Distribuzione B2B: cavalcare la transizione energetica per emergere

Il cambiamento è un paradigma imprescindibile nel mercato e soprattutto nel settore dei sistemi energetici. Ne abbiamo parlato con Ing. Stefano Loro, CEO di VP Solar

VPsolar MCE transizione energetica

Il mercato dell’energia sta vivendo un’importante fase di transizione nella quale il settore elettrico e quello termoidraulico non possono più essere concepiti come realtà separate. Oggi si parla di un settore nuovo, quello dei sistemi energetici, nel quale confluiscono diverse specificità e innovazioni legate al concetto di ottimizzazione dell’efficienza energetica legata alla riduzione dei consumi e al miglioramento del comfort e del benessere degli utilizzatori.

Il ruolo del distributore in questo passaggio è fondamentale, perché può supportare e assistere nelle scelte impiantistiche con proposte basate su soluzioni e tecnologie selezionate e testate, affidabili e corrispondenti alle aspettative di performance secondo le indicazioni di progetto.

Ne abbiamo parlato con Stefano Loro, CEO di VP Solar azienda che opera dal 1999 nella distribuzione di componenti e sistemi per le energie rinnovabili e il risparmio energetico.

stefano Loro VP Solar“Oggi, il cambiamento è un paradigma imprescindibile nel mercato – ha sottolineato l’ingegner Loro – e soprattutto nel settore dei sistemi energetici siamo assistendo ad accelerazioni ancora maggiori. A mio avviso è inevitabile, nonostante alcune resistenze ancora visibili, un percorso basato sull’installazione delle fonti rinnovabili e sulla ricerca di una maggiore efficienza energetica. Tutto ovviamente sempre più su base elettrica. Noi come VP Solar supportiamo i nostri clienti in questa transizione energetica cercando di evidenziare le opportunità che possono nascere”.

Distribuzione evoluta

VP Solar ha da sempre investito e puntato sulla sostenibilità e nel tempo “abbiamo costruito e consolidato il nostro ruolo coerente di distributore con un chiaro posizionamento B2B ma con servizi aggiuntivi basati su competenze di progettazione formazione, orientamento al business fino a pratiche burocratiche legali. Siamo un partner affidabile ed esperto e grazie a un team ingegneristico di ricerca e sviluppo siamo in grado di selezionare e testare soluzioni innovative da proporre in maniera sistemica”.

La strategia aziendale è orientata prioritariamente verso la qualità e la soddisfazione del cliente, “il nostro team di circa 30 professionisti e ingegneri lavora per selezionare e testare le tecnologie più innovative, per studiare leggi e norme tecniche, per migliorare i servizi di assistenza pre e post vendita”.

Da sempre l’azienda ha basato la propria visione su scelte chiare con tecnologie e prodotti affidabili, che consentono ai clienti di essere competitivi. “È fondamentale la conoscenza tecnica dei prodotti e delle soluzioni: abbiamo dato vita a un progetto DomusManager che ci ha permesso di testare tecnologie e comprendere come sia possibile raggiungere obiettivi di efficienza e sostenibilità. DomusManager è un progetto di riqualificazione di una casa degli anni ’80 (classe energetica G) che – grazie all’applicazione di soluzioni come il solare fotovoltaico e termodinamico, lo storage, la ventilazione meccanica controllata e la domotica energetica – ha raggiunto la classe energetica A+. Nel 2015, il progetto è stato tra i vincitori del Primo Premio KNX”.

Competenze per emergere

“Negli ultimi anni è diventato sostanziale acquisire nuove competenze: il fotovoltaico deve essere parte di una strategia di gestione energetica più ampia che comprende lo storage, le pompe di calore, la climatizzazione, la domotica, la mobilità elettrica. Come Vp Solar supportiamo i professionisti attraverso incontri informativi/formativi su tematiche tecniche e commerciali, webinar sull’evoluzione delle normative e delle tecnologie, guide didattiche che sintetizzando le strategie vincenti in un mercato in continua evoluzione”.

Come evidenziato dall’Ing. Loro, l’evoluzione travolge tutti, ma c’è un ruolo per ogni figura della filiera se si affronta il cambiamento come parte attiva. “È necessario un percorso verso la consapevolezza, che oggi si sta identificando con l’autoconsumo e la produzione di energia rinnovabile decentralizzata, locale. La figura del prosumer (produttore e consumatore di energia) si sta consolidando, ma se guardiano alla tecnologia in ottica futura, vediamo tecnologie ancora più dirompenti. La mobilità elettrica è una di queste e andrà – ancora di più del fotovoltaico e dello storage – ad impattare sull’infrastruttura energetica. Questo impone un cambiamento culturale: le figure tecniche devono acquisire nuove competenze per riuscire ad emergere”.

Informazioni su Alessia Varalda 919 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.