Transizione energetica più vicina con il progetto europeo MEETMED

Il progetto europeo MEETMED, sostenuto in Italia da Enea, promuove la crescita di fonti rinnovabili ed efficienza energetica nei Paesi euro-mediterranei.

progetto europeo meetmed efficienza

Le iniziative comunitarie a favore di fonti rinnovabili ed efficienza energetica fanno tappa nella zona mediterranea, con la recente firma del progetto europeo MEETMED (Mitigation Enabling Energy Transition in the Mediterranean Region), nato per favorire, grazie a un finanziamento Ue di 1,6 milioni di euro, la transizione energetica dei Paesi euro-mediterranei.

Il progetto biennale sviluppato dall’Associazione delle Agenzie Nazionali per l’Efficienza Energetica e le Fonti Rinnovabili dei Paesi del Mediterraneo (MEDENER) – attualmente guidata dalla “nostra” Enea -, e dal Centro Regionale delle Energie rinnovabili ed Efficienza Energetica (RCREEE) dei paesi arabi, punta al sensibile aumento delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica a livello nazionale in tutti i paesi del Sud Est del Mediterraneo (SEM) entro il 2040, attraverso strumenti europei di cooperazione e politiche di vicinato.

L’Italia partecipa attivamente con Enea al progetto europeo MEETMED per la transizione energetica dei Paesi euro-mediterranei

Il progetto europeo MEETMED in Italia: il ruolo di Enea

Le azioni previste dal progetto europeo MEETMED, al quale partecipano esperti provenienti da Marocco, Algeria, Tunisia, Giordania, Libano, Palestina, Egitto, Italia, Grecia, Francia, Spagna, e Portogallo, porteranno a inedite strategie energetiche, incentivando e attraendo nuovi investimenti, responsabili e sostenibili, anche mediante la sensibilizzazione dell’opinione pubblica e la formazione tecnica.

progetto europeo meetmedQuanto al contesto italiano, Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) si dichiara pronta ad avviare iniziative tecnico-scientifiche, di formazione e di comunicazione, sia in ambito energetico sia ambientale, e a realizzare studi e analisi di mercato.

Lo conferma Dario Chello, responsabile del Servizio Unione Europea e Organismi internazionali di Enea, in occasione del lancio del progetto MEETMED: “L’Italia è fortemente impegnata nella cooperazione internazionale multilaterale che interessa la regione euro-mediterranea e presidia proattivamente due delle tre piattaforme tematiche che implementano il processo dell’Unione per il Mediterraneo di Barcellona, quella del mercato elettrico allargato (Terna) e quella di energie rinnovabili ed efficienza energetica (Enea). In questo quadro che va vista la nostra partecipazione al progetto MEETMED, che è il primo passo di un cammino difficile, ma realistico, per una transizione energetica della regione”.

Maria Cecilia Chiappani
Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 108 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.