MCE – Mostra Convegno Expocomfort 2020: nuovo layout espositivo

Innovazione, integrazione fra mondo termico ed elettrico si fondono con efficienza energetica e sostenibilità per un nuovo modo di progettare gli edifici e le città. In linea con questa filosofia progettuale, MCE – Mostra Convegno Expocomfort 2020 ha pensato a un nuovo layout espositivo

MCE Mostra Convegno Expocomfort 2020

Innovazione, integrazione fra mondo termico ed elettrico si fondono con efficienza energetica, risparmio e sostenibilità per un nuovo modo di progettare gli edifici e le città. In linea con questa filosofia progettuale, MCE – Mostra Convegno Expocomfort 2020 ha pensato a un nuovo layout espositivo per l’edizione in programma dal 17 al 20 marzo 2020 in Fiera Milano.

La nuova disposizione espositiva ha l’obiettivo di creare omogeneità e continuità fra i diversi comparti, valorizzare le differenti aree, dimostrare come l’integrazione sia ormai non solo fattibile, ma anzi auspicabile e in grado di facilitare sia le esigenze delle aziende espositrici sia degli operatori professionali dell’intera filiera dell’impiantistica.

I nuovi orizzonti del comfort sono sempre più legati alla gestione e al controllo di tutti i parametri in grado di garantire efficienza energetica, risparmio, benessere e un uso intelligente e accorto delle risorse.

MCE Mostra Convegno Expocomfort 2020 planimetriaLayout espositivo: interpretare l’evoluzione impiantistica

Una configurazione che va oltre la classica ripartizione dei comparti industriali presenti a MCE: dal Riscaldamento all’Attrezzeria e Componentistica, dal Condizionamento dell’aria alla Refrigerazione e Ventilazione, dalla Tecnica Sanitaria al Trattamento dell’acqua, dalle Energie rinnovabili alla Home & Building Automation e alla Mobilità Elettrica.

In particolare, il mondo della climatizzazione, del condizionamento, della refrigerazione andrà a occupare oltre agli storici padiglioni 13/15 e 22/24 anche il padiglione 9/11 insieme That’S Smart (area dedicata alla building automation, alla domotica, allo smart metering, alle rinnovabili elettriche e alla mobilità elettrica) dove si concretizza la sinergia fra mondo elettrico e termico.

Il settore della componentistica sarà collocato nei padiglioni 2/4 avvicinandosi ai tradizionali spazi dedicati al riscaldamento, alle energie rinnovabili e ai servizi per la progettazione (pad.1/3, 5/7 e 10), settori complementari e sinergici.

“Una maglia espositiva che ci ha portato ad avvicinare alcuni comparti merceologici riuscendo ad assicurare continuità e, allo stesso tempo, una suddivisione logica in grado di rendere chiaramente identificabili le varie aree merceologiche e naturalmente, facilitare il percorso di visita dei nostri operatori – sottolinea Massimiliano Pierini, Managing Director di Reed Exhibitions Italia – Uno schema completamente nuovo che sono certo riuscirà a raccontare al meglio il presente e il futuro del mercato”.

BIE – Biomass Innovation Expo: naturale completamento

Il nuovo layout espositivo coinvolge anche la seconda edizione di BIE – Biomass Innovation Expo, la manifestazione dedicata alle biomasse legnose che completa in maniera sinergica l’offerta espositiva di MCE dedicata al comparto della climatizzazione invernale e la produzione di acqua calda.

Proprio la nuova disposizione nel padiglione 6 comunicante con il padiglione 10 riservato al riscaldamento punta a facilitare l’integrazione fra gli operatori professionali delle due manifestazioni e offrire una visione a 360° sulle tecnologie innovative in grado di ottimizzare il comfort a garanzia di sostenibilità e risparmio energetico.

“Con questo progetto vogliamo dare risalto a un settore che è fondamentale per la nostra industria, per la nostra filiera. BIE – Biomass Innovation Expo aggiunge valore a quel tessuto imprenditoriale di MCE che lavora sull’efficienza energetica e sulla qualità ambientale” ha sottolineato Massimiliano Pierini, Managing Director di Reed Exhibitions Italia.

Innovazione, normativa, una progettazione integrata e una corretta manutenzione degli impianti sono il cuore dell’evoluzione di questo settore.

Un’edizione, quella di MCE 2020, che intende rappresentare l’evoluzione dell’impiantistica sempre più legata a piattaforme intelligenti, facilmente utilizzabili, interattive, in grado migliorare l’uso delle risorse, ridurre lo spreco e offrire un nuovo modo di vivere human-centric.

Avatar
Informazioni su Alessia Varalda 1273 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.