L’integrazione è la chiave per edifici a basso consumo di energia

Dall’idea alla realizzazione, dalla tecnologia ai sistemi più complessi, la parola d’ordine è oggi integrazione: a Illuminotronica 2018 un ecosistema di tecnologie innovative, intelligenti e soprattutto connesse

Con l’avvento di tecnologie sempre più evolute, innovative ed efficienti, oggi un edificio/impianto è assimilabile a un organismo complesso che per funzionare necessita di essere progettato in modo che tutte le parti che lo compongono siano in grado d’interagire tra loro.

Coniugando nuove tecniche edilizie, fonti di energia rinnovabile, sensori IoT, contatori intelligenti, sistemi di supervisione, controllo dei consumi, oggi è possibile realizzare edifici autosufficienti energeticamente, intelligenti, connessi e soprattutto integrati.

Proprio l’integrazione, gli edifici NZEB e le soluzioni smart e connesse saranno tra le tematiche affrontate a Illuminotronica 2018 sia nella parte convegnistica e formativa sia nella parte espositiva dove è presente con una casa demo funzionante ed energeticamente autosufficiente con pannelli fotovoltaici, soluzioni in grado di automatizzare e ottimizzare il consumo energetico, applicazioni IoT e di building automation.

Progettazione integrata per edifici sostenibili ed efficienti

La progettazione integrata è la base della moderna realizzazione impiantistica ed è necessaria e indispensabile per una gestione efficiente e per un monitoraggio e controllo costante delle risorse. Ma cosa s’intende per progettazione integrata? Possiamo dire che è un approccio metodologico per realizzare edifici sostenibili, a basso consumo energetico evitando o riducendo possibili costi aggiuntivi.

In pratica, ogni edificio deve essere realizzato sulla base di una filosofia sostenibile e bioclimatica sia di tipo passivo (orientamento, scelta dei materiali, involucro, ecc.), sia di tipo attivo, e, quindi, installando impianti ad alta efficienza, ma introducendo sistemi di gestione, controllo e monitoraggio per realizzare un edificio intelligente.

Un approccio multidisciplinare

progettazione edifici nzebGli impianti evoluti, i sistemi di Building Automation, la connettività e le soluzioni IoT richiedono molta attenzione nella progettazione e, soprattutto, competenze su diverse tematiche, al fine di realizzare soluzioni integrate. Questo significa che è necessario un approccio multidipliscinare in ogni fase dello sviluppo di un progetto, dall’idea alla messa in funzione.

Non è sufficiente riempire una struttura di impianti innovativi realizzare un edificio intelligente; integrare vuol dire trasformare le funzionalità dei singoli prodotti in un sistema omogeneo, fare in modo che siano compatibili, comunichino tra loro e portino allo stesso risultato: efficienza energetica, risparmio, e controllo di tutti i parametri.

Soluzioni costituite da sistemi di gestione efficiente consentono un utilizzo dell’energia conservativo e basato sulle reali esigenze.

Utilizzare sistemi intelligenti significa disporre di un unico sistema in grado d’integrare varie soluzioni presenti all’interno dell’edificio.

Il ruolo centrale del controllo intelligente degli edifici

Progettare oggi equivale a rendere possibile l’integrazione di mondi diversi, la lettura di segnali differenti e la gestione di ogni tipo di impianto: dalla gestione dei carichi all’illuminazione, dal condizionamento alla sicurezza, dalla videosorveglianza al controllo accessi, dalle applicazioni IoT fino al risparmio energetico.
Ma per ottenere i migliori risultati, è fondamentale la scelta di una piattaforma tecnologica corretta.

Proprio a Illuminotronica – la fiera della system Integration – è possibile vedere, analizzare e comprendere le diverse possibilità che hanno come obiettivi:

  • ottimizzazione energetica sui consumi elettrici e termici;
  • flessibilità e l’espandibilità, aggiornando e modificando le configurazioni;
  • controllo remoto per essere sempre in contatto con l’abitazione;
  • interfacciamento con altri sistemi non proprietari al fine di migliorare le prestazioni e monitorare e controllare l’edificio;
  • gestione e monitoraggio dei diversi impianti;
  • integrazione tra tecnologie;
  • applicazioni IoT
  • realizzazione di edifici a basso consumo di energia. Illuminotronica 2018

Scopri tutto questo a Iluminotronica (BolognaFiere, 29-30 novembre / 1 dicembre)! 

Informazioni su Alessia Varalda 1036 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.