Daikin: investire nella creazione di un’economia circolare dei refrigeranti

Daikin ha sottolineato l’importanza di creare una vera e propria economia circolare sui refrigeranti con l’obiettivo di realizzare un futuro sempre più sostenibile

Daikin impegno sui gas refrigeranti

Daikin, durante la conferenza stampa svoltasi durante MCE 2018, ha sottolineato l’importanza di creare una vera e propria economia circolare sui refrigeranti con l’obiettivo di realizzare un futuro sempre più sostenibile per il settore della climatizzazione, riscaldamento e refrigerazione.

conferenza stampa Daikin refrigeranti MCE 2018Il settore HVACR sta iniziando ad avvertire gli effetti del Regolamento Europeo sugli F-gas (n 517/2014) pubblicato in Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea del 20 Maggio 2014 ed entrato in vigore venti giorni dopo. Con il 1 gennaio 2015 è scattata la sua applicazione e la conseguente abrogazione del “vecchio” regolamento n. 842 del 2006.

Il nuovo regolamento sui gas ha esteso l’ambito di applicazione della norma ad apparecchiature che utilizzano quantità considerevoli di gas fluorurati, ampliando i casi di tenuta del registro.

Il Regolamento prevede una riduzione progressiva degli F-gas (in tonnellate di CO2 equivalente) introdotti sul mercato dell’Unione Europea: questo favorirà l’innovazione e garantirà un passo avanti verso refrigeranti con un minor potenziale di riscaldamento globale (GWP).

La riduzione graduale cambierà per sempre i meccanismi del settore e coinvolge tutta la filiera: dai produttori di refrigeranti a quelli d’impianti, passando per installatori e utenti.

Diversi studi hanno dimostrato come una serie di azioni possa contribuire al raggiungimento dei obiettivi:

  • transizione verso refrigeranti a più basso GWP;
  • riduzione della carica di refrigerante nelle apparecchiature;
  • ulteriore riduzione delle perdite;
  • rafforzamento delle attività di recupero, rigenerazione e riutilizzo del refrigerante.

Daikin è impegnata in tutti e quattro gli ambiti, evidenziando il proprio ruolo sia come produttore di apparecchiature, sia di refrigeranti al fine di contribuire alla realizzazione di un futuro sempre più sostenibile per il settore della climatizzazione, riscaldamento e refrigerazione.

Gli aspetti chiave che concorrono nel raggiungimento sono diversi tra loro quali sicurezza, efficienza, impatto ambientale e sostenibilità economica.

Daikin è costantemente attiva nel collaborare con tutti i tutti i soggetti interessati per il recupero e il riutilizzo dei refrigeranti per creare una vera e propria economia circolare.

Daikin è convinta che il recupero e il riutilizzo dei refrigeranti contribuiranno ad assicurare nel tempo la disponibilità di HFC sia per le nuove installazioni sia per la manutenzione dei sistemi HVACR.

Partendo dall’esperienza acquisita in Giappone, Daikin Europe ha deciso di investire nel recupero e rigenerazione dei refrigeranti: inizialmente attraverso la propria attuale organizzazione e successivamente sarà estesa a livello europeo in collaborazione con altri soggetti interessati.

ciclo di vita sostenibile dei refrigeranti
La sfida risiede nel realizzare, per i refrigeranti, un ciclo di vita sostenibile

I 7 passi di Daikin per la riduzione progressiva

  1. Sviluppare e produrre refrigeranti, per il settore della refrigerazione, con un più basso GWP come l’R-407H
  2. Introdurre apparecchiature che utilizzano refrigeranti a più basso GWP, quali climatizzatori e pompe di calore con R-32 invece che R-410A, mentre per la refrigerazione commerciale soluzioni che utilizzano R-410A e R-407H invece che R-404A, oppure basate sull’impiego di CO2
  3. Da settembre 2015, Daikin ha offerto la possibilità di utilizzare gratuitamente 93 brevetti, così da consentire loro di sviluppare e commercializzare climatizzatori e pompe di calore utilizzanti R-32
  4. Riduzione della carica di refrigerante grazie a una progettazione mirata
  5. Impiego di sistemi di monitoraggio per controllare la tenuta dei circuiti, sia sul sito d’installazione sia da remoto
  6. Contribuire all’attività svolta dagli enti normativi per migliorare la tenuta di componenti ed elementi di giunzione
  7. Sostenere l’attività di qualificazione di installatori e tecnici manutentori per favorire la diffusione di refrigeranti a più basso GWP per un consapevole e in piena sicurezza
riduzione graduale dei refrigeranti
Un approccio globale verso la riduzione graduale del consumo di HFC (su base CO2 equivalente)
Informazioni su Alessia Varalda 983 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.