Rete Irene: nasce la campagna “6 x riqualificare il tuo condominio”

L’importanza di formare e informare i cittadini sul tema della riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente è l’obiettivo della campagna “6 x riqualificare il tuo condominio”, lanciata da Rete Irene e patrocinata da Altroconsumo

rete irene riqualificare condominio

Partiamo da un concetto importante: gli interventi di riqualificazione energetica sul patrimonio edilizio esistente sono obbligatori per legge, si chiama “Ristrutturazione Importante di Secondo Livello”. Il decreto ministeriale del 26 Giugno 2015, così detto dei requisiti minimi, è chiaro in materia e non offre alcuna scappatoia.

Rete Irene (Rete di Imprese per la Riqualificazione Energetica degli Edifici) è un network di aziende nato con la volontà di diffondere la cultura della riqualificazione energetica promuovendo la realizzazione di interventi che migliorano le prestazioni energetiche degli edifici.

Da poco ha lanciato la campagna “6 x riqualificare il tuo condominio” – presentata durante lo scorso FestivALfuturo e patrocinata da Altroconsumo (Associazione in prima linea per garantire la tutela dei consumatori) – finalizzata a creare occasioni d’incontro con i cittadini di Milano, per fornire linee guida e consigli pratici al fine di operare scelte consapevoli in caso di interventi di riqualificazione energetica da attuare nel proprio condominio.

In che cosa consiste?

“6 x riqualificare il tuo condominio” mette in evidenza già dal suo nome la call to action: incontrare sei persone residenti nello stesso condominio desiderose di ottenere informazioni adeguate in ambito di riqualificazione. Rete Irene sin dalla sua nascita si è fatta portavoce della voglia di diffondere la cultura della riqualificazione energetica verso tutti: istituzioni, professionisti, cittadini. “6 x riqualificare il tuo condominio” dà pieno riscontro a questo intento, aprendo un canale di comunicazione tra chi professionalmente fa riqualificazione e chi si trova a dover fare scelte importanti, magari senza avere alle spalle un background di conoscenze adeguato.

Come aderire a “6 x riqualificare il tuo condominio”

Rete IRENE Altroconsumo (1)Per aderire basterà formare un gruppo di almeno 6 persone residenti nello stesso condominio e chiamare Rete Irene (800 134 720) per fissare un appuntamento che verrà organizzato andando incontro alle esigenze di tutti i partecipanti.

Durante l’incontro i tecnici di Rete Irene illustreranno i vantaggi economici, sociali e ambientali dati dalla riqualificazione energetica integrata del condominio, le differenze sostanziali tra manutenzione e riqualificazione, le linee guida per leggere e comprendere un preventivo e un capitolato, le garanzie contrattuali di risultato da esigere per essere tutelati, le buone pratiche da associare all’investimento al fine di abbattere i consumi energetici fino al 50%, nonché esempi concreti e testimonianze di chi ha già beneficiato di un intervento di riqualificazione energetica integrata.

Il presidente di Rete Irene Manuel Castoldi ci ha raccontato l’importanza della riqualificazione energetica.

Qual è la maggior difficoltà che si incontra nell’intraprendere una riqualificazione energetica?

Premesso che gli interventi di ristrutturazione sono obbligatori per legge, la domanda che lei pone è assolutamente centrata. Una parte delle responsabilità sono da addossare alla filiera, nessuno escluso: quanti veramente promuovono un intervento di riqualificazione energetica anche in contrasto con la richiesta iniziale del committente? Quanti suggeriscono di fare l’intervento corretto? Pochi. È questo che va cambiato, è un fatto culturale e di etica professionale.

Se il mercato dovesse andare in questa direzione allora gran parte del problema sarebbe risolto, per tutti. Resta chiaro che quando si interviene lo si deve fare anche in un’ottica di risparmio energetico e di prestazione energetica, questo è il futuro e la grande opportunità che abbiamo davanti a noi, non coglierla sarebbe molto stupido. Il come diventa un mezzo: ecco la ricetta corretta per dare slancio e sviluppo economico e sociale ai territori e alla nostra economia.

Ultimamente faccio notare sempre più spesso quelle che sono le responsabilità di progettisti ed amministratori davanti a scelte affrettate o poco ortodosse … chi ascolta capisce che non vale la pena correre un rischio che possa delegittimare la propria professione, chi non ascolta si assume il rischio.

Un aiuto potrebbe essere la detrazione fiscale tra un intervento e l’altro: dal 36% al 70% non ci sarà più convenienza a scegliere l’intervento che apparentemente costa meno…

Quali sono i vantaggi fiscali?

Le detrazioni fiscali oggi rappresentano un fortissimo incentivo per le famiglie. Il nostro Paese gode di incentivi e di benefici unici.

Poter detrarre per interventi di riqualificazione energetica fino al 75% di quanto investito quando ricapita? Adesso il credito fiscale può anche essere ceduto per consentire veramente a tutti di accedere agli investimenti in riqualificazione energetica. Onestamente credo che una situazione così favorevole sia difficilmente ripetibile…

Rete Irene è da sempre portavoce di queste tematiche. Che reazioni dal mercato?

I riscontri sono molto positivi. Vecchi progetti tenuti nei cassetti vengono rispolverati e tornano ad essere attuali. Stiamo già organizzando i nuovi appuntamenti per il 2019 con maggiore presenza nei territori, a supporto di progettisti e amministratori. Le istituzioni locali iniziano a comprendere che la riqualificazione energetica è un bene per i loro territori e che può fare da volano per una ripresa economica delle attività.

Le famiglie sono sempre più attente a come investire i loro risparmi e pretendono, giustamente, di avere certezze e garanzie. Questo è un altro tema molto importante: la garanzia di risultato energetico è fondamentale per convincere una famiglia a investire nella giusta direzione. Alla fine, la ricetta è più semplice di quello che si pensa: riqualificare la propria casa per avere una nuova prestazione energetica, una garanzia di risultato e un nuovo valore patrimoniale… e perché no anche uno sguardo all’ambiente.

Silvia Giacometti
Informazioni su Silvia Giacometti 12 Articoli
Giornalista freelance, si occupa da anni di raccontare e scrivere articoli per differenti testate tecniche online e offline sui temi legati all'architettura e all'edilizia, sul design e in generale a tutto quanto è legato al concetto di riqualificazione e sostenibilità.