Il monitoraggio dell’energia nell’era della digitalizzazione

Socomec ha sviluppato una nuova generazione di dispositivi per portare nel mondo dell'energia i vantaggi della digitalizzazione per accrescere semplicità e performance

monitoraggio energia Socomec digitalizzazione

Ridurre i costi di installazione, migliorare i livelli di prestazione, garantire la potenza e semplificare la gestione dell’energia nelle applicazioni critiche sono alcuni dei vantaggi che la digitalizzazione può portare. Socomec sta sviluppando nuove tecnologie digitali ed interconnesse per supportare la trasformazione dell’ecosistema elettrico.

BA_EE_The EnergstIl nuovo modello industriale richiede strumenti avanzati di analisi: la possibilità di monitorare in modo più preciso – da remoto e in tempo reale – i dispositivi di protezione dell’intero impianto permette una  gestione più intelligente dell’energia.

Socomec propone soluzioni di misura e monitoraggio come Diris A-40 e Diris Digiware che giocano un ruolo fondamentale per il funzionamento e la sicurezza dell’impianto, assicurando il monitoraggio delle prestazioni, il controllo della qualità dell’energia elettrica e la gestione dei carichi.

Precisione e facilità di installazione

Le centraline Diris A-40 – grazie alla semplicità di integrazione – sono facilmente installabili sia nei impianti nuovi, sia in quelli esistenti: la configurazione assistita e un sistema di rilevazione degli errori garantiscono l’accuratezza delle misurazioni e riducono i tempi di messa in servizio.

Le centraline Diris A-40 e i sistemi Diris Digiware dispongono di tre tecnologie per livelli di precisione superiori:

  • PreciSense – precisione della misurazione all’interno della catena di misura globale e individuazione delle soluzioni correttive pertinenti;
  • VirtualMonitor – accesso remoto per il monitoraggio in tempo reale dei sistemi di protezione di tutto l’impianto, senza bisogno di hardware o cablaggi aggiuntivi;
  • AutoCorrect – corretto funzionamento del sistema di misura anche senza carico, grazie al controllo automatico del cablaggio e al sistema di correzione degli errori.

Monitorare lo stato dei dispositivi di protezione con la tecnologia VirtualMonitor

Quando un dispositivo di protezione interviene, significa che un processo o un sistema sono stati arrestati inaspettatamente causando una crisi se il carico elettrico è fondamentale per la sicurezza o essenziale dal punto di vista economico.

Normalmente il monitoraggio dello stato di un dispositivo di protezione viene effettuato collegando il contatto ausiliario di un interruttore o un indicatore di fusibile bruciato ad un PLC remoto.

Grazie a VirtualMonitor l’hardware e i cablaggi supplementari vengono rimossi mentre il cliente può mantenere o addirittura aumentare la visibilità sull’intero impianto elettrico.

Inoltre, con VirtualMonitor, i sensori di corrente iTR e i moduli Digiware S Monobloc possono rilevare se un dispositivo di protezione è stato aperto e inviare un segnale di allarme attraverso il bus di comunicazione; inoltre il sistema ha la capacità di distinguere tra un intervento dovuto a un guasto, un’apertura manuale o un intervento del sistema di protezione.

Informazioni su Alessia Varalda 917 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.