che trasferisce calore da una fonte di energia rinnovabile all’impianto di casa, e per svolgere questo lavoro utilizza il vettore elettrico, ma l’energia consumata è nettamente inferiore rispetto al calore che viene prodotto.

Invertendo il ciclo di funzionamento, la pompa di calore garantisce il clima ottimale trasferendo all’esterno il calore dell’abitazione.
Per un’alternativa ancora più green è possibile abbinare sinergicamente il fotovoltaico: in questo modo la pompa di calore funziona con l’energia elettrica prodotta dal sole.

Se poi l’abitazione è dotata di un sistema di accumulo, allora la strada verso l’indipendenza energetica è tracciata. È bene sottolineare che la pompa di calore assorbe energia di notte, di inverno ovvero quando il fotovoltaico rende meno, quindi l’accumulo consente di sfruttare appieno l’energia prodotta durante il giorno.

Pompa di calore: i vantaggi nelle riqualificazioni energetiche

Quando si parla di riqualificazione energetica bisogna partire da un’analisi del parco edilizio e delle opportunità: pensando solo al residenziale direi che c’è un potenziale di 8 milioni di abitazioni (tipologia mono e bifamiliare) sulle quali è possibile intervenire. Ovviamente è necessario valutare sia la parte relativa all’involucro – quindi cappotto termico e/o infissi – sia la parte impiantistica.

Normalmente quando si interviene sugli impianti e sul riscaldamento, il generatore termico da sostituire è la caldaia tradizionale. L’impiego della pompa di calore elettrica come unico impianto dell’abitazione consente di limitare al minimo il consumo di energia primaria da fonte fossile, a differenza di una caldaia tradizionale che utilizza gas metano, gpl o gasolio e che presenta elevate emissioni inquinanti in atmosfera.

Inoltre, dal lato tecnico è un sistema che permette di gestire sia il riscaldamento sia l’acqua calda sanitaria come una caldaia, ma in maniera più efficiente e con un risparmio di energia primaria e una riduzione dei costi di esercizio, che il raffrescamento estivo.

Ma i vantaggi non finiscono qui poiché l’installazione di questa tecnologia consente un miglioramento della classificazione energetica dell’edificio e del valore dell’immobile.

Schema Pompa di calore Mitsubishi Electric
Ecodan di Mitsubishi Electric è un sistema ibrido Aria/Aria, Aria/Acqua che permette di unire la flessibilità di un sistema multisplit al comfort di una pompa di calore
Quali sono i parametri per la scelta della pompa di calore più adatta alle proprie esigenze?

Innanzitutto, è suggerito l’intervento di un professionista (progettista e/o installatore), che valuterà le condizioni climatiche dell’ambiente e dell’edificio e sceglierà la soluzione più idonea. È fondamentale che sia dimensionata in modo corretto identificando la taglia e la capacità termica in linea con le condizioni progettuali e le esigenze del cliente.

È adatta a tutte le tipologie di clima, anche a quelli più rigidi: in questo caso è necessario sfatare il falso mito che non prevede la pompa di calore come unico generatore termico.

La tecnologia è ormai matura e non è più necessario abbinare una caldaia. Ovvio che questo concetto non vale se la pompa di calore è sottodimensionata o presenta profili prestazionali non in linea con il profilo di fabbisogno termico calcolato.

In caso di integrazione impiantistica con caldaia, l’elettronica metterà in comunicazione le due tecnologie e in modo automatico la caldaia interverrà esclusivamente nei momenti sfavorevoli per la pompa di calore. Ma, ribadisco, non è un obbligo.

Sistema pompa di Calore Ecodan Mitsubishi Electric
Il sistema Ecodan – Split è composto da una tradizionale unità esterna ad espansione diretta e di un modulo idronico da installare all’interno, in grado di produrre acqua calda ad uso riscaldamento/ raffrescamento e ad uso sanitario (Mitsubishi Electric)
…e se parliamo di nuove costruzioni?

Per il nuovo è molto più semplice: qui entrano in gioco la legislazione vigente e le direttive europee che impongono l’obbligo di produrre una parte di energia termica ed elettrica utilizzando fonti rinnovabili.

Cito il decreto legislativo 28/2011 (recepimento Direttiva Europea 28/2009) che impone per le nuove costruzioni determinati limiti relativi alla produzione di energia per riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria destinata a soddisfare il fabbisogno dell’edificio.
E precisamente il 50% dei consumi previsti di acqua calda sanitaria e il 50% (a partire dal 1 gennaio 2018) per i servizi dell’abitazione (riscaldamento, ACS e raffrescamento).
Questo è un grosso vantaggio per le pompe di calore che – essendo classificata tra le soluzioni impiantistiche a fonti rinnovabili – rientrano a pieno titolo nelle quote del decreto.

Ancora più restrittiva la direttiva NZEB (edifici a energia quasi zero) che impone la progettazione prima e la realizzazione poi di edifici dal fabbisogno quasi nullo.
Inoltre, il basso fabbisogno di energia dovrà essere gestito da un sistema che sfrutta l’energia rinnovabile, per cui ancora una volta la pompa di calore si dimostra la soluzione più adatta.
I requisiti NZEB saranno obbligatori dal 2021 per tutti (2019 per gli edifici pubblici), alcune regioni hanno però anticipato la Direttiva Europea, come la Regione Lombardia (già dal 2016) e l’Emilia-Romagna così come la provincia di Bolzano dal 2017.

Perché conviene (economicamente) la pompa di calore?

Installando una pompa di calore è possibile beneficiare delle detrazioni fiscali, dell’Ecobonus 65% o del conto termico 2.0.

La Legge di Stabilità ha prorogato fino al 31 dicembre 2018 l’Ecobonus 65% per la riqualificazione energetica di edifici e abitazioni, ed è rivolto a chi sostituisce l’impianto di riscaldamento esistente con un sistema a fonti rinnovabili.

Il Conto termico – introdotto dal D.M.16 febbraio 2016 – è un incentivo che premia chi utilizza sistemi come la pompa di calore.
L’incentivo è calcolato sulla base di pochissimi parametri (e a differenza delle detrazioni non tiene conto di costi di acquisto e installazione): la zona climatica, la tipologia, la resa climatica e la potenza nominale.
La somma di questi fattori dà origine a un incentivo, che se è inferiore ai 5000 euro, dopo 3 mesi dall’approvazione della domanda di incentivo, viene corrisposto direttamente dal GSE attraverso bonifico bancario.

La pompa di calore utilizza il vettore elettrico, e tra i vantaggi che mi preme sottolineare, la riforma delle tariffe elettriche che è stata avviata nel 2016 e sarà a regime dal 2019.
Con la riforma tariffaria vengono eliminate le differenziazioni dei prezzi per scaglioni di consumo e sarà abolito il principio di progressività. Questo ha come obiettivo agevolare l’installazione di apparecchiature elettriche efficienti ed in linea con le fonti rinnovabili.
Quindi diventa ancora più conveniente installare una pompa di calore.

Sistema a pompa di calore con SG-ready
I nuovi moduli idronici Ecodan supportano la funzione SG ready (Smart Grid Ready), la funzione permette di massimizzare l’autoconsumo di energia elettrica proveniente da un pannello fotovoltaico e viene realizzata con 2 input aggiuntivi.
Gli utenti hanno un’adeguata consapevolezza dei benefici generati? Quali sono gli ostacoli che ancora frenano nella scelta?

La risposta in questo caso è ampia e variegata: stiamo assistendo a un cambiamento culturale, ci sono interlocutori che sono molto sensibili al concetto di risparmio energetico e di sostenibilità ambientale e sono proattivi nella richiesta di tecnologie innovative come la pompa di calore.
C’è però ancora una fetta di utenti che si rivolge al proprio installatore di fiducia che non sempre è in grado di far emergere tutti i benefici e i vantaggi e, alla fine, la soluzione più semplice ed economica è quella che guida la scelta.

Per noi di Mitsubishi Electric è fondamentale la formazione e l’informazione di tutta la filiera (installatori, progettisti, distributori, clienti) poiché saper proporre il risparmio e l’efficienza energetica e diventare un punto di riferimento significa riuscire a cogliere le sfide di un mercato in forte trasformazione, attraverso i nostri Training Centre di Agrate Brianza e di Roma, offriamo al mercato, programmi di formazione specifici per ogni tipologia di applicazione della pompa di calore.

Negli ultimi anni abbiamo visto un aumento dei costruttori di pompe di calore: cosa differenzia la vostra proposta rispetto ad altre soluzioni sul mercato?

Tecnologia all’avanguardia, elevata efficienza energetica, qualità, affidabilità, silenziosità e rispetto dell’ambiente sono le caratteristiche fondamentali che contraddistinguono i nostri prodotti.

Elettronica evoluta e munita di implementazione SG Ready per un dialogo intelligente con sistemi fotovoltaici.

Tra le peculiarità, sicuramente la completezza di gamma con la possibilità di soddisfare le diverse esigenze del mercato, grazie anche all’acquisizione del gruppo Del Clima e dei brand Climaveneta e Rc Group, che ci dà la possibilità di integrare la gamma di pompe di calore idroniche e non solo.

Un altro plus è la certificazione Eurovent che certifica le prestazioni dei prodotti di condizionamento e refrigerazione secondo gli standard europei e internazionali. Tutti i prodotti Mitsubishi Electric sono certificati Eurovent e questo è una garanzia per il mercato e una tutela nelle scelte.

Informazioni su Alessia Varalda 858 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.