Caldaie a condensazione “in progress”: più garanzie di qualità ed efficienza

Dal Protocollo volontario per la sorveglianza di mercato alle soluzioni in mostra a MCE 2018, il percorso delle caldaie a condensazione a gas rimane ancorato all’efficienza energetica

Il mercato degli impianti termici accoglie a braccia aperte sistemi ibridi e soluzioni “full-electric” ma non dimentichiamo che, nel passaggio generazionale delle riqualificazioni energetiche, le caldaie a condensazione a gas ancora giocano un ruolo chiave negli interventi di retrofit su impianti obsoleti ed energivori.

L’Italia rappresenta infatti il secondo paese in Europa per produzione di apparecchi per riscaldamento e il secondo mercato con circa 800 mila pezzi venduti ogni anno e un parco installato di oltre 19 milioni di caldaie (dati Assotermica/Anima).

Una posizione di riguardo guadagnata in virtù delle garanzie di qualità ed efficienza delle macchine di nuova generazione e di una certa propensione degli italiani a mantenere il riscaldamento a gas, anche grazie agli incentivi fiscali degli ultimi anni. Ciò non toglie che di fronte ai dati allarmanti su consumi energetici e inquinamento atmosferico generati dal riscaldamento si senta l’urgenza di approfondire le caratteristiche di ecocompatibilità, efficienza e sicurezza delle moltissime caldaie a condensazione oggi sul mercato.

protocollo sorveglianza assoclimaIl protocollo per la sorveglianza verifica qualità e performance delle caldaie

Nella marea di informazioni – non tutte corrette – che circolano intorno al mercato della climatizzazione domestica, la scelta delle tecnologie più innovative diventa ogni giorno complessa sia per i clienti finali, sia per installatori e progettisti.

Si inserisce in questo vuoto di risposte “certificate” il nuovo Protocollo volontario per la sorveglianza di mercato lanciato da Assotermica, in collaborazione con Enea, proprio in occasione di MCE 2018. Un’iniziativa volontaria delle aziende associate nata per offrire strumenti utili al monitoraggio delle caldaie immesse sul mercato nazionale ai sensi dei Regolamenti di Etichettatura Energetica e di Eco-design.

“L’introduzione dei nuovi requisiti di legge ha comportato una svolta epocale per il comparto, al fine di fornire sistemi ecocompatibili in un settore che in Europa detiene circa il 40% dei consumi di energia finale complessiva – sottolinea Mario Zucco, Vice Presidente Assotermica – Vogliamo supportare la delicata fase di transizione verso soluzioni ad alta efficienza tracciando le presunte non conformità degli apparecchi di riscaldamento a gas, informando filiera e utente finale sull’importanza dell’etichettatura energetica e sensibilizzando le autorità nelle attività di sorveglianza”.

Alberto Montanini-assoclimaUna significativa presa di posizione a tutela dei clienti e del mercato commentata anche in occasione della conferenza stampa di Immergas, tra i principali promotori dell’iniziativa: “L’accordo volontario tra i produttori che rientrano nei regolamenti di etichettatura energetica ed eco-design si concentra, al momento, sul core business delle caldaie a gas di potenza non maggiore di 400 kW – spiega Alberto Montanini, Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas e Presidente di Assotermica -. Grazie al logo che identifica le aziende aderenti, il protocollo si propone come efficace deterrente nei confronti di tentativi di elusione delle regole riguardanti i limiti di efficienza energetica da rispettare per l’immissione sul mercato e per soddisfare i requisiti delle diverse classi energetiche”.

Nelle caldaie a condensazione, innovazione è sinonimo di efficienza

L’elevata soglia di attenzione circa normative e tecnologie legate alle caldaie a condensazione a gas emerge anche dalle novità presentate a MCE 2018.

Caldaia a condensazione Chaffoteaux-Mira AdvanceL’evoluzione verso il top dell’efficienza energetica della caldaia Mira Advance di Chaffoteaux si concentra sullo scambiatore in acciaio inox Spin Tech, dotato di un’unica spira con sezione di passaggio maggiorata del 142% rispetto alla versione precedente.

Le ampie superfici migliorano la circolazione dell’acqua e riducono il rischio di intasamento, mentre l’aggiunta di un metro alla prevalenza permette di raggiungere anche i radiatori più lontani. La condensazione ottimizzata garantisce un’efficienza stagionale del 94% e una soluzione in classe A+, in abbinamento al gestore Expert Control e alla sonda esterna.

Inoltre, il rapporto di modulazione 1:10 permette di utilizzare solo la potenza necessaria a raggiungere la temperatura impostata, evitando sprechi. La gestione dei parametri avviene in automatico ma è comunque possibile verificare e intervenire sulla programmazione tramite un intuitivo display soft touch.

Caldaia a condensazione ariston serie oneSpiccano invece l’affollato stand di Ariston, le caldaie Alteas One Net e Genus One Net, fiori all’occhiello della serie One che consentono di gestire il riscaldamento di casa in modo intelligente, efficace e personalizzato.

Lo scambiatore in acciaio inox Xtratech garantisce prestazioni efficienti e affidabilità, ottimizzando la circolazione dell’acqua e il passaggio dei fumi.

Ma le caldaie di nuova generazione non possono che essere smart e sempre connesse: con l’app gratuita Ariston Net gli utenti possono infatti gestire gli impianti tramite smartphone. Un controllo intelligente che si traduce in comfort, riduzione degli sprechi e risparmio economico. Il nuovo sistema di controllo da remoto avvisa anche in caso di imprevisti malfunzionamenti e agevola l’intervento del centro assistenza nel caso si sottoscriva un contratto di manutenzione.

Innovazione, prestazioni, efficienza energetica ed ecocompatibilità sono i parametri chiave delle caldaie a condensazione a gas presentate a MCE 2018

In una sola caldaia la stessa qualità per ambienti interni ed esterni

Caldaia Daikin D2CTra le molteplici proposte per la climatizzazione targate Daikin, la caldaia a condensazione D2C ha siglato l’ingresso del colosso giapponese nel mercato del riscaldamento a combustione.

400 mm di larghezza, 255 mm di profondità, 590 mm di altezza e solo 27 kg di peso sono le dimensioni ultra compatte della macchina, installabile in qualsiasi ambiente interno così come all’esterno dell’abitazione, grazie al grado di protezione IP X5D.

Cuore della caldaia a condensazione D2C, il corpo scambiatore aria/fumi brevettato che garantisce elevata potenza termica, ingombro limitato e massima silenziosità durante il funzionamento. Inoltre, il sistema SCOT di regolazione della combustione si adatta automaticamente al gas impiegato (metano o gpl) per una combustione pulita ed eco-friendly.

La caldaia D2C è in classe di efficienza energetica A sia in riscaldamento sia in produzione di acqua calda sanitaria, con un’efficienza fino al 108%. A completare la caldaia, l’elegante design di Daikin Eye, occhio luminoso che segnala lo stato di funzionamenti grazie a un LED multi colore.

Caldaia a condensazione cosmogas MYdens 34PDoppia condensazione performante e certificata

Spostando nuovamente il focus sulla normativa e sulle garanzie di qualità ed efficienza degli apparecchi a combustione, troviamo la caldaia a doppia condensazione MYdens 34P di Cosmogas, fresca di Certificazione “XXL” per i profili di carico di acqua sanitaria.

Il riconoscimento della classe energetica A con un profilo di carico XXL, verificato dall’ente KIWA, è sinonimo di prelievi di acqua calda immediati, importanti, duraturi e contemporanei senza variazioni di temperatura, ovvero di prestazioni ottimali unite a massima ecocompatibilità.

Traguardo raggiunto grazie al sovradimensionamento dello scambiatore secondario a piastre in acciaio inox (lunghezza 320 mm), che combina grande produzione di acqua calda sanitaria (ACS) e rapidità di erogazione, e alla doppia condensazione delle caldaie MYdens, che lavorano in condensazione anche in fase di produzione di acqua calda sanitaria, riducendo consumi e relativi costi di un ulteriore 10%.

Quando il design si unisce a efficienza e prestazioni

caldaia a condensazione unical osaLa nostra carrellata tecnologica sulla condensazione a gas si conclude con il tocco “architetturale” di Unical, che trasforma la caldaia in un raffinato complemento d’arredo.

Dopo il successo della caldaia murale extrapiatta OSA – vincitrice del Red Dot Design Award 2017 e candidata al Compasso D’Oro 2018 – caratterizzata da pannello frontale in diverse varianti di colore e recentemente arricchita con la finitura a specchio in acciaio inox supermirror, Unical presenta la nuova creazione Aurae, frutto della collaborazione con ArtÚ Design Studio.

La luce d’ambiente che illumina la caldaia come fosse un’opera d’arte è composta da un sottile profilo in polimetilmetacrilato che integra LED a luce bianca, proprio come una lampada. Può incorniciare OSA, ma può vivere anche come decoro o come elemento d’arredo a sé stante.

Maria Cecilia Chiappani
Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 127 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.