Retrofit versus Sostituzione: come comportarsi con apparecchiature di distribuzione elettrica?

"Ridurre, riutilizzare, riciclare" - le 3R - è una frase familiare che ricorda alle persone di prendere decisioni rispettose dell'ambiente. Per i sistemi di distribuzione di energia, c'è anche R-retrofit - Giovanni Zaccaro Business Analyst di Schneider Electric

retrofit versus replace

Ridurre, riutilizzare, riciclare” – le 3R – è una frase familiare che ricorda alle persone di prendere decisioni rispettose dell’ambiente. Per i sistemi di distribuzione di energia, c’è anche R-retrofit. Il retrofit si concentra sul riutilizzo, il riciclo e il rinnovo delle apparecchiature di distribuzione elettrica, piuttosto che semplicemente sostituirlo del tutto.

Il retrofit nella distribuzione elettrica consiste nel sostituire i componenti del quadro per aggiornare, rinnovare o fornire più funzionalità, come la connettività. Viene spesso utilizzato su componenti attivi obsoleti come interruttori automatici nella distribuzione primaria, contattori e relè di protezione per prolungare la durata della vita del quadro. I componenti attivi obsoleti possono essere rinnovati e riparati o riciclati, e l’alloggiamento e gli accessori del quadro, come spine, luci e armadi supplementari LV, possono essere riutilizzati.

Come si determina il momento di modernizzarsi? Ci sono alcuni fattori da tenere in considerazione:

  1. affidabilità migliorata – la prevenzione dei tempi di inattività è sempre una priorità assoluta, pertanto è essenziale disporre di apparecchiature affidabili
  2. costi di manutenzione e il rischio di guasti del prodotto aumentano con l’invecchiamento del prodotto. L’ammodernamento e l’aggiornamento consente di ridurre i costi di manutenzione risparmiando tempo e manodopera
  3. disponibilità dei pezzi di ricambio – se i pezzi di ricambio non sono più prontamente disponibili, la continuità del servizio e dell’assistenza è a rischio.
  4. urgenza di modernizzazione – è fondamentale valutare e dare la priorità alle apparecchiature di vitale importanza onde evitare disservizi
  5. grado di usura delle attrezzature poiché i materiali invecchiando non sono più in grado di garantire l’affidabilità delle apparecchiature
  6. la nuova tecnologia consente migliori prestazioni e affidabilità e minore manutenzione
  7. sicurezza – il guasto dell’apparecchiatura si verifica con maggior probabilità dei prodotti vecchi e obsoleti

retrofit interruttoreLe soluzioni di retrofit prolungano la vita delle apparecchiature e le rendono conformi alle norme e alla legislazione, riducendo al contempo l’impatto ambientale e i costi rispetto all’installazione di un nuovo prodotto. Se ad esempio si effettua il retrofitting degli interruttori automatici mantenendo la custodia e gli accessori del quadro invece di sostituirli, si risparmiano 40 tonnellate di CO2 e 773.904 MJ di energia

L’ammodernamento delle attrezzature non comporta grandi investimenti, infatti le operazioni di retrofit possono costare fino al 65% in meno rispetto alle nuove installazioni. Non sono solo economici, ma sono anche più veloci riducendo i tempi di fermo produzione e i rischi di installazione. Innovativi strumenti di calcolo consentono di valutare il ciclo di vita, l’impatto ambientale completo di un prodotto e i costi al fine di supportare nella decisione di sostituzione o modernizzazione.

Il retrofit consente quindi di risparmiare e ridurre l’impatto ambientale garantendo al contempo nuove funzionalità e rispetto delle normative. Schneider Electric ha realizzato un white paper “How Retrofit Services for Electrical Distribution Contribute to Circular Economy” che evidenzia come l’economia circolare sia l’alternativa di oggi al modello industriale “prendere, fabbricare e smaltire”.

Articolo di Giovanni Zaccaro Business Analyst di Schneider Electric, tratto dal blog dell’azienda

Informazioni su Alessia Varalda 888 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.