Termoregolazione intelligente per una maggiore efficienza energetica

Per la termoregolazione intelligente ABB propone il proprio sistema ABB i-bus EIB/KNX, soluzione che permette di coprire qualunque bisogno e funzionalità

termoregolazione intelligente con ABB

ABB, per venire incontro alle nuove esigenze di termoregolazione intelligente imposte dalla Direttiva 2012/27/UE nel luglio 2014, propone il proprio sistema ABB i-bus EIB/KNX, soluzione basata sul principale protocollo mondiale per il controllo e l’automazione degli edifici, che permette di coprire qualunque bisogno e funzionalità, sfruttando, inoltre, la possibilità d’integrare facilmente altri sistemi per ottimizzarne la flessibilità e l’affidabilità.

La capacità di adattarsi rapidamente alle nuove esigenze è una delle caratteristiche del sistema ABB i-bus EIB/KNX, che lo differenziano dalle altre soluzioni di Home e Building Automation, e lo portano ad arricchirsi costantemente di nuovi dispositivi.

disp termoregolazione intelligenteE’ il caso del nuovo dispositivo per il controllo proporzionale delle valvole degli apparecchi di riscaldamento o raffrescamento, comandabile tramite comunicazione in radiofrequenza EnOcean da parte dei termostati KNX, grazie al gateway wireless ENOcean EG/A 32.2.1.

Semplice da montare direttamente sulla valvola, senza cablaggio, il suo display permette sia di impostare localmente il livello di temperatura scelto, sia di visualizzarlo insieme agli eventuali allarmi. La batteria inclusa assicura un funzionamento per 4 anni, senza bisogno di manutenzione.

Completano le novità due nuovi termostati, dotati di 5 ingressi integrati, configurabili come:

  • 5 ingressi binari;
  • 4 ingressi binari e 1 ingresso analogico per sensori esterni alimentati 1÷10 V/0÷10 V;
  • 2 ingressi binari e 1 ingresso analogico per sensori alimentati 1÷10 V/0÷10 V e un sensore di temperatura PT1000/T6226.

Oltre alla misura della temperatura, uno dei due nuovi termostati dispone di sensori per il monitoraggio della qualità dell’aria, che consentono di rilevare il livello di anidride carbonica, il valore della pressione dell’aria e la percentuale di umidità.

Gli ingressi a bordo termostato consentono ad esempio di:

  • Monitorare l’apertura/chiusura delle finestre (risparmio energetico)
  • Monitorare apertura porte (ad esempio stanza hotel)
  • Misurare la temperatura in un secondo ambiente per mediarla con il termostato interno (o per invio del valore di temperatura ad un dispositivo esterno come ad esempio supervisore/web-server per creare il secondo termostato)
  • Regolazione temperatura negli impianti con raffrescamento a sottopavimento residenziali.

Il nuovo modulo logico ABA/S 1.2.1, mette a disposizione numerose funzioni logiche e matematiche, timer, controllori PID e molto altro, consentendo di implementare funzionalità avanzate che non possono essere normalmente realizzate utilizzando i dispositivi tradizionali (attuatori, sensori, ingressi, ecc.). L’interfaccia di programmazione in ETS inclusa nel nuovo modulo logico è semplice e intuitiva, mentre sono disponibili numerosi blocchi logici per coprire ogni tipo di richiesta/applicazione.

La programmazione permette sia di definire blocchi logici “composti” riutilizzabili in altre logiche dello stesso progetto e/o in altri progetti, sia di effettuare la simulazione off line e il monitoraggio on line dei moduli per facilitare e rendere più sicuro il lavoro del system integrator.

Per la modifica veloce di alcune variabili e la programmazione rapida dell’applicativo ETS è disponibile, infine, l’interfaccia di accesso Web.

Questo articolo è parte dello Speciale Termostati e regolazione del comfort.

Redazione
Informazioni su Redazione 649 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.