Gestione dell’energia residenziale: quali fattori per la crescita?

Nuove tecnologie e soluzioni stanno modificando la gestione dell'energia residenziale come evidenziato nell'ultimo report di Navigant Research dedicato all’Home Energy Management Overview (HEM)

Nuove tecnologie e soluzioni stanno modificando la gestione dell’energia residenziale come evidenziato nell’ultimo report di Navigant Research dedicato all’Home Energy Management Overview (HEM). Pensiamo ad esempio ai termostati intelligenti e alle prese intelligenti che sono sempre più presenti nelle case.

Oggi gli oggetti connessi sono una realtà e sono in continua crescita anche grazie a soluzioni innovative e di semplice fruibilità come gli assistenti vocali Amazon Alexa o Google Home che consentono di comandare l’abitazione con la semplice voce.

Ovviamente ci sono altri fattori che hanno consentito questo sviluppo come la ricerca di soluzioni efficienti in grado di migliorare il comfort e ridurre le spese energetiche.

Ma quali sono i driver di mercato? Iniziamo con il sottolineare che il rapporto offre una panoramica del mercato e delle tendenze tecnologiche importanti e individua i driver che hanno portato all’espansione di queste tecnologie e quindi alla ricerca di soluzioni smart, ma analizza anche le criticità che emergono in questa trasformazione. Emerge chiaro come il coinvolgimento dell’utente sia fondamentale.

4 driver vs 4 criticità

Il rapporto Home Energy Management Overview mette in evidenza i quattro fattori decisivi per lo sviluppo:

  1. il coinvolgimento costante del cliente è strategico, come la tempestività e la pertinenza delle informazioni relative al risparmio energetico
  2. Hardware accessibile grazie a strumenti che assicurano un monitoraggio energetico e un controllo puntuale del consumo di energia
  3. uno standard per la gestione dell’energia residenziale (Home Energy Management) e smart home in modo che le diverse soluzioni possano colloquiare tra loro
  4. sostenibilità, un numero crescente di consumatori è disposto a proteggere l’ambiente investendo in soluzioni in grado di ridurre il consumo di energia e contemporaneamente ridurre la loro impronta di carbonio.

A questa evoluzione si affiancano 4 criticità che tengono sotto controllo l’adozione delle soluzioni la gestione dell’energia residenziale:

  1. mancanza di standardizzazione tra soluzioni e prodotti che ne limita l’utilizzo
  2. costi spesso elevati rispetto ai prodotti tradizionali
  3. non tutti sono a conoscenza delle tecnologie che consentono di ridurre il consumo di energia
  4. lentezza nell’utilizzo del valore aggiunto presente nelle soluzioni per la gestione dell’energia residenziale

Il mercato delle soluzioni per la gestione dell’energia residenziale

Navigant Research prevede una crescita sana: da quasi 4,4 miliardi di dollari nel 2019 a più 12 miliardi nel 2028, ad un tasso di crescita medio annuale (CAGR) di 12,3%. In Nord America, le soluzioni Home Energy Management dovrebbero aumentare da 2,3 miliardi nel 2019 a 4,6 miliardi, mentre in Europa si passerà da 1,3 miliardi nel 2019 a quasi 3,6 miliardi in 2028.

mercato soluzioni gestione dell' energia residenziale
Volume d’affari relativa alle soluzioni per la gestione dell’ energia residenziale per regione, mercati mondiali: 2019-2028
Avatar
Informazioni su Alessia Varalda 1298 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.