Energia rinnovabile rallenta la sua corsa

Per la prima volta lo scorso anno non è aumentata la capacità di produzione di energia rinnovabile. L’IEA solleva alcune preoccupazioni per il raggiungimento degli obiettivi dall'Accordo di Parigi

energia rinnovabile

Dopo quasi vent’anni di crescita continua, le energie rinnovabili hanno subito un’inattesa battuta d’arresto: nel 2018 hanno aggiunto la stessa capacità del 2017. Questo solleva alcune preoccupazioni circa il raggiungimento degli obiettivi climatici a lungo termine.

Secondo gli ultimi dati dell’Agenzia Internazionale per l’Energia (IEA), infatti risulta che la nuova capacità netta da fotovoltaico, eolico, idroelettrico, bioenergia e altre fonti energetiche rinnovabili è aumentata di circa 180 GW nel 2018, un valore pari a quello dell’anno precedente.

Le energie rinnovabili giocano un ruolo importante per il raggiungimento degli obiettivi di contenimento delle emissioni globali e per raggiungere quanto indicato negli accordi di Parigi è necessario un aumento della capacità di energia rinnovabile di oltre 300 GW in media all’anno nel periodo 2018 – 2030.

grafico trend energie rinnovabile

Dall’analisi IEA si evince che gli sforzi fatti fino ad ora non sono sufficienti, lo scorso anno le emissioni di CO2 legate all’energia sono aumentate dell’1,7%, raggiungendo il massimo storico di 33 Gigatonnellate nonostante una crescita del 7% nella produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.

Rinnovabili al di sotto delle aspettative

Il fotovoltaico ha compensato – dal 2015 – la crescita lenta dell’eolico e dell’energia idroelettrica. Ma anche la crescita del solare fotovoltaico si è appiattita nel 2018 con un aumento di soli 97 GW di capacità. Questo è dovuto a un improvviso cambiamento delle politiche di incentivazione in Cina per contenere i costi e affrontare le sfide dell’integrazione della rete. La Cina ha aggiunto 44 GW di solare fotovoltaico nel 2018, rispetto ai 53 GW del 2017.

grafico diverse energie rinnovabili

Nonostante il rallentamento del fotovoltaico, la crescita è rimasta stabile negli Stati Uniti grazie a una più rapida espansione dell’eolico onshore; mentre nell’Unione Europea, in Messico, Medio Oriente e Africa abbiamo assistito ad un aumento che ha in parte compensato il rallentamento Cina.

La Cina – nonostante il rallentamento – rappresenta quasi il 45% del totale di aumento di capacità dell’elettricità rinnovabile con una crescita dell’energia eolica e un rallentamento dell’idroelettrico. In Europa, invece il settore eolico ha subito un rallentamento.

L’espansione della capacità rinnovabile ha accelerato in diverse economie emergenti e nei paesi in via di sviluppo del Medio Oriente, del Nord Africa e di alcune zone dell’Asia, soprattutto per eolico e solare fotovoltaico grazie a un calo dei costi.

È necessario che i governi accelerino la crescita delle fonti rinnovabili attraverso politiche intelligenti, con strategie a lungo termine e con un focus sull’integrazione nei sistemi energetici in modo economicamente vantaggioso e ottimale. L’abbassamento dei costi e la competitività delle rinnovabili consentono di accelerare gli investimenti in un portafoglio globale di tecnologie, efficienza energetica, stoccaggio.

Redazione
Informazioni su Redazione 861 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.